Borzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Borzoli Ovest - Borzoli Est
ex comune, quartiere
Borzoli Ovest - Borzoli Est – Veduta
Panorama di Borzoli
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
Città metropolitanaProvincia di Genova-Stemma.svg Genova
ComuneGenova-Stemma.png Genova
Amministrazione
Data di istituzione1861
Data di soppressione1926
Territorio
Coordinate44°26′09″N 8°51′58″E / 44.435833°N 8.866111°E44.435833; 8.866111 (Borzoli Ovest - Borzoli Est)Coordinate: 44°26′09″N 8°51′58″E / 44.435833°N 8.866111°E44.435833; 8.866111 (Borzoli Ovest - Borzoli Est)
Abitanti4 951 (31-12-2010)
Altre informazioni
Cod. postale16153
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiborzolesi
CircoscrizioneMunicipio VI Medio Ponente - Municipio V Valpolcevera
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borzoli Ovest - Borzoli Est
Borzoli Ovest - Borzoli Est
Borzoli Ovest - Borzoli Est – Mappa
Mappa dei municipi di Genova

Borzoli (Borzoi in dialetto genovese, pron. Borzui, con la “z” dolce) è un quartiere nella zona occidentale di Genova posto su un'altura a cavallo tra Sestri Ponente, verso mare, e Rivarolo, in Val Polcevera.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia del toponimo deriva da due voci dell'antico ligure, simili al greco, Bor-zoi o Bor-zoé, il cui significato è "la gente a tramontana [di Sestri]", cioè la gente a nord di Sestri Ponente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stato comune autonomo fino al 1926 quando fu soppresso in occasione della costituzione della Grande Genova[1] e il suo territorio smembrato, anche a livello amministrativo locale, tra quelle che allora erano chiamate delegazioni attigue.

Attualmente l'unità urbanistica di Borzoli Ovest, con 2391 abitanti (al 31 dicembre 2010),[2] fa parte della circoscrizione di Sestri Ponente e di conseguenza è amministrata dal Municipio VI Medio Ponente, mentre quella di Borzoli Est, con 2560 abitanti (al 31 dicembre 2010),[2] fa parte di Rivarolo e di conseguenza è amministrata dal Municipio V Polcevera.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune di Borzoli, prima della sua soppressione, comprendeva la zona collinare tra la sponda destra del torrente Polcevera e il torrente Chiaravagna, culminante nel Bric Rocca dei Corvi, che fa parte del lungo contrafforte appenninico (un tempo denominato Bigee) che distaccandosi dallo spartiacque ligure-padano presso i Piani di Praglia giunge al mare nella zona di Cornigliano e separa la Val Polcevera dalle valli del Chiaravagna e del Varenna.

Il comune, formato da diverse frazioni e da numerose case rurali sparse, si estendeva da nord a sud, dal torrente Trasta, affluente di destra del Polcevera, fino al mare tra Sestri Ponente e Cornigliano, dove era un tempo la spiaggia della “Fossa di Calcinara” (ora interrata per la costruzione dell'aeroporto C. Colombo).

Borzoli Ovest[modifica | modifica wikitesto]

Targa stradale nella zona di San Nicola dell'allora Comune di Borzoli

Prima dell'espansione edilizia degli anni sessanta e settanta il confine tra Borzoli e Sestri era segnato dal torrente Chiaravagna, che storicamente delimitava gli antichi comuni soppressi: tutti i territori ad est del torrente erano tradizionalmente considerati Borzoli, mentre quelli ad ovest Sestri Ponente e più a nord San Giovanni Battista. Nel secondo dopoguerra vennero costruiti molti nuovi caseggiati ad est del Chiaravagna (questa zona oggi viene chiamata spesso San Nicola prendendo il nome dalla chiesa di San Nicola da Tolentino).

A monte di questa zona il comune di Borzoli comprendeva le frazioni Priano (ora anch'essa parte integrante del quartiere di Sestri Ponente), San Giacomo (ora scomparsa e della quale è rimasta solo la piccola chiesa, all'incrocio tra Via Borzoli e Via P.D. Da Bissone) e il nucleo di case attorno alla Pieve di Santo Stefano, nei pressi della stazione ferroviaria.

La chiesa di San Pietro ai Prati

Nell'alta valle del Chiaravagna facevano parte del comune di Borzoli anche le località di Panigaro, Serra e San Pietro ai Prati (con una chiesa intitolata a San Pietro, costruita nel 1786), stazione di posta sulla via da Sestri Ponente alle Capanne di Marcarolo, che nel Settecento aveva preso il posto di quella medioevale di Cassinelle.

La zona di "Borzoli Ovest" ospita dal settembre 1969 lo stadio Giuseppe Piccardo, in cui gioca la Fratellanza Sportiva Sestrese Calcio 1919, che ha sostituito quello storico di Via Chiaravagna, nel quartiere di Sestri Ponente, demolito per far posto ad un insediamento residenziale.

Borzoli Est[modifica | modifica wikitesto]

Dell'area ora parte del quartiere di Rivarolo facevano parte le frazioni di Burlo, Fegino e Trasta.

La diga dell'ex lago del Pilone; sulla sinistra si nota la struttura detta "il pilone" che dava il nome al bacino, ora interrato

Nella frazione Burlo esiste un centro polisportivo, denominato “Lago Figoi”, comprendente una piscina e una palestra per gare di pallacanestro e pallavolo. Il complesso prende il nome da uno dei due piccoli bacini artificiali, costruiti nell'Ottocento dall'imprenditore Dellepiane per l'irrigazione di orti e l'azionamento di un mulino e prosciugati negli anni cinquanta, venute meno le motivazioni per il loro utilizzo.

La diga dell'ex lago Figoi

L'impianto sportivo sorge sull'area, interrata, del bacino inferiore, il Lago del Pilone (il cui nome deriva da una costruzione in muratura, tuttora esistente presso i resti della diga). Più a monte si trovava il piccolo Lago Figoi, che dà il nome al complesso sportivo, e del quale sono tuttora visibili la diga e il bacino, ora vuoto e ricoperto da una fitta vegetazione. La costruzione in muratura conosciuta come "Pilone" o "Torre Idraulica" costituiva in realtà una "Torre Scalaria" che consentiva di raggiungere, dalla sommità della diga, una condotta d'acqua aerea che correva su di una pilastrata ed alimentava una ruota idraulica posta a fianco della torre stessa, probabilmente a servizio della conceria.

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Santo Stefano di Borzoli

Chiesa di Santo Stefano di Borzoli[modifica | modifica wikitesto]

Si ritiene che la pieve di Santo Stefano di Borzoli esistesse già nel VII secolo[3], ma come altre chiese genovesi è citata per la prima volta nel 1143 sul "Registro Arcivescovile" delle decime. La pieve di Santo Stefano ebbe giurisdizione sulle parrocchie di Coronata, Fegino, S. Giovanni Battista e su tutto il territorio di Sestri fino al 1838, quando la sede vicariale fu trasferita alla chiesa di Nostra Signora Assunta di Sestri.

La chiesa, ricostruita verso la metà del Seicento, subì gravissimi danni durante l'assedio di Genova del 1746-1747 nel contesto della guerra di successione austriaca. Il restauro fu completato solo nel 1775; altri restauri furono eseguiti in più riprese nel corso del XIX secolo.

Ogni anno, in collaborazione con la parrocchia S. Stefano di Borzoli e la locale Società Operaia Cattolica, viene organizzata la "Festa dell'Ascensione", che si festeggia il sabato e la domenica dell'Ascensione (nel 2017 sarà il 28 maggio), con varie manifestazioni (giochi per bambini, gara podistica, gara delle torte, stand gastronomici, rappresentazioni teatrali).

Ecco una curiosità storica:

Il 29 maggio 1538 Andrea Solari, cintraco del Comune di Genova, dichiara di aver proclamato in Rivarolo, Sestri, Cornigliano e Sampierdarena il decreto del doge, che comandava « che nessuno osa né presuma andare stare conversare né ballare in lo loco dove si ha da far la festa della Ascensione nel loco di Borzoli e ville circonvicine con arme archibusi balestre né rudelle e se alcuno se troverà con dette arme prohibite in detta festa e circumstantie per spacio di mezo miglio caderà in pena de doi tratti di corda. (Filze del Senato, N. 36, Arch. di St. in Genova).

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Ville[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia locale era basata sull'agricoltura e sulle cave di calce e cemento, delle quali si vedono resti presso la chiesa parrocchiale.

Oggi è sede principalmente di piccole industrie e aziende artigiane.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente passavano per Borzoli due importanti vie che collegavano Sestri Ponente con la pianura padana. Entrambe avevano inizio dalla frazione Priano, che in epoca romana, prima dell'interramento del golfo detto di San Lorenzo, si trovava sulla riva del mare. La prima di queste vie, passando per il valico di Lencisa, portava alle Capanne di Marcarolo (antico luogo di scambi commerciali tra mercanti liguri e piemontesi) e da qui alla pianura piemontese, intorno ad Alessandria.

La seconda, attraversando la Pieve di S. Stefano, Fegino e Trasta, raggiungeva Pontedecimo dove si collegava con la Via Postumia.

Questa antichissima strada, molto importante in epoca romana e medievale, era larga e idonea al passaggio di mezzi con ruote.

Tratti dell’antico selciato in Via Rivassa

L'antico selciato (fatto con pietre squadrate e di dimensioni maggiori di quelle solitamente utilizzate nelle “creuze” genovesi) è ancora visibile in alcuni tratti del percorso.

Attualmente Borzoli è attraversata da una strada urbana (via Borzoli), che superando un basso valico (86 m s.l.m.) unisce Sestri Ponente e Rivarolo costituendo un collegamento per il traffico locale tra il ponente genovese e la Val Polcevera, alternativo a quello più trafficato che attraversa il quartiere di Cornigliano.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stazione di Genova Borzoli.
La stazione ferroviaria di Borzoli

Borzoli è servita da una stazione ferroviaria sulla linea Asti – Genova.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bibliografia su Genova.
  • C. Praga, Genova fuori le mura, 2006, Fratelli Frilli Editori.
  • G. Casalis, Dizionario geografico, storico, statistico e commerciale degli Stati di S.M. il Re di Sardegna, 1849.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Fratellanza Sportiva Sestrese 1919 che milita nel campionato di Eccellenza e il Borzoli calcio 2013-2014 promosso in Promozione

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio del quartiere è il Gruppo Sportivo Dilettanti Borzoli, squadra che milita nella categoria promozione del girone A Liguria. Gioca le sue partite casalinghe presso il campo Giuseppe Piccardo, il manto è fatto in erba sintetica.[1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Genova Portale Genova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Genova
  1. ^ Campo Giuseppe Piccardo, su albengacalcio.com. URL consultato il 27 gennaio 2016.