Tradizione sportiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il concetto di tradizione sportiva è un criterio concepito in Italia dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), l'organo di governo sportivo nazionale concernente il calcio, e applicato in circostanze quali i casi di ripescaggio in ognuna delle tre divisioni a carattere professionistico[1] e nella ripartizione dei diritti televisivi.[2]

I dati statistici presenti nella voce sono aggiornati all'inizio della stagione sportiva 2021-2022.

Criteri di punteggio[modifica | modifica wikitesto]

La Federcalcio definisce la «tradizione sportiva della città» come il punteggio risultante della sommatoria del valore ottenuto dalle partecipazioni ai campionati e i titoli vinti da ogni società. In caso di parità, prevarrà quella che avrà disputato il maggior numero di campionati di Serie A dalla sua istituzione nella stagione 1929-30. Nel caso permanga tale parità, prevarrà la società con il maggior numero di campionati disputati in Serie B e, in caso di ulteriore bisogno, quella col maggior numero totale di partecipazioni al campionato di Serie C o C1 e in subordine al campionato di Serie C2, ricorrendo in ultima istanza al sorteggio.[3]

Nel caso di città che ospitano diversi club nel calcio professionistico, «si terrà conto della tradizione sportiva del singolo club, cumulando, per il singolo club, i meriti sportivi conseguiti negli anni anche attraverso soggetti giuridici diversi».[4]

Partecipazioni ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la prima regolamentazione professionistica italiana risalga al 1926 con la ratifica della Carta di Viareggio, la FIGC inizia i suoi conteggi statistici sulle partecipazioni ai campionati nazionali dalla stagione 1929-1930, la prima in cui vi sono al debutto la Serie A e la Serie B strutturate a girone unico. Le stagioni sportive 1943-1944, 1944-1945 e 1945-1946 non vengono calcolate[5]: le prime due per la mancata disputa di campionati ufficiali e la terza per la disputa dei tornei di Divisione Nazionale e Serie B-C in luogo delle serie A e B. Anche la Prima Divisione, antenata del campionato di Serie C dal 1929 al 1935, non viene tenuta in considerazione. Di conseguenza, i criteri adottati dalla federazione sono:[6]

  • 10 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie A dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
  • 7 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie B dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
  • 4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C/Lega Pro dalla sua introduzione nella stagione 1935-36 alla stagione 1977-78 (esclusa la Serie C 1945-1946) e dalla reintroduzione nel 2014-15;
  • 4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C1/Lega Pro Prima Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;
  • 2 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;

Di seguito vengono riportate le prime 100 squadre nella classifica di presenze. In caso di parità, prevale il club che ha disputato il maggior numero di campionati di rango superiore, dalla Serie A in giù:

Pos Squadra Presenze Serie Montante Totale
A B C/C1 C2 A B C/C1 C2
1 Inter 90 90 - - - 900 - - - 900
2 Juventus 90 89 1 - - 890 7 - - 897
2 Roma 90 89 1 - - 890 7 - - 897
4 Milan 90 88 2 - - 880 14 - - 894
5 Fiorentina 90 84 5 - 1 840 35 - 2 877
6 Lazio 90 79 11 - - 790 77 - - 867
7 Torino 90 78 12 - - 780 84 - - 864
8 Napoli 90 76 12 2 - 760 84 8 - 852
9 Bologna 90 75 12 3 - 750 84 12 - 846
10 Sampdoria[7] 89 73 16 - - 730 112 - - 842
11 Atalanta 90 61 28 1 - 610 196 4 - 810
12 Genoa 90 55 33 2 - 550 231 8 - 789
13 Verona 90 31 53 6 - 310 371 24 - 705
14 Udinese 86 49 18 19 - 490 126 76 - 692
15 Brescia 90 23 63 4 - 230 441 16 - 687
16 Cagliari 82 42 29 11 - 420 203 44 - 667
17 Bari 87 30 46 11 - 300 322 44 - 666
18 Palermo 86 29 44 12 1 290 308 48 2 648
19 Vicenza 86 30 37 19 - 300 259 76 - 635
20 Modena 89 13 50 25 1 130 350 100 2 582
21 Parma 82 27 28 27 - 270 196 108 - 574
22 Padova 89 16 38 31 4 160 266 124 8 558
23 Triestina 81 26 22 27 6 260 154 108 12 534
24 Catania 83 17 34 28 4 170 238 112 8 528
25 Livorno 88 18 27 35 7 180 189 140 14 523
26 Lecce 83 16 29 38 - 160 203 152 - 515
27 SPAL 85 19 23 36 7 190 161 144 14 509
28 Como 81 13 35 32 1 130 245 125 2 505
29 Venezia 83 13 37 23 10 130 259 92 20 501
30 Novara 89 13 34 21 21 130 238 84 42 494
31 Cremonese 85 7 31 43 4 70 217 172 8 467
32 Empoli 77 14 22 41 - 140 154 164 - 458
33 Pisa 78 7 35 33 3 70 238 139 6 453
34 Ascoli 70 16 25 29 - 160 175 116 - 451
35 Perugia 73 13 28 29 3 130 196 116 6 448
36 Alessandria 85 13 21 34 17 130 147 136 34 447
37 Pescara 72 7 39 26 - 70 273 104 - 447
38 Cesena 68 13 32 23 - 130 224 92 - 446
39 Foggia 78 11 25 37 5 110 175 148 10 443
40 Reggiana 81 3 34 41 3 30 238 164 6 438
41 Salernitana 83 3 30 49 1 20 220 196 2 438
42 Monza 81 - 40 36 5 - 280 144 10 434
43 Reggina 72 9 24 37 2 90 168 148 4 410
44 Catanzaro 80 7 28 26 18 70 196 104 36 406
45 Piacenza 75 8 18 48 1 80 126 192 2 400
46 Messina 70 5 32 25 8 50 224 100 16 390
47 Spezia 79 2 27 40 10 20 189 160 20 389
48 Pro Patria 78 12 13 34 19 120 91 136 38 385
49 Lucchese 73 8 19 38 8 80 133 152 16 381
50 Taranto 72 - 31 36 5 - 217 144 10 371
51 Avellino 63 10 19 33 1 100 133 132 2 367
52 Siena 72 9 13 42 8 90 91 168 16 365
53 Varese 67 7 21 26 13 70 147 104 26 347
54 Ternana 65 2 28 30 5 20 196 120 10 346
55 Mantova 73 7 14 35 17 70 98 140 34 342
56 Cosenza 68 - 23 41 5 - 161 164 10 335
57 Ancona 67 2 21 39 5 20 147 156 10 333
58 Sambenedettese 64 - 21 41 2 - 147 164 4 315
59 Pistoiese 65 1 19 40 5 10 133 160 10 313
60 Arezzo 67 - 16 49 2 - 112 196 4 312
61 Legnano 70 3 14 32 21 30 98 128 42 298
62 Treviso 65 1 16 40 8 10 112 160 16 298
63 Pro Vercelli 67 6 13 24 24 60 92 92 48 295
64 Prato 75 - 10 47 18 - 70 188 36 294
65 Lecco 64 3 11 36 14 30 77 144 28 279
66 Crotone 55 3 15 30 7 30 105 120 14 269
67 Rimini 69 - 9 43 17 - 63 172 34 269
68 Chievo 35 17 10 5 3 170 70 20 6 266
69 Ravenna 58 - 7 40 11 - 49 160 22 231
70 Siracusa 57 - 7 40 10 - 49 160 20 229
71 Carrarese 61 - 2 45 14 - 14 180 28 222
72 Benevento 51 2 4 36 10 20 28 144 20 212
73 Casale 46 4 4 26 12 40 28 104 24 196
74 Pavia 54 - 4 31 19 - 28 124 38 190
75 Juve Stabia 49 - 5 32 12 - 35 128 24 187
76 Frosinone 42 2 11 13 16 20 77 52 32 181
77 Trapani 46 - 5 30 11 - 35 120 22 177
78 Potenza 48 - 5 28 15 - 35 112 30 177
79 Chieti 51 - - 36 15 - - 144 30 174
80 Casertana 44 - 2 37 5 - 14 148 10 172
81 Barletta 42 - 4 33 5 - 28 132 10 170
82 Savona 45 - 5 27 13 - 35 108 26 169
83 Grosseto 41 - 6 28 7 - 42 112 14 168
84 Marzotto Valdagno 37 - 10 21 6 - 70 84 12 166
85 Biellese 45 - 2 31 12 - 14 124 24 162
86 Sassuolo 30 9 5 2 14 90 35 8 28 161
87 Carpi 36 1 5 26 4 10 35 104 8 157
88 Cittadella 31 - 15 9 7 - 105 36 14 155
89 Sanremese 40 - 3 29 8 - 21 116 16 153
90 Forlì 46 - 1 28 17 - 7 112 34 153
91 AlbinoLeffe[8] 33 - 9 18 6 - 63 72 12 147
92 Fanfulla 31 - 12 12 7 - 84 48 14 146
93 Teramo 46 - - 26 21 - - 104 42 146
94 Virtus Entella 34 - 6 23 5 - 42 92 10 144
95 Brindisi 37 - 6 20 11 - 42 80 22 144
96 Fano 45 - - 27 18 - - 108 36 144
97 Vigevano 28 - 11 16 1 - 77 64 2 143
98 L'Aquila 38 - 3 26 9 - 21 104 18 143
99 Mestre 42 - 1 26 15 - 7 104 30 141
100 Nocerina 37 - 3 25 9 - 21 100 18 139

Titoli vinti[modifica | modifica wikitesto]

In modo simile, la Federcalcio ha stabilito diversi punteggi alle vittorie dei club nelle tre competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNPA) e nelle tre competizioni stagionali gestite dalla Union of European Football Associations (UEFA), includendo nel conteggio la Coppa delle Fiere, in quanto, pur non essendo considerata dall'UEFA come titolo ufficiale, è riconosciuta quale competizione progenitrice dell'Europa League:

Di seguito viene riportata la classifica con il totale per le squadre che hanno vinto almeno uno dei trofei precedentemente citati:

Pos Squadra Trofei nazionali Trofei internazionali Totale
Scudetto.svg Pt Coccarda Coppa Italia.svg Pt Supercoppa Italiana.svg Pt Tot. Coppa Campioni.svg Pt Coppa delle Coppe.svg Pt UEFA CUP.svg / Coppa delle Fiere.svg Pt Tot.
1 Juventus 36 144 14 28 9 9 181 2 10 1 3 3 6 19 200
2 Milan 18 72 5 10 7 7 89 7 35 2 6 0 0 41 130
3 Inter 19 76 7 14 5 5 95 3 15 0 0 3 6 21 116
4 Genoa 9 36 1 2 0 0 38 0 0 0 0 0 0 0 38
4 Torino 7 28 5 10 0 0 38 0 0 0 0 0 0 0 38
6 Roma 3 12 9 18 2 2 32 0 0 0 0 1 2 2 34
7 Bologna 7 28 2 4 0 0 32 0 0 0 0 0 0 0 32
8 Lazio 2 8 7 14 5 5 27 0 0 1 3 0 0 3 30
9 Pro Vercelli 7 28 0 0 0 0 28 0 0 0 0 0 0 0 28
10 Napoli 2 8 6 12 2 2 22 0 0 0 0 1 2 2 24
10 Fiorentina 2 8 6 12 1 1 21 0 0 1 3 0 0 3 24
12 Sampdoria 1 4 4 8 1 1 13 0 0 1 3 0 0 3 16
13 Parma 0 0 3 6 1 1 7 0 0 1 3 2 4 7 14
14 Cagliari 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Verona 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Casale 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
14 Novese 1 4 0 0 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 4
18 Venezia 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Atalanta 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Vicenza 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2
18 Vado 0 0 1 2 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2

Classifica generale[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le prime cinquanta squadre nella graduatoria della tradizione sportiva nel campionato italiano di calcio, ottenuta cumulando i punti assegnati per le partecipazioni stagionali e i titoli vinti. In caso di parità di punti, prevale il club che ha disputato il maggior numero di campionati secondo i criteri di punteggio considerati dalla FIGC.

A livello statistico, è degno di nota il fatto che solo due delle cinquanta squadre qui elencate, il Monza e il Taranto, non hanno mai disputato, finora, un campionato di Serie A.

Pos Squadra Campionati Trofei Totale
1 Juventus 897 200 1097
2 Milan 894 130 1024
3 Inter 900 116 1016
4 Roma 897 34 931
5 Torino 864 38 902
6 Fiorentina 877 24 901
7 Lazio 867 30 897
8 Bologna 846 32 878
9 Napoli 852 24 876
10 Sampdoria[7] 842 16 858
11 Genoa 789 38 827
12 Atalanta 810 2 812
13 Verona 705 4 709
14 Udinese 692 - 692
15 Brescia 687 - 687
16 Cagliari 667 4 671
17 Bari 666 - 666
18 Palermo 648 - 648
19 Vicenza 635 2 637
20 Parma 574 14 588
21 Modena 582 - 582
22 Padova 558 - 558
23 Triestina 534 - 534
24 Catania 528 - 528
25 Livorno 523 - 523
26 Lecce 515 - 515
27 SPAL 509 - 509
28 Como 505 - 505
29 Venezia 501 2 503
30 Novara 494 - 494
31 Cremonese 467 - 467
32 Empoli 458 - 458
33 Pisa 453 - 453
34 Ascoli 451 - 451
35 Perugia 448 - 448
36 Alessandria 447 - 447
37 Pescara 447 - 447
38 Cesena 446 - 446
39 Foggia 443 - 443
40 Reggiana 438 - 438
41 Salernitana 438 - 438
42 Monza 434 - 434
43 Reggina 410 - 410
44 Catanzaro 406 - 406
45 Piacenza 400 - 400
46 Messina 390 - 390
47 Spezia 389 - 389
48 Pro Patria 385 - 385
49 Lucchese 381 - 381
50 Taranto 371 - 371

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per un valore del 25%, cfr. FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 11
  2. ^ Per un valore del 10% considerando esclusivamente i risultati sportivi ottenuti dopo la Seconda guerra mondiale fino alla stagione 2009-10, cfr. Morelli, p. 177
  3. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, pp. 12; 13.
  4. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 13.
  5. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, p. 12.
  6. ^ FIGC - Comunicato ufficiale n. 171/A, pp. 11-12.
  7. ^ a b Ai sensi delle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF, art. 20, comma 5, primo e secondo capoverso), l'Unione Calcio Sampdoria, club presente nel campionato italiano di calcio non per affiliazione originaria, bensì in quanto frutto di fusione fra due club precedenti, eredita e continua la miglior tradizione sportiva fra quelle delle sue progenitrici, ossia quella della Sampierdarenese. A sua volta, la Sampierdarenese è continuatrice della tradizione sportiva della società La Dominante.
  8. ^ Ai sensi delle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF, art. 20, comma 5, primo e secondo capoverso), l'Unione Calcio AlbinoLeffe, club presente nel campionato italiano di calcio non per affiliazione originaria, bensì in quanto frutto di fusione fra due club precedenti, eredita e continua la miglior tradizione sportiva fra quelle delle sue progenitrici, ossia quella del Leffe.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Morelli, I diritti audiovisivi sportivi. Manuale giuridico, pratico e teorico sui diritti di trasmissione degli eventi sportivi a seguito della riforma Melandri, Giuffrè Editore, 2012, ISBN 88-14-15082-6.

Pubblicazioni varie[modifica | modifica wikitesto]

  • Consiglio Federale FIGC, Comunicato ufficiale n. 171/A (PDF), Federazione Italiana Giuoco Calcio, 27 maggio 2014. URL consultato il 1º novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio