Tradizione sportiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il concetto di tradizione sportiva è un criterio concepito nel 2006 in Italia dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC),[1] l'organo di governo sportivo nazionale concernente il calcio, e da allora applicato in circostanze quali i casi di ripescaggio in ognuna delle tre divisioni a carattere professionistico[2] e nella ripartizione dei diritti televisivi.[3]

I dati statistici presenti nella voce sono aggiornati alla stagione sportiva 2022-2023.

Criteri di punteggio[modifica | modifica wikitesto]

La Federcalcio definisce la «tradizione sportiva della città» come il punteggio risultante della sommatoria del valore ottenuto dalle partecipazioni ai campionati e i titoli vinti da ogni società. In caso di parità, prevarrà quella che avrà disputato il maggior numero di campionati di Serie A dalla sua istituzione nella stagione 1929-30. Nel caso permanga tale parità, prevarrà la società con il maggior numero di campionati disputati in Serie B e, in caso di ulteriore bisogno, quella col maggior numero totale di partecipazioni al campionato di Serie C o C1 e in subordine al campionato di Serie C2, ricorrendo in ultima istanza al sorteggio.[4]

Nel caso di città che ospitano diversi club nel calcio professionistico, «si terrà conto della tradizione sportiva del singolo club, cumulando, per il singolo club, i meriti sportivi conseguiti negli anni anche attraverso soggetti giuridici diversi».[5]

Partecipazioni ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la prima regolamentazione professionistica italiana risalga al 1926 con la ratifica della Carta di Viareggio, la FIGC inizia i suoi conteggi statistici sulle partecipazioni ai campionati nazionali dalla stagione 1929-1930, la prima in cui vi sono al debutto la Serie A e la Serie B strutturate a girone unico. Le stagioni sportive 1943-1944, 1944-1945 e 1945-1946 non vengono computate[6]: le prime due per la mancata disputa di campionati ufficiali e la terza per la disputa dei tornei di Divisione Nazionale e Serie B-C in luogo delle serie A e B. Anche la Prima Divisione, antenata del campionato di Serie C dal 1929 al 1935, non viene tenuta in considerazione. Di conseguenza, i criteri adottati dalla federazione sono:[7]

  • 10 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie A dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
  • 7 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie B dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
  • 4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C/Lega Pro dalla sua introduzione nella stagione 1935-36 alla stagione 1977-78 (esclusa la Serie C 1945-1946) e dalla reintroduzione nel 2014-15;
  • 4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C1/Lega Pro Prima Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;
  • 2 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;

Di seguito vengono riportate le prime 100 squadre nella classifica di presenze. In caso di parità, prevale il club che ha disputato il maggior numero di campionati di rango superiore, dalla Serie A in giù:

Pos Squadra Presenze Serie Montante Totale
A B C/C1 C2 A B C/C1 C2
1 Inter 91 91 - - - 910 - - - 910
2 Juventus 91 90 1 - - 900 7 - - 907
2 Roma 91 90 1 - - 900 7 - - 907
4 Milan 91 89 2 - - 890 14 - - 904
5 Fiorentina 91 85 5 - 1 850 35 - 2 887
6 Lazio 91 80 11 - - 800 77 - - 877
7 Torino 91 79 12 - - 790 84 - - 874
8 Napoli 91 77 12 2 - 770 84 8 - 862
9 Bologna 91 76 12 3 - 760 84 12 - 856
10 Sampdoria[8] 90 74 16 - - 740 112 - - 852
11 Atalanta 91 62 28 1 - 620 196 4 - 820
12 Genoa 91 55 34 2 - 550 238 8 - 796
13 Verona 91 32 53 6 - 320 371 24 - 715
14 Udinese 87 50 18 19 - 500 126 76 - 702
15 Brescia 91 23 64 4 - 230 448 16 - 694
16 Cagliari 83 42 30 11 - 420 210 44 - 674
17 Bari 88 30 47 11 - 300 329 44 - 673
18 Palermo 87 29 45 12 1 290 315 48 2 655
19 Vicenza 87 30 37 20 - 300 259 80 - 639
20 Modena 90 13 51 25 1 130 357 100 2 589
21 Parma 83 27 29 27 - 270 203 108 - 581
22 Padova 90 16 38 32 4 160 266 128 8 562
23 Triestina 82 26 22 28 6 260 154 112 12 538
24 Catania 83 17 34 28 4 170 238 112 8 528
25 Lecce 84 17 29 38 - 170 203 152 - 525
26 Livorno 88 18 27 35 7 180 189 140 14 523
27 SPAL 86 19 24 36 7 190 168 144 14 516
28 Como 82 13 36 32 1 130 252 128 2 512
29 Venezia 84 13 38 23 10 130 266 92 20 508
30 Novara 90 13 34 22 21 130 238 88 42 498
31 Cremonese 86 8 31 43 4 80 217 172 8 477
32 Empoli 78 15 22 41 - 150 154 164 - 468
33 Pisa 79 7 36 33 3 70 245 139 6 460
34 Ascoli 71 16 26 29 - 160 182 116 - 458
35 Perugia 74 13 29 29 3 130 203 116 6 455
36 Alessandria 86 13 21 35 17 130 147 140 34 451
37 Pescara 73 7 39 27 - 70 273 108 - 451
38 Cesena 69 13 32 24 - 130 224 96 - 450
39 Salernitana 84 4 30 49 1 40 210 196 2 448
40 Foggia 79 11 25 38 5 110 175 152 10 447
41 Monza 82 1 40 36 5 10 280 144 10 444
42 Reggiana 82 3 34 42 3 30 238 168 6 442
43 Reggina 73 9 25 37 2 90 175 148 4 417
44 Catanzaro 80 7 28 27 18 70 196 108 36 410
45 Piacenza 76 8 18 49 1 80 126 196 2 404
46 Spezia 80 3 27 40 10 30 189 160 20 399
47 Messina 71 5 32 26 8 50 224 104 16 394
48 Pro Patria 79 12 13 35 19 120 91 140 38 389
49 Lucchese 74 8 19 39 8 80 133 156 16 385
50 Avellino 64 10 19 34 1 100 133 136 2 371
51 Taranto 72 - 31 36 5 - 217 144 10 371
52 Siena 73 9 13 43 8 90 91 172 16 369
53 Ternana 66 2 29 30 5 20 203 120 10 353
54 Varese 67 7 21 26 13 70 147 104 26 347
55 Mantova 74 7 14 36 17 70 98 144 34 346
56 Cosenza 69 - 24 41 5 - 168 164 10 342
57 Ancona 68 2 21 40 5 20 147 160 10 337
58 Sambenedettese 64 - 21 41 2 - 147 164 4 315
59 Pistoiese 65 1 19 40 5 10 133 160 10 313
60 Arezzo 67 - 16 49 2 - 112 196 4 312
61 Pro Vercelli 68 6 13 25 24 60 92 96 48 299
62 Legnano 70 3 14 32 21 30 98 128 42 298
63 Treviso 65 1 16 40 8 10 112 160 16 298
64 Prato 76 - 10 48 18 - 70 192 36 298
65 Lecco 65 3 11 37 14 30 77 148 28 283
66 Crotone 56 3 15 31 7 30 105 124 14 273
67 Rimini 70 - 9 44 17 - 63 176 34 273
68 Chievo 35 17 10 5 3 170 70 20 6 266
69 Ravenna 58 - 7 40 11 - 49 160 22 231
70 Siracusa 57 - 7 40 10 - 49 160 20 229
71 Carrarese 62 - 2 46 14 - 14 184 28 226
72 Benevento 54 2 5 37 10 20 35 148 20 223
73 Casale 46 4 4 26 12 40 28 104 24 196
74 Juve Stabia 49 - 5 33 11 - 35 132 22 189
75 Pavia 54 - 4 31 19 - 28 124 38 190
76 Frosinone 43 2 12 13 16 20 84 52 32 188
77 Potenza 49 - 5 29 15 - 35 116 30 181
78 Trapani 46 - 5 30 11 - 35 120 22 177
79 Chieti 51 - - 36 15 - - 144 30 174
80 Casertana 44 - 2 37 5 - 14 148 10 172
81 Sassuolo 31 10 5 2 14 100 35 8 28 171
82 Barletta 42 - 4 33 5 - 28 132 10 170
83 Savona 45 - 5 27 13 - 35 108 26 169
84 Grosseto 41 - 6 28 7 - 42 112 14 168
85 Marzotto Valdagno 37 - 10 21 6 - 70 84 12 166
86 Cittadella 32 - 16 9 7 - 112 36 14 162
87 Biellese 45 - 2 31 12 - 14 124 24 162
88 Carpi 37 1 5 26 5 10 35 104 10 159
89 Sanremese 40 - 3 29 8 - 21 116 16 153
90 AlbinoLeffe[9] 34 - 9 19 6 - 63 76 12 151
91 Virtus Entella 35 - 6 24 5 - 42 96 10 148
92 Fanfulla 31 - 12 12 7 - 84 48 14 146
93 Teramo 46 - - 26 21 - - 104 42 146
94 Forlì 44 - 1 26 17 - 7 104 34 145
95 Brindisi 37 - 6 20 11 - 42 80 22 144
96 Torres 44 - - 28 16 - - 112 32 144
97 Fano 45 - - 27 18 - - 108 36 144
98 Vigevano 28 - 11 16 1 - 77 64 2 143
99 L'Aquila 38 - 3 26 9 - 21 104 18 143
100 Mestre 42 - 1 26 15 - 7 104 30 141

Titoli vinti[modifica | modifica wikitesto]

In modo simile, la Federcalcio ha stabilito diversi punteggi alle vittorie dei club nelle tre competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNPA) e nelle tre competizioni stagionali gestite dalla Union of European Football Associations (UEFA), includendo nel conteggio la Coppa delle Fiere, in quanto, pur non essendo considerata dall'UEFA come titolo ufficiale, è riconosciuta quale competizione progenitrice dell'Europa League:

Per il solo fine della ripartizione dei proventi derivanti dalla commercializzazione dei diritti audiovisivi, la Lega Nazionale Professionisti Serie A ha saltuariamente adottato una metodologia che assegnava punti anche per altri titoli, quali la Supercoppa UEFA, la Coppa Intercontinentale e la Coppa del mondo per club FIFA.[10] In questa tabella non è al momento conteggiata la Conference League, torneo inaugurato nella stagione 2021-2022.

Di seguito viene riportata la classifica con il totale per le squadre che hanno vinto almeno uno dei trofei precedentemente citati:

Pos Squadra Trofei nazionali Trofei internazionali Totale
Scudetto.svg Pt Coccarda Coppa Italia.svg Pt Supercoppa Italiana.svg Pt Tot. Coppa Campioni.svg Pt Coppa delle Coppe.svg Pt Europa League.svg / Coppa delle Fiere.svg Pt Tot.
1 Juventus 36 144 14 28 9 9 181 2 10 1 3 3 6 19 200
2 Milan 19 76 5 10 7 7 93 7 35 2 6 0 0 41 134
3 Inter 19 76 8 16 7 7 99 3 15 0 0 3 6 21 120
4 Genoa 9 36 1 2 0 0 38 0 0 0 0 0 0 0 38
5 Torino 6[11] 24 5 10 0 0 34 0 0 0 0 0 0 0 34
5 Roma 3 12 9 18 2 2 32 0 0 0 0 1 2 2 34
7 Bologna 7 28 2 4 0 0 32 0 0 0 0 0 0 0 32
8 Lazio 2 8 7 14 5 5 27 0 0 1 3 0 0 3 30
9 Pro Vercelli 7 28 0 0 0 0 28 0 0 0 0 0 0 0 28
10 Napoli 2 8 6 12 2 2 22 0 0 0 0 1 2 2 24
10 Fiorentina 2 8 6 12 1 1 21 0 0 1 3 0 0 3 24
12 Sampdoria 1 4 4 8 1 1 13 0 0 1 3 0 0 3 16
13 Parma 0 0 3 6 1 1 7 0 0 1 3 2 4 7 14
14 Cagliari 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Verona 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Casale 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Novese 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
18 Venezia 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Atalanta 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Vicenza 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Vado 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2

Classifica generale[modifica | modifica wikitesto]

Cumulando i punti assegnati per le partecipazioni stagionali e i titoli vinti, si ottiene la graduatoria della tradizione sportiva nel campionato italiano di calcio.

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le prime cinquanta squadre nella graduatoria. In caso di parità di punti, prevale il club che ha disputato il maggior numero di campionati secondo i criteri di punteggio considerati dalla FIGC.

Pos Squadra Campionati Trofei Totale
1 Juventus 907 200 1107
2 Milan 904 134 1038
3 Inter 910 120 1030
4 Roma 907 34 941
5 Fiorentina 887 24 911
6 Torino 874 34 908
7 Lazio 877 30 907
8 Bologna 856 32 888
9 Napoli 862 24 886
10 Sampdoria[8] 852 16 868
11 Genoa 796 38 834
12 Atalanta 820 2 822
13 Verona 715 4 719
14 Udinese 702 - 702
15 Brescia 694 - 694
16 Cagliari 674 4 678
17 Bari 673 - 673
18 Palermo 655 - 655
19 Vicenza 639 2 641
20 Parma 581 14 595
21 Modena 589 - 589
22 Padova 562 - 562
23 Triestina 538 - 538
24 Catania 528 - 528
25 Lecce 525 - 525
26 Livorno 523 - 523
27 SPAL 516 - 516
28 Como 512 - 512
29 Venezia 508 2 510
30 Novara 498 - 498
31 Cremonese 477 - 477
32 Empoli 468 - 468
33 Pisa 460 - 460
34 Ascoli 458 - 458
35 Perugia 455 - 455
36 Alessandria 451 - 451
37 Pescara 451 - 451
38 Cesena 450 - 450
39 Salernitana 448 - 448
40 Foggia 447 - 447
41 Monza 444 - 444
42 Reggiana 442 - 442
43 Reggina 417 - 417
44 Catanzaro 410 - 410
45 Piacenza 404 - 404
46 Spezia 399 - 399
47 Messina 394 - 394
48 Pro Patria 389 - 389
49 Lucchese 385 - 385
50 Avellino 371 - 371

Evoluzione storica[modifica | modifica wikitesto]

La classifica si evolve annualmente e dipende dalle partecipazioni ai campionati e dai titoli vinti: di seguito sono riportate le prime cinque squadre in graduatoria al termine di ogni stagione.

Stagione 1ª posizione 2ª posizione 3ª posizione 4ª posizione 5ª posizione
Squadra C T Totale Squadra C T Totale Squadra C T Totale Squadra C T Totale Squadra C T Totale
2005-2006 Juventus 740 149 889 Milan 734 119 853 Inter 740 84 824 Roma 737 29 766 Torino 713 34 747
2006-2007 747 149 896 744 124 868 750 89 839 747 31 778 723 34 757
2007-2008 757 149 906 754 124 878 760 93 853 757 34 791 733 34 767
2008-2009 767 149 916 764 124 888 770 98 868 767 34 801 743 34 777
2009-2010 777 149 926 774 124 898 780 109 889 777 34 811 750 34 784
2010-2011 787 149 936 784 128 912 790 112 902 787 34 821 Fiorentina 767 24 791
2011-2012 797 153 950 794 129 923 800 112 912 797 34 831 777 24 801
2012-2013 807 158 965 804 129 933 810 112 922 807 34 841 787 24 811
2013-2014 817 163 980 814 129 943 820 112 932 817 34 851 797 24 821
2014-2015 827 169 996 824 129 953 830 112 942 827 34 861 807 24 831
2015-2016 837 176 1013 834 129 963 840 112 952 837 34 871 817 24 841
2016-2017 847 182 1029 844 130 974 850 112 962 847 34 881 827 24 851
2017-2018 857 188 1045 854 130 984 860 112 972 857 34 891 837 24 861
2018-2019 867 193 1060 864 130 994 870 112 982 867 34 901 847 24 871
2019-2020 877 197 1074 874 130 1004 880 112 992 877 34 911 857 24 881
2020-2021 887 200 1087 884 130 1014 890 116 1006 887 34 921 867 24 891
2021-2022 897 200 1097 894 134 1028 900 119 1019 897 34 931 877 24 901

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 167/A, p. 17.
  2. ^ Per un valore del 25%, cfr. FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 11
  3. ^ Per un valore del 10% considerando esclusivamente i risultati sportivi ottenuti dopo la Seconda guerra mondiale fino alla stagione 2009-10, cfr. Morelli, p. 177
  4. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, pp. 12; 13.
  5. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 13.
  6. ^ a b FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 12.
  7. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, pp. 11-12.
  8. ^ a b Ai sensi delle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF, art. 20, comma 5, primo e secondo capoverso), l'Unione Calcio Sampdoria, club presente nel campionato italiano di calcio non per affiliazione originaria, bensì in quanto frutto di fusione fra due club precedenti, eredita e continua la miglior tradizione sportiva fra quelle delle sue progenitrici, ossia quella della Sampierdarenese. A sua volta, la Sampierdarenese è continuatrice della tradizione sportiva della società La Dominante.
  9. ^ Ai sensi delle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF, art. 20, comma 5, primo e secondo capoverso), l'Unione Calcio AlbinoLeffe, club presente nel campionato italiano di calcio non per affiliazione originaria, bensì in quanto frutto di fusione fra due club precedenti, eredita e continua la miglior tradizione sportiva fra quelle delle sue progenitrici, ossia quella del Leffe.
  10. ^ LNPA - Statuto 2010, p. 27.
  11. ^ Il titolo di Divisione Nazionale 1945-1946 non è conteggiato ai fini della tradizione sportiva.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Morelli, I diritti audiovisivi sportivi. Manuale giuridico, pratico e teorico sui diritti di trasmissione degli eventi sportivi a seguito della riforma Melandri, Giuffrè Editore, 2012, ISBN 88-14-15082-6.

Pubblicazioni varie[modifica | modifica wikitesto]

  • Assemblea LNPA, Statuto - Regolamento (PDF), Lega Nazionale Professionisti Serie A, 1º luglio 2010. URL consultato il 1º marzo 2022.
  • Consiglio Federale FIGC, Comunicato ufficiale n. 167/A (PDF), Federazione Italiana Giuoco Calcio, 15 febbraio 2006. URL consultato il 1º marzo 2022.
  • Consiglio Federale FIGC, Comunicato ufficiale n. 171/A (PDF), Federazione Italiana Giuoco Calcio, 27 maggio 2014. URL consultato il 1º novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio