Stazione di Genova Borzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genova Borzoli
stazione ferroviaria
Stazione FS Borzoli Genova.jpg
Il fabbricato viaggiatori e i primi due binari
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàGenova, località Borzoli
Coordinate44°26′04.92″N 8°51′55.01″E / 44.4347°N 8.86528°E44.4347; 8.86528
Lineeferrovia Asti-Genova
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1894
InterscambiAutobus urbani AMT
 

La stazione di Genova Borzoli è una stazione ferroviaria della tratta Acqui Terme-Ovada-Genova[1], tratto meridionale della linea storicamente denominata Asti-Genova, che serve il quartiere genovese di Borzoli.

La stazione è dotata in totale di 3 binari, il primo ed il terzo con la relativa banchina per i viaggiatori

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione fu inaugurata nel 1894.[2] Per un breve periodo nel 2006 venne ridimensionata a fermata impresenziata.[3]

Tra gli anni 90 e 2000 la stazione è stata oggetto a riammodernamento, con la costruzione di rampe di accesso ai binari per persone in carrozzina e la costruzione del sottopasso e del parcheggio al binario 3.

Vennero rifatte le pavimentazioni di tutta la stazione e chiuso il passaggio a livello.
Dal 1998 la stazione è collegata alla bretella "Borzoli-Pra", consistente in una galleria fra le 2 stazioni, che permette il transito dei treni merci da/per Ovada by-passando il nodo ferroviario cittadino. La particolare conformazione infrastrutturale della bretella, permette anche il transito di treni con vagoni merci particolarmente ingombranti, che non potrebbero transitare sulla linea succursale dei Giovi a causa dei limiti di ingombro di alcune gallerie.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita dalle corse regionali svolte da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Liguria, e vede il transito delle relazioni merci di collegamento fra il porto di Genova Voltri e il nord Italia.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è classificata da RFI nella categoria bronze.[4]

La stazione è dotata di 2 parcheggi, uno costruito con la ristrutturazione della stazione e poco dopo quest’ultima i servizi in stazione come la sala d'attesa, i servizi igienici e la biglietteria con personale sono stati gradualmente chiusi


Dopo la ristrutturazione della stazione il nuovo il locale utilizzato come sala di attesa è in realtà l'atrio di accesso agli alloggi del fabbricato viaggiatori. Un tempo la porta di entrata della odierna sala d'attesa ti introduceva nell'atrio di stazione dove si trovava la biglietteria col personale ed la sala d'attesa, ora spazi ridistribuiti come sale relè e ufficio del dirigente di movimento. Non ha sbocco sui marciapiedi della stazione ma solo sul piazzale esterno e non dispone di altoparlante per l'annuncio dei treni, proprio perché non è una vera sala d'attesa. Tutto questo, che non la rende funzionale, aggiunto alla frequente presenza di persone senza fissa dimora, hanno portato alla chiusura della stessa, con la rimozione della segnaletica che ne indicava la presenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 76 Acqui Terme-Ovada-Genova
  2. ^ Mario Carboni, Un secolo di solidarietà a Sestri Ponente - Storia della Croce Verde, edito dalla P.A. Croce Verde, 2003, pag 286.
  3. ^ Impianti FS, in I Treni, anno XXVII, n. 283, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, luglio 2006, p. 11, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  4. ^ Mappa stazioni italiane per regione Archiviato il 21 giugno 2015 in Internet Archive., sul sito di RFI SpA

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]