Derby calcistici in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Derby (calcio).

Il calcio pioneristico italiano era caratterizzato dalle presenza di svariate squadre nelle stesse città e i numerosi incontri fra sodalizi del medesimo nucleo urbano costituivano addirittura la fase preliminare del campionato, valida per l'accesso alle finali nazionali.

Nel corso degli anni venti furono poi i gerarchi fascisti, accortisi del grandissimo potenziale propagandistico insito in quello che era divenuto il primo sport nazionale, ad imporre d'autorità la semplificazione dell'organico delle singole città: se da una parte, infatti, la presenza di rivalità all'interno di uno stesso nucleo urbano contrastava con la visione corporativa del regime, dall'altra la riduzione della dotazione societaria dei singoli centri permise la creazione di nuovi posti disponibili per un maggior numero di città. Di regola, ogni capoluogo italiano venne dotato di una singola società che potesse rappresentarlo a livello professionistico, norma da cui vennero esentati solo i tre maggiori centri del Nord, Genova, Milano e Torino, luoghi dove il calcio italiano era nato e che annoveravano tifoserie oramai troppo corpose ed antagoniste; fu invece per la forte resistenza dei dirigenti della Lazio a confluire nella neonata Associazione Sportiva Roma che lo stesso trattamento fu riservato a Roma, la capitale.

Il primo derby in assoluto, passato agli annali in un incontro ufficiale del massimo campionato italiano, fu giocato a Torino l'8 maggio 1898 fra l'Internazionale e la Torinese, squadre dalla cui fusione nascerà il Torino.

Successivamente quando nel 1929 nacque la Serie A, vi si disputarono tre derby, che divennero 4 nel 1935 in occasione del ritorno nella massima categoria della Dominante, pochi anni prima rifondatasi come Sampierdarenese. A ottant'anni di distanza, sono ancora questi i tradizionali appuntamenti stracittadini del campionato italiano di calcio: l'unica novità si verificò nelle stagioni 2001-02 e 2013-14 allorquando l'eccezionale impresa del Chievo, unica squadra già dilettantistica che sia riuscita ad ascendere fino alla massima serie, permise la disputa di un quinto derby: quello di Verona.

Di seguito vengono riportati i derby disputati almeno una volta nei campionati di Serie A e/o Serie B a girone unico.

Stracittadine[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby di Genova (Derby della Lanterna): questo derby, il più antico d'Italia, vede il Genoa contrapporsi alle altre formazioni, che nel susseguirsi dei tempi costituivano l'antagonista cittadina; furono l'Andrea Doria, la Sampierdarenese, il Liguria e la Dominante. Dal 1946 il derby è Genoa-Sampdoria, un incontro che spesso rappresenta per i tifosi delle due squadre la gara principale della stagione. Il Genoa ha giocato il suo primo derby nel 1902, vincendolo. La Sampdoria ha giocato il suo primo derby nel 1946 vincendolo.
  • Derby di Milano (Derby della Madonnina): Inter-Milan, è l'unica che vede in campo due squadre già vincitrici della Coppa dei Campioni/Champions League. Si svolse ufficialmente per la prima volta nel 1909 (in occasione della prima partita in assoluto dell'Inter), con successo rossonero.
  • Derby di Roma (Derby della Capitale): Lazio-Roma, è storicamente il derby seguito con più passione dalle due tifoserie che, in caso di vittoria nella stracittadina, possono ritenere appagata un'intera stagione. Si svolse ufficialmente per la prima volta (tra Lazio e Roma) nel 1929, con successo giallorosso.
  • Derby di Torino (Derby della Mole): Juventus-Torino, è il primo derby svolto in Italia per antichità nonché la stracittadina di Torino, la più antica tra squadre ancora esistenti. Si svolse ufficialmente per la prima volta nel 1907, con successo granata.

Derby provinciali[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli Piceno[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby del Tronto o del Piceno: Ascoli-Sambenedettese, il derby per eccellenza per entrambe le tifoserie: entroterra contro mare si scontrano in questo acceso incontro calcistico. Da sempre i cittadini di San Benedetto del Tronto rivendicano una propria autonomia dal capoluogo Piceno. Questo acceso derby è stato disputato in Serie B nelle stagioni 1976-77, 1977-78 e 1985-86.

Bari[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby di Bergamo: Atalanta-AlbinoLeffe, con l'ascesa della formazione della Val Seriana, il match è diventato un incontro tra la realtà della montagna e quella della città della provincia di Bergamo; è stato giocato in Serie B nelle stagioni 2003-04, 2005-06 e 2010-11. In precedenza il derby di Bergamo era considerato l'incontro Atalanta-Alzano Virescit (disputato in Serie B nella stagione 1999-00), città e periferia della realtà bergamasca. Tuttavia la netta preponderanza del tifo per l'Atalanta porta queste partite ad essere considerate stracittadine, più che veri e propri derby.

Como[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby del Lario: Como-Lecco, è stato disputato diverse volte in Serie B quando Lecco faceva ancora parte della Provincia di Como. È un duello tra i due rami del lago di Como: quello di Volta e quello di Manzoni.

Firenze[modifica | modifica wikitesto]

Forlì[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby della Riviera: Cesena-Rimini, disputato in Serie B nelle stagioni 1977-78, 1978-79 e 1980-81, quando Rimini faceva ancora parte della Provincia di Forlì. Ulteriori derby di campionato si sono giocati negli anni 2000, dopo il distaccamento di Rimini dalla provincia forlivese.

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Lucca[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby della Lucchesia: Lucchese-Viareggio, estremamente pericolosa visti alcuni dei precedenti storici, specialmente negli anni Venti e Trenta.[1] Ci sono precedenti in Serie B nelle stagioni 1934-35 e 1935-36, e nel II livello del campionato di calcio italiano negli anni venti.

Modena[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby Modena-Sassuolo, non storico ma ha iniziato ad avere una certa rilevanza per i recenti precedenti nella Serie B. È stato disputato infatti nelle stagioni dal 2008-2009 al 2012-2013, con un bilancio di 2 vittorie per il Modena, 5 pareggi e 3 vittorie per il Sassuolo.
  • Derby Modena-Carpi, disputato nella serie cadetta per la prima volta nella stagione 2013-2014 fino alla stagione 2014-2015.Il bilancio vede 3 vittorie per il Carpi e 1 pareggio.
  • Derby Sassuolo-Carpi. Non si è mai disputato nella Serie B e si disputerà nella Serie A per la prima volta nella stagione di 2015-2016.

Napoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby Napoli-Savoia, è stato disputato per la prima volta il 24 dicembre 1939, durante i sedicesimi di finale della Coppa Italia 1939-1940, il punteggio fu Savoia-Napoli 1-3[2]. In gare di campionato gli unici precedenti risalgono al campionato di Serie B 1999-2000, anno in cui il Napoli tornò in Serie A e il Savoia retrocesse in Serie C1. I risultati furono Savoia-Napoli 0-1[3] e Napoli-Savoia 1-1[4].

Padova[modifica | modifica wikitesto]

Salerno[modifica | modifica wikitesto]

Varese[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby vicentino o della Lana: Lanerossi Vicenza-Marzotto (ora denominato Valdagno), si giocò soprattutto tra le due guerre mondiali nella terza serie e all'inizio degli anni '50 in Serie B. La rivalità tra Vicenza e Valdagno, nonostante non si incontrino ufficialmente da decenni, è ancora accesa, tanto che in alcuni bar di Valdagno è ancora servito un cocktail chiamato "Cinqueazero", in ricordo di una vittoria del Marzotto negli anni '40.

Derby regionali[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Abruzzo.

Gli unici derby abruzzesi finora (dicembre 2014) disputati in Serie B sono quelli tra Pescara e Virtus Lanciano nelle stagioni 2013-14 e 2014-15 e quello tra Pescara e Castel di Sangro nelle stagioni 1996-97 e 1997-98.

Calabria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Calabria.
  • Derby della Calabria: qualsiasi partita che vede scontrarsi fra loro Catanzaro, Cosenza, Reggina e Crotone. Il derby più caldo e sentito dalle tifoserie è quello che si disputa tra il Catanzaro ed il Cosenza, considerato il derby di Calabria per eccellenza, il primo derby calabrese disputato in serie B nel lontano 1946. A seguire, storicamente un altro derby acceso e sentito da entrambe le tifoserie sin dagli anni 60' è sempre stato Cosenza-Reggina[5][6], anch'esso disputato in Serie B, ma a partire dalla stagione 1988-89.
  • U classicu,[7] ovvero il derby tra Reggina e Catanzaro, nonché emanazione delle due società più prestigiose della Calabria, le uniche ad aver militato in Serie A. L'ultimo confronto in campionato è stato disputato nella stagione 2014-2015, vinto di misura dai giallorossi;[8]
  • Derby dell'Ex provincia di Catanzaro: Catanzaro-Crotone è l'ex derby della provincia di Catanzaro cui Crotone vi faceva parte prima degli anni 90'.
  • Derby della Magna Grecia: Reggina-Crotone, disputato in Serie B a partire dal 2001, si conclude in parità eccezione fatta per il 2010 dove la vittoria degli amaranto rallentò la rincorsa dei pitagorici verso i play-off e un'altra vittoria amaranto vi è in Coppa Italia nel 2013 per 1-0. Poi vittoria storica allo Scida per 2-0 del Crotone in casa contro la Reggina dopo 37 anni dalla vittoria precedente nell'ottobre 2013, nella stessa stagione a marzo del 2014 i rossoblu vincono in casa degli amaranto 1-4, sancendogli la retrocessione in serie C.

Oltre a questi elencati l'unico altro derby calabrese disputato almeno in Serie B è quello tra Cosenza e Crotone nella Serie B 2000-01 e 2001-02

Campania[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Campania.

Storicamente il maggiore evento calcistico regionale è il derby della Campania, ossia la sfida che mette di fronte due compagini tra Avellino, Napoli e Salernitana.

Tra gli altri derby campani, quelli disputati almeno in Serie B coinvolgono anche Juve Stabia, Nocerina e Savoia, ed escludendo tutte le sfide provinciali più su menzionate, sono i restanti:

Emilia-Romagna[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby del Ducato: Piacenza-Parma, un tempo facenti parte dell'omonimo stato preunitario. È stato disputato per la prima volta in Serie A nella stagione 1993-94
  • Derby dell'Enza (derby del Grana): Parma-Reggiana. Il nome Enza deriva dall'omonimo fiume che divide i confini provinciali di Parma con quelli di Reggio nell'Emilia. È stato disputato per la prima volta in Serie A nella stagione 1993-94. Nonostante manchi dal 1997, si tratta della sfida più sentita in assoluto dalle due tifoserie ed è stato spesso teatro di violenti incidenti.
  • Derby del Secchia: Modena-Reggiana; il nome Secchia deriva dall'omonimo fiume che segna il confine provinciale tra Reggio e Modena. Questa gara è stata disputata al massimo in Serie B, ed è stata spesso oggetto di numerosi e violenti scontri tra le due tifoserie.
  • Derby della Riviera: Rimini-Ravenna, è stato giocato in Serie B solo nella stagione 2007-08.
  • Derby di Romagna: Cesena-Rimini (disputato in Serie B dal 1977-78), ma anche Cesena-Ravenna (disputato in Serie B solo dal 1993-94).
  • Derby Emilia contro Romagna: assumono questo nome le sfide del Cesena, squadra romagnola che spesso ha militato nelle serie maggiori, contro alcune delle principali realtà emiliane: su tutti si pone il derby con il Bologna (disputato per 10 stagioni in serie A), poi quello con il Modena (disputato al massimo in serie B), seguiti dalle sfide contro Reggiana (disputato al massimo in serie B) e SPAL (disputato al massimo in serie B). I duelli incarnano le rivendicazioni di autonomia romagnole dall'Emilia.
  • Derby della via Emilia: tutti gli incontri tra Piacenza-Parma-Reggiana-Modena-Bologna. Ad ogni modo Piacenza mantiene una certa distanza da rivalità regionali che non siano quelle con Parma e soprattutto Reggiana, sentendo maggiormente una forte rivalità con squadre lombarde come Cremonese (contro la quale si disputa il cosiddetto derby del Po), Pavia e Mantova.
  • Derby d'Emilia: assume tale nome la sfida tra Bologna e Parma, in quanto sono le due compagini più blasonate della zona, anche se hanno iniziato a sfidarsi in serie A solo dalla stagione 1990-91, anno della prima apparizione nella categoria dei parmigiani.
  • Derby Cesena-Sassuolo, è stato disputato in Serie B nelle stagioni 2009-10 e 2012-13 e nella stagione 2014-15 si giocherà in Serie A.

Friuli-Venezia Giulia[modifica | modifica wikitesto]

  • Derby del Nord-est: Udinese-Triestina, partita che vede contrapposti i capoluoghi delle regioni storico-geografiche del Friuli e della Venezia Giulia, ed anche gli unici due club regionali ad essere mai approdati in serie A. Si sono sfidate per 7 stagioni in serie A dal 1950-51 al 1958-59.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Gli unici derby tra due squadre laziali che si sono disputati esclusivamente nella massima serie sono il Derby di Roma e dalla stagione 2015-2016, per la prima volta nella storia si disputeranno per la prima volta nella storia in massima serie Roma-Frosinone e Lazio-Frosinone. Dalla stagione 2014-15, per la prima volta nella storia, in cadetteria si è disputato il Derby del Basso Lazio tra Frosinone e Latina.

  • Derby del Romano-Ciociaro: Roma/Lazio-Frosinone, questi derby si disputeranno per la prima volta nella storia alla stagione 2015-2016 della Serie A, prima di allora non si erano disputati in nessuna divisione inferiore
  • Derby del Basso Lazio: Frosinone-Latina, incontro molto sentito in entrambe le province, che mette di fronte due realtà regionali molto differenti, come quella ciociara (Frosinone) e quella pontina (Latina). La partita ha cominciato ad acquisire importanza negli anni sessanta e sono sempre state caratterizzate da incidenti tra le tifoserie, soprattutto negli anni ottanta. Nella stagione di Lega Pro Prima Divisione 2011-2012, dopo numerosi anni di fortune assai diverse, le due formazioni si sono ritrovate. Nella stagione 2014-2015, per la prima volta nella storia, il derby si gioca in Serie B.

Liguria[modifica | modifica wikitesto]

Sin dagli albori del calcio in Italia, la Liguria è stata fucina di numerose squadre e sono pertanto numerosi i derby disputatisi tra squadre liguri in Serie A o in Serie B:

Va inoltre ricordato che tre squadre ora scomparse, La Dominante, Liguria e Sampierdarenese disputarono alcuni derby con le altre squadre liguri in Serie A o in Serie B.

Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Lombardia.
  • Derby lombardo: Brescia-Atalanta, forte rivalità tra i due centri industriali lombardi legati storicamete dalla comune origine nell'antico popolo celtico dei Cenomani, un background che si riflette nella similitudine fra i dialetti delle due città, a loro volta ben distinti da quelli delle province circostanti. L'orgoglio di appartenenza alla propria città rende ancor più vivo questo scontro.
  • Derby Milan-Monza: anche se fino al 2004 Monza era in provincia di Milano, è soprattutto la distanza minima, una decina di chilometri, fra le città a rendere quasi una stracittadina questa sfida che si disputò nelle due stagioni in cui i rossoneri disputarono la Serie B: gl'incontri si chiusero tutti con vittorie milaniste, nel 1980-1981 (2-1 a Monza e 1-0 a San Siro) e nel 1982-1983 (4-1 allo Stadio Sada e 4-0 a Milano).
  • Derby del Lario: Como-Lecco, fino a qualche tempo fa era da considerarsi una rivalità provinciale; dal 1993, con la creazione della provincia di Lecco, è diventato uno scontro tra due realtà indipendenti che prosegue anche in ambito extra-calcistico. È un duello tra i due rami del lago di Como: quello di Volta e quello di Manzoni. Le due squadre si sono affrontate diverse volte in Serie B e in Serie C ma mai nella massima serie.
  • Derby dell'Insubria: Como-Varese, è una delle più accese rivalità dell'ovest della Lombardia, tanto da essere considerata rischiosa anche nelle categorie inferiori. Dopo anni di militanza in serie diverse le squadre si sono ritrovate nella stagione 2008-09.
  • Derby dell'Altomilanese: Pro Patria-Legnano, scontro tra due città da sempre in cerca di una propria autonomia, a cui va stretta l'attuale sottomissione a Varese e Milano. La rivalità ha radici storiche che trova tracce nell'età comunale. Entrambe le società vantano dei passati in Serie A e per quattro volte si sono affrontate nella massima serie.
  • Derby Como-Monza, scontro sportivo che trova radici negli anni trenta e raggiunse poi i livelli di massima tensione nel 1979, quando entrambe le formazioni erano in lotta per la promozione in Serie A. La competizione riguarda anche aspetti economici e culturali, apparentemente simili, ma con sottili differenze, che si ritrovano ad esempio nel dialetto. Le formazioni calcistiche non si sono più affrontate dal 1997 alla stagione 2009-10 a causa delle alterne fortune delle due squadre e la rivalità si è un po' raffreddata.
  • Derby della Valassina: Monza-Pro Sesto, rivalità legata alla vicinanza geografica e che assume il nome dall'arteria stradale di collegamento tra le città di Monza (MB) e Sesto San Giovanni (MI) che distano circa 6 km in linea d'aria. Negli ultimi anni le due società non si sono più affrontate a causa del fallimento della compagine sestese, avvenuto nel 2010.
  • Derby Cremonese-Mantova, negli ultimi anni, con la caduta dei grigiorossi nelle serie minori, è diventata una delle più accese rivalità del sud della Lombardia, tanto da essere considerata rischiosa. Numerosi sono stati gli incontri nei primi anni 2000 in Seconda Divisione dopo anni di militanza in serie diverse.
  • Derby del Violino: Cremonese-Brescia, rivalità accesa e storica anche se con pochi episodi di rilievo negli ultimi anni viste le alterne fortune delle due squadre.

Marche[modifica | modifica wikitesto]

  • Il derby più caldo e più sentito è quello tra Ancona e Ascoli. Rappresenta lo scontro tra le due formazioni più titolate a livello regionale, le uniche ad aver raggiunto, sebbene in periodi diversi, il campionato di Serie A.

Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Piemonte.

Puglia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Puglia.

In genere le sfide più celebri sono quelle tra le tre squadre (Bari, Lecce e Foggia) che sono le uniche pugliesi che nel loro record storico hanno il timbro della Serie A. Bari-Foggia si è disputato nella massima serie nel 1991-92 e 1994-95, Lecce-Foggia nel 1993-94 e Bari-Lecce per 7 volte. In evidenza:

Sicilia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Sicilia.

Toscana[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Toscana.
  • Derby guelfi-ghibellini: Fiorentina-Siena, partita molto più sentita dai tifosi del Siena. La provincia di Siena è quella con il maggior numero di tifosi viola dopo la provincia di Firenze, si tratta quindi di una sorta di "derby nel derby" come se Siena città giocasse contro Siena provincia.
  • Derby Livorno-Pisa, si distingue tra i vari derby toscani a causa della forte rivalità storica tra le due città. In Italia è una delle sfide a massimo rischio di ordine pubblico.
  • Derby Fiorentina-Pisa, molto sentito da entrambe le parti e, nonostante che la rivalità più sentita in assoluto da parte dei pisani è quella con i "cugini" del Livorno, alcune frange della tifoseria neroazzurra ricordano che in realtà il loro vero derby è quello con l'"odiata" Fiorentina.
  • Derby della Cintola: Pistoiese-Prato, molto sentito fra le due città. Deve il suo nome dal ricordo del furto effettuato da un pistoiese, detto "Musciattino", il quale si introdusse a Prato per rubare la Sacra Cintola; la nebbia, però, gli fece perdere l'orientamento e tornò a Prato, dove fu catturato e giustiziato dai pratesi. Numerosi sono stati gli scontri fra le tifoserie rivali, tanto da essere considerata dopo Livorno-Pisa la sfida calcistica più a rischio in Toscana.
  • Derby Mediceo: Fiorentina-Livorno, detiene il record di essere il derby toscano più disputato nella massima serie calcistica italiana con 32 incontri (16 stagioni).
  • Derby del Foro: Lucchese-Pisa, ha acquisito molta importanza poiché questa sfida negli ultimi anni è stata molto ricorrente. È molto sentita da entrambe le tifoserie. Viene chiamato anche "derby delle due torri", in riferimento alla torre pendente di Pisa e alla torre Guinigi di Lucca.
  • Derby delle Saline: Grosseto-Siena, rivalità tra il capoluogo maremmano e la città del Palio legata a un odio storico fra le due città che ha inizio dal Medioevo, in quanto Siena attaccò e sottomise Grosseto ben quattro volte per sottrargli l'egemonia economica nelle saline della costa maremmana. L'ultimo incontro tra le due squadre risale al campionato di Serie B 2010-2011.
  • Derby dell' Arcipelago: Grosseto-Livorno, sfida che si disputa per la prima volta in Serie B nel campionato 2008-09, dopo ben 30 anni di assenza di sfide ufficiali tra le due squadre.[13]
  • Derby del Pisano: Pisa-Pontedera, considerato un derby "leggero", senza screzi o problemi di ordine pubblico, molto sentito dai tifosi pontederesi e pochissimo da quelli pisani.
  • Derby della Valdera: Ponsacco-Pontedera, considerato un derby ad alto rischio, molti gli episodi di disordine soprattutto negli anni 90, tornò dopo 11 anni nella stagione 2008-2009 dove ci furono molti scontri. È molto sentito da entrambe le tifoserie.

Umbria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Umbria.
  • Derby dell'Umbria: Perugia-Ternana, derby sentitissimo e a rischio incidenti, pur non essendosi mai giocato in Serie A rappresenta lo scontro tra le due realtà maggiori dell'Umbria.

Veneto[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici in Veneto.

Altri derby e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Nel maggio del '20 un cattivo arbitraggio del derby calcistico tra la squadra cittadina e la Lucchese accende la miccia a un sommovimento popolare che autoelegge Viareggio Repubblica isolandola completamente per tre giorni". [http://www.versilia.toscana.it/carnevale/doc1.html Aldo Belli, Il Carnevale tra satira e censura]
  2. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pag. 144
  3. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pag. 618
  4. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pag. 621
  5. ^ Cosenza-Catanzaro: super, mycatanzaro.it. URL consultato il 3 ottobre 2011.
  6. ^ Calcio: Catanzaro-Cosenza, per il derby anche il cielo è blindato, ilquotidianoweb.it. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  7. ^ Lega Pro: Catanzaro-Reggina, derby tra calabresi deluse, http://www.soveratiamo.com/, 20 dicembre 2014. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  8. ^ Catanzaro-Reggina 1-0. Dopogara, Sanderra: Silva Reis rescinde, http://www.catanzaroinforma.it/, 21 dicembre 2014. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  9. ^ [1]
  10. ^ Articolo del La Repubblica del novembre 2006
  11. ^ Articolo della Gazzetta dello Sport del marzo 2006
  12. ^ Articolo del La Repubblica dell'agosto 2006
  13. ^ Livorno-Grosseto: torna un derby dimenticato
  14. ^ Tra Catanzaro e Napoli derby all'insegna della noia, Archiviolastampa.it, 15 gennaio 1979. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  15. ^ Il derby del Po: Piacenza vs Cremonese storiapiacenza1919.it
  16. ^ Federico Sciurpa, Arezzo-Perugia, storia di un derby unico in Italia in federicosciurpa.blogspot.it, novembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chrystian Calvelli, Giuseppe Lucibelli; Raffaele Schettino, Savoia storia e leggenda dall'Oncino al Giraud, Gragnano, Stampa Democratica '95, dicembre 2000.


calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio