Monte Leco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte Leco
Monte Leco.jpg
Il Monte Leco (visto da nord-ovest)
Stato Italia Italia
Regione Liguria Liguria
Piemonte Piemonte
Provincia Genova Genova
Alessandria Alessandria
Altezza 1 072 m s.l.m.
Catena Appennino Ligure
Coordinate 44°33′50.6″N 8°52′24.36″E / 44.564056°N 8.873434°E44.564056; 8.873434Coordinate: 44°33′50.6″N 8°52′24.36″E / 44.564056°N 8.873434°E44.564056; 8.873434
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Leco
Monte Leco

Il Monte Leco (Monte Lecco in ligure), 1072 m[1], è un rilievo posto sullo spartiacque principale dell'Appennino Ligure tra le province di Genova e Alessandria.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La vetta della montagna si trova al confine tra i comuni di Campomorone (GE) e di Voltaggio (AL)[2]

Accesso alla cima[modifica | modifica wikitesto]

Vista dal passo della Bocchetta

Facilmente riconoscibile anche dalla pianura alessandrina per la presenza sulla sommità di diversi ripetitori radiotelevisivi (l'ultimo realizzato, molto alto, sul fianco orientale), si raggiunge dal Passo della Bocchetta percorrendo a piedi la strada privata che porta alla vetta.

Dalla cima del Monte Leco si ha una visione completa della sottostante Val Polcevera e dei rilievi circostanti (Monte Figogna, Monte delle Figne, Monte Tobbio, gruppo dell'Antola), verso nord, oltre la Val Lemme, si distingue Novi Ligure e la pianura circostante. In giornate di cielo limpido non è raro scorgere il profilo della Corsica verso sud e l'arco alpino con il gruppo del Monte Rosa e del Cervino verso nord.

Tutela naturalistica[modifica | modifica wikitesto]

La montagna e l'area circostante fanno parte del SIC (Sito di importanza comunitaria) denominato Praglia – Pracaban – M. Leco – P. Martin (codice: IT1331501).[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Istituto Geografico Centrale - Carta dei sentieri 1:50.000 n. 16 Genova - Varazze -Ovada
  2. ^ Carta IGM in scala 1:25.000 e limiti comunali 2011 (on-line su www.pcn.minambiente.it, consultato nel dicembre 2013)
  3. ^ Bollettino Ufficiale Regione Liguria nr.13 of 15-7-2009; la lista dei SIC Liguri è on-line su lrv.regione.liguria.it Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive. (accesso: luglio 2015)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]