Cronologia della storia antica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nota introduttiva

In queste pagine il computo degli anni è riportato secondo l'era cristiana (estesa agli anni avanti Cristo) e quindi utilizzando il calendario solare gregoriano[nota esplicativa 1]. La suddivisione di queste pagine di cronologia storica in cronologia della protostoria, cronologia della storia antica e cronologia del Medioevo ha solo significato metodologico per evitare la costruzione di un'unica pagina di "Cronologia della storia del mondo", troppo complicata, pesante ed ambiziosa da gestire; si è scelto pertanto di dividere i periodi in base ad alcuni riferimenti storici importanti: la scoperta della scrittura in Mesopotamia ed Egitto (passaggio dalla protostoria alla storia antica) e la scoperta delle Americhe da parte degli europei (fine del Medioevo)[nota esplicativa 2].
La cronologia della storia antica è composta da questa pagina principale, suddivisa in 8 paragrafi di 500 anni, ciascuno contenente una tabella riassuntiva geografica[nota esplicativa 3] ed una cronologia sintetica ed essenziale[nota esplicativa 4]; ad ogni paragrafo è collegata una pagina specifica con la cronologia estesa ed approfondita di quei cinque secoli. La cronologia adottata per la Mesopotamia e l'Egitto è la cronologia media.

Cronologia
MontreGousset001.jpg
Preistoria

Cronologia dell'evoluzione dei vertebrati
Cronologia dell'evoluzione dei mammiferi
Cronologia dell'evoluzione dei primati
Cronologia dell'evoluzione umana
Cronologia della preistoria
Cronologia della protostoria

Storia antica e Medioevo

Cronologia della storia antica
Cronologia della Mesopotamia
Cronologia dell'antico Egitto e Vicino Oriente
Cronologia dell'antica Grecia e Asia minore
Cronologia delle civiltà Europee
Cronologia della antica Persia, India e Asia centrale
Cronologia dell'Asia Orientale
Cronologia dell'Africa antica
Cronologia delle civiltà precolombiane
Cronologia degli eventi dell'antica Roma
Cronologia della tarda antichità
Cronologia del medioevo

Storia moderna e contemporanea

Cronologia della storia moderna
Cronologia della storia contemporanea

Portale Storia · V · D · M 

Indice

3500 a.C. - 3001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (3500 a.C. - 3001 a.C.).

Tabella geografica[modifica | modifica wikitesto]

Eurasia[modifica | modifica wikitesto]

Periodizzazione per l'età del bronzo nel Vicino Oriente antico[1]:
Età del bronzo
(3300–1200 a.C.)
Antica età del bronzo
(3300–2000 a.C.)
Antica età del bronzo I 3300–3000 a.C.
Antica età del bronzo II 3000–2700 a.C.
Antica età del bronzo III 2700–2200 a.C.
Antica età del bronzo IV 2200–2000 a.C.
Media età del bronzo
(2000–1550 a.C.)
Media età del bronzo I 2000–1750 a.C.
Media età del bronzo II 1750–1650 a.C.
Media età del bronzo III 1650–1550 a.C.
Tarda età del bronzo
(1550–1200 a.C.)
Tarda età del bronzo I 1550–1400 a.C.
Tarda età del bronzo II A 1400–1300 a.C.
Tarda età del bronzo II B 1300–1200 a.C.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Protostoria del Vicino Oriente.

In questi cinque secoli (che corrispondono alla fine del tardo calcolitico ed alla prima età del bronzo) vengono progressivamente introdotte innovazioni tecnologiche soprattutto in agricoltura con lo sviluppo della canalizzazione delle acque nell'alluvio mesopotamico e l'utilizzo dell'aratro-seminatore (apin in sumero). Sono questi i secoli della prima rivoluzione urbana, che raggiungerà il suo culmine dal 3500 a.C. al 3200 a.C., nella bassa Mesopotamia, nella zona di Uruk (che sostituirà Eridu come città egemone. L'urbanizzazione si diffonderà dalla bassa Mesopotamia nel resto della mezzaluna fertile (più lentamente in Palestina) e nelle zone limitrofe, sia tramite la costruzione di colonie (avamposti commerciali) di Uruk, che attraverso gli influssi che la cultura di Uruk avrà sulle culture confinanti (es. il sito di Arslantepe nell'alta valle dell'Eufrate). Sempre in quest'area (proprio per le esigenze della nuova amministrazione templare e palatina cittadina) vengono ideati sistemi di comunicazione delle informazioni che, attraverso i sigilli a stampo e poi i sigilli cilindrici e gli stampi su creta

Sigilli cilindrici mesopotamici in calcare e relative impressioni (Parigi, Louvre).

porteranno, più avanti, alla scoperta della scrittura cuneiforme. La prima rivoluzione urbana entrerà progressivamente in crisi prima al nord poi anche nel territorio di Uruk stessa circa dal 3000 a.C (periodo Gemdet Nasr 3000-2900 a.C.) e nel periodo protodinastico I (2900 a.C 3750 a.C. circa).

    • Mesopotamia: Periodo di Uruk antico (3800 a.C. - 3400 a.C.) (Protoliterate A) strati archeologici dal 14º al 9º e poi tardo (3400 a.C. - 3000 a.C.) (Protoliterate B), strati archeologici dall'8º al 4º. Inizio della Rivoluzione Urbana, scoperta progressiva della scrittura (dai timbri ai contrassegni fino alle tavolette di terracotta incise)[1]. Insediamenti protourbani e poi urbani anche in Eridu (da l5º al 2º strato archeologico) Nippur, Gawra e Ninive. Seguirà poi una crisi con il periodo detto di Gemdet Nasr e successivamente nel protodinastico I (dal 2900 a.C.)[1]
    • Palestina: Insediamenti protourbani di popolazioni cananee
    • Siria: insediamenti protourbani in Amuq F, Hama K, Habuba Kebira, Gebel Aruda[2].
    • Persia: insediamenti protourbani in: Khuzistan, Susa B [3]e poi tipo Uruk; sui monti Zagros, Godin Tepe dal 7º al 5º strato archeologico
esempi di ceramica cordata.
Diffusione della cultura della ceramica cordata e delle culture contemporanee confinanti

Africa[modifica | modifica wikitesto]

America[modifica | modifica wikitesto]

    • America Centrale: Inizio del Neolitico - Prime coltivazioni di mais in Mesoamerica
    • Perù: Agricoltura del cotone, fagioli, zucca e peperoncino, Addomesticamento del lama, alpaca e porcellino d'India.
    • Colombia: Nella regione caraibica della Colombia, in particolare nella regione del Canal del Dique, all'inizio della prima fase formativa intorno al 4000 a.C., vi erano già alcuni insediamenti semisedentari, suddivisi in gruppi di diverse famiglie che abitavano in grandi case denominate maloca e combinavano le loro normali attività di caccia e raccolta con la prima forma di agricoltura (coltivazione del mais), sia su piccola che grande scala. È probabile che esistessero contemporaneamente accampamenti semipermanenti lungo la costa, per accogliere altri gruppi di persone impegnate in attività di pesca e raccolta di molluschi[33]

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (3500 a.C. - 3001 a.C.).

3500 a.C. - 3201 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

3200 a.C. - 3001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

3000 a.C. - 2501 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (3000 a.C. - 2501 a.C.).

Tabella Geografica[modifica | modifica wikitesto]

Eurasia[modifica | modifica wikitesto]

--Mezzaluna Fertile--

    • Mesopotamia: questi cinque secoli si aprono con il periodo detto di Gemdet Nasr (3000 a.C. - 2900 a.C.), in cui persiste l'egemonia di Uruk però ora solo sulla bassa e media mesopotamia. La scrittura cuneiforme si perfeziona e diffonde, nel sito di Gemdet Nasr è stato scoperto un vasto edificio contenente un archivio di testi protocuneiformi su argilla con stampigli provenienti da Sigilli cilindrici. Il periodo seguente, detto protodinastico I (2900 a.C. - 2750 a.C.) vede il proseguirsi della crisi della prima urbanizzazione ma anche l'ulteriore sviluppo della struttura amministrativa con la comparsa dei palazzi (residenza di un sovrano detto ensi o lugal a seconda delle regioni), a fianco ai templi. L'amministrazione della città rimane ancora nelle mani dei sacerdoti del tempio, il sovrano ha principalmente il compito di difendere la città dai nemici secondo la volontà del dio cittadino. Il periodo seguente è il protodinastico II (2750 a.C. - 2600 a.C.) e poi il protodinastico IIIa (2600 a.C. - 2450 a.C.), che vedono l'avvio della seconda urbanizzazione ed il risorgere di numerosi centri cittadini Sumeri a Eridu, Ur, Uruk, Lagash, Nippur, Shuruppak, Marad, Kish, Sippar, Adab e la trasformazione della Mesopotamia in un mosaico di regni indipendenti e spesso in guerra fra loro. Caratteristica di questa seconda urbanizzazione sarà la regionalizzazione, la formazione di numerosi stati indipendenti anche con differenti strutture amministrative (negli stati del nord prevarrà una amministrazione laica e palatina su quella templere tipica della bassa mesopotamia). Regni importanti del centro-nord mesopotamico e siriano saranno Ebla e Mari che controllavano il commercio verso la Siria e Kish (il più importante regno del nord sumerico).
    • Fase di Troia I, fino al 2600 a.C. poi fase II
    • Palestina: Insediamenti urbani di popolazioni cananee
    • Siria: Primi insediamenti urbani nelle città di Ebla e Aleppo

--

La cultura di Jamna nel IV millennio a.C. in Europa.

Africa[modifica | modifica wikitesto]

    • Africa orientale: inizio del Neolitico
    • Antico Egitto: Termina la I dinastia e si succedono la II, la III e la IV. Vengono costruite le piramidi, dalle prime a gradoni a quelle principali di Giza perfettamente piramidali. Viene gradualmente sistemata l'amministrazione del regno con la suddivisione in distretti,

America[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia Sintetica[modifica | modifica wikitesto]

3000 a.C. - 2701 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2700 a.C. - 2651 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2650 a.C. - 2601 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2600 a.C. - 2551 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2550 a.C. - 2501 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2500 a.C. - 2001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (2500 a.C. - 2001 a.C.).

Tabella Geografica[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Protoelladico II in Grecia - Popolazioni protoindoeuropee (Pelasgi) (fino al 2300 a.C.)

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Civiltà del Gaudo in Cilento: Necropoli di Buccino

Gran Bretagna[modifica | modifica wikitesto]

Completamento dei Dolmen di Stonehenge

Europa Occidentale, Europa Centrale[modifica | modifica wikitesto]

inizio dell'Età del bronzo

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Vicino Oriente[modifica | modifica wikitesto]
Asia centrale ed Asia Orientale[modifica | modifica wikitesto]

Addomesticamento del bue, del cammello, del cavallo, del Bufalo d'acqua e della Gallina

Africa[modifica | modifica wikitesto]

America settentrionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

2500 a.C. - 2401 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2400 a.C. - 2351 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2350 a.C. - 2301 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2300 a.C. - 2251 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2250 a.C. - 2201 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2200 a.C. - 2151 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2150 a.C. - 2101 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2100 a.C. - 2051 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2050 a.C. - 2001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

2000 a.C. - 1501 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (2000 a.C. - 1501 a.C.).

La cronologia particolareggiata si trova alla pagina Cronologia della storia antica (2000 a.C. - 1501 a.C.) qui è presente un breve riassunto degli eventi di questi cinque secoli con alcune date particolarmente significative.

in questi 500 anni:

Tabella geografica[modifica | modifica wikitesto]

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Antico Egitto[modifica | modifica wikitesto]

si sviluppa e conclude il periodo storico detto Medio Regno dell'Egitto (2055 a.C. - 1790 a.C.; dinastie XI, XII) che sarà seguito da una lunga fase di disordine istituzionale detta Secondo periodo intermedio dell'Egitto (1790 a.C. - 1540 a.C.; dinastie XIII, XIV, XV, XVI, XVII). Nel 1720 a.C. circa inizio delle invasioni Hyksos in Egitto (popoli Semiti che introducono in Egitto l'uso del cavallo, del carro da guerra, del bronzo e nuove armi). Negli ultimi anni di questo periodo l'Egitto entra nella sua fase storica di nuova espansione detta Nuovo Regno dal 1530 a.C. al 1080 a.C.(XVIII - XX dinastia).

Nubia[modifica | modifica wikitesto]

Nel sud, in Nubia si consolida il regno di Kush che nel 1700 a.C. annetté un'intera area situata all'incirca presso le attuali città di Dongola e di Atbara nell'odierno Sudan.

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Vicino Oriente[modifica | modifica wikitesto]
  • Asia Minore
    • Ittiti - In questi secoli si assisterà allo sviluppo ed al consolidamento del regno degli Ittiti in Anatolia- Le città stato indipendenti delle popolazioni autoctone Hatti, dei Luvi e dei Palaici verranno assoggettate all'impero ittita, si ricordano alcuni mitici Re ittiti come Pithana (circa 1790 a.C. che riuscì ad unificare alcune tribù e a creare un regno cittadino), Anitta (1770 a.C.) e Tuldhalya I (1790 a.C.). La loro prima capitale fu Kussara poi Nesa, altro centro importante fu Zalpa. Nel 1650 a.C. Hattusili I 2º Re dell'antico Impero ittita trasferisce la capitale ad Hattusas. Nel 1595 a.C., le armate Ittite comandate dal Re Mursili I (3º Re dell'antico Impero) invaderanno Babilonia, saccheggiandola e consegnandola al dominio degli alleati Cassiti. Invaderanno anche il regno Assiro rendendolo loro vassallo dal 1585 al 1580 a.C. Fin dai suoi primi anni il regno ittita sarà indebolito da faide e complotti interni alla nobiltà ed alla stessa famiglia reale (vedi la pagina dedicata al re Hattusili I). Lo stesso Mursili I sarà assassinato nel 1590, il regno sarà funestato da colpi di stato ed usurpazioni frequenti ma tutte nell'ambito della stessa famiglia reale. Nel 1500 a.C., il re Telepinu (1525 a.C. - 1500 a.C.) pubblica un editto nell'inutile tentativo di fermare questa serie di complotti.
    • Periodo di Troia V (Distruzione di Troia) poi. dal 1800 a.C. periodo di Troia VI fino al 1300 a.C.
  • Palestina

Mesopotamia e Assiria

  • Assiria - Inizio e consolidamento dell'Antico Regno dell'Assiria, fino al 1365 a.C. - Kikkia 1º Re dell'Assiria, nel 1860 a.C. diverrà re Sargon I. Nei primi secoli di questo periodo intensi scambi commerciali con le città stato anatoliche, nascita dei Karum città mercato assire situate nei pressi dei centri anatolici, il più importante sarà il Karum di Kanesh. Dal 1760 a.C., il Regno perde la sua indipendenza, occupato dall'Impero babilonese cui diverrà vassallo fino al 1586 a.C. quando diviene vassallo degli Ittiti solo per qualche anno, fino al 1580 a.C. quando tornerà imdipendente con il re Erishum III (22º Re).
  • Babilonia - nasce il regno Amorritta di Babilonia, circa nel 1895 a.C. - Primo Re conosciuto di Babilonia, Sumu-Abum (1894 a.C. - 1881 a.C.). Circa nel 1792 a.C. diverrà re HammurabiRe di Babilonia fino al 1749 a.C. il più grande e potente re della prima dinastia, che nel 1760 a.C. conquisterà anche il regno Assiro. Nel 1595 a.C. la città sarà conquistata e saccheggiata dagli Ittiti che la consegneranno ai loro alleati Cassiti dando inizio così alla dominazione Cassita sul regno di Babilonia.
  • Terza rinascita del regno di Mari, Isidagan primo governatore, poi Jaggid-lim (Yaggid-Lim) e poi suo figlio Jaggdun-Lim (Yakhdun-Lim) (regno dal 1810 a.C. al 1793 a.C.) è il primo re di Mari del periodo successivo ad essere ben conosciuto. Il regno verrà poi distrutto circa nel 1759 a.C. per opera degli Amorrei durante il regno del re di Babilonia Hammurabi.
  • Elam - Nel 1850 a.C. circa nasce Regno indipendente in Elam detto di Anshan e Susa, ad opera di Eparti III.
  • Sumeri - Nel 1763 a.C. con la conquista di Larsa da parte del regno di Babilonia si ha la fine definitiva delle ultime vestigia della civiltà sumerica.
    • Progressiva nascita del Regno Hurrita di Mitanni in Siria, approfittando del vuoto di potere generatosi nella Mesopotania del nord in seguito alla caduta dell'impero babilonese amorrita nel 1595 a.C. Shuttarna I (1530 a.C.-1510 a.C.), primo re attestato, benché poco conosciuto
Asia Centrale[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia[modifica | modifica wikitesto]
Italia[modifica | modifica wikitesto]
Francia[modifica | modifica wikitesto]
Europa centrale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

2000 a.C. - 1901 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1900 a.C. - 1801 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1800 a.C. - 1701 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1700 a.C. - 1601 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1600 a.C. - 1501 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1500 a.C. - 1001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (1500 a.C. - 1001 a.C.).

La cronologia particolareggiata si trova alla pagina Cronologia della storia antica (1500 a.C. - 1001 a.C.) qui è presente un breve riassunto degli eventi di questi cinque secoli con alcune date particolarmente significative.

Tabella geografica[modifica | modifica wikitesto]

In questi 500 anni: da sottolineare il periodo attorno al 1200 a.C. con la cosiddetta invasione dei popoli del mare che porterà notevoli conseguenza politiche sia nel vicino oriente che in Grecia che nel Nordafrica.

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Antico Egitto[modifica | modifica wikitesto]

In questi anni è compreso tutto il periodo della storia egizia detto Nuovo Regno che va dal 1530 a.C. al 1080 a.C. e comprende le dinastie XVIII, XIX e XX secondo la cronologia di Manetone. I faraoni più importanti di questo periodo saranno: Thutmose III che il 1457 a.C., 16 aprile, vinse la I Battaglia di Megiddo; 1355 a.C. Amenhotep IV (Akhenaton) detto il faraone eretico per la riforma religiosa che tentò di attuare; 1342 a.C. - Ankhtkheperura (Merit-Aton, Nefertiti?); 1335 a.C. Tutankhamon (Rathotis); 1290 a.C. - Seti (Sethos); 1278 a.C.Ramesse II (Ramsete II).

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Vicino Oriente[modifica | modifica wikitesto]
  • Espansione del Regno Hurrita di Mitanni in Siria, per opera di Re Barattarna (1510 a.C. -1480 a.C.). Il regno confinava con il regno di Egitto a ovest (in Siria), con il regno Ittita a nord, con il regno Babilonese Cassita a sud e con la futura potenza assira ad est. Raggiunse l'apice della sua espansione nel 1430 a.C. circa con la conquista dell'Assiria grazie all'alleanza con l'Egitto. Nel 1385 a.C. l'Assiria si liberò dalla dominazione dei Mitanni. Il regno ormai indebolito cadde alternativamente sotto il controllo ittita e quello assiro fino a venire definitivamente incorporato nel regno assiro nel 1250 a.C. come provincia dal nome Hanilgalbat
    • Barattarna 1º Re di Mitanni (Durante il regno di Thutmose III in Egitto, truppe egiziane attraversarono l'Eufrate ed entrarono nel cuore del territorio di Mitanni. A Megiddo, combatterono contro un'alleanza di 330 principi siriani e capi tribali, sotto il comando del governatore di Kadesh).
  • nel 1300 a.C. Comparsa del primo alfabeto ad Ugarit (Siria)
  • Insediamenti di nomadi Aramei in Siria dal 1400 a.C.
  • Anatolia: in questi secoli l'impero ittita raggiunge la sua massima espansione fino al 1200 a.C., dopo la seconda battaglia di Kadesh, quando entrerà in rapida crisi per lo scontro con i popoli del mare
    • Ittiti - Antico Regno Ittita - la fase di transizione detta Medio Regno Hittita (fino al 1430 a.C.) con 6 Re non viene ormai più riconosciuta - segue il periodo storico detto del nuovo regno con Tudhalia I 1º Re Ittita(L'evento più famoso del suo regno fu la conquista del territorio di Assuwa). Con Suppiluliuma I (ca. 1344 a.C. - 1322 a.C.), 5º Re Ittita del nuovo regno, nel 1358 a.C., il regno Ittita entra nell'epoca imperiale propriamente detta. Nel 1275 a.C. il re Muwatalli II (ca. 1285-1270) si scontrò con il faraone egiziano Ramesse II nella II Battaglia di Qadesh. La fine degli Ittiti, attorno alla decade degli anni 1180-1170 a.C., fu determinata dagli attacchi dei cosiddetti popoli del mare. Alla dissoluzione dell'impero ittita sopravviveranno solo alcuni staterelli indipendenti. Stati neo-ittiti saranno presenti in Siria (Karkemiš, Hattina), in Cilicia (Que, Hilakku), nell'alto Eufrate (Kummuh, Melid, Gurgum) e in Cappadocia (Tabal, che è l'unico di una certa estensione) e saranno assoggettati dall'assiro durante il regno di Tiglatpileser III nel 743 a.C. e di Sargon II tra il 740 a.C. e il 710 a.C.
Vicino Oriente[modifica | modifica wikitesto]
Asia Centrale[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia[modifica | modifica wikitesto]
  • in questi 500 anni si conclude l'epopea dalla civiltà minoica e micenea, travolta quest'ultima dalle invasioni di popoli dal nord, gli Achei
Italia[modifica | modifica wikitesto]
Europa Occidentale[modifica | modifica wikitesto]
Europa centrale, Europa settentrionale[modifica | modifica wikitesto]

Inizio della Cultura dei campi di urne dal 1400 a.C. circa

Americhe[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

1500 a.C. - 1401 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1400 a.C. - 1301 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

1300 a.C. - 1201 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1200 a.C. - 1101 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1100 a.C. - 1001 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

1000 a.C. - 501 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (1000 a.C. - 501 a.C.).

La cronologia particolareggiata si trova alla pagina Cronologia della storia antica (1000 a.C. - 501 a.C.) qui è presente un riassunto degli eventi di questi cinque secoli con alcune date particolarmente significative.

In questi 500 anni:

Tabella geografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella prima parte di questo periodo gli ultimi regni Ittiti indipendenti (nati dalla dissoluzione dell'impero ittita del XII secolo a.C.) vengono definitivamente assimilati all'impero assiro.
  • Si svolge tutta l'epopea del regno di Israele, dalla sua massima gloria sotto Salomone, alla divisione in due regni, alla caduta prima del regno di Israele e poi del regno di Giuda con la deportazione a Babilonia. Il re Ciro II il Grande consentirà il ritorno degli esuli giudei a Gerusalemme, dove ricostruiranno il tempio.
  • L'impero Assiro giunge alla sua massima espansione sotto il re Assurbanipal per poi crollare, pochi anni dopo, sotto l'attacco congiunto dei Medi e dei Babilonesi nel 612 a.C.
  • Ciro II il grande fonda l'impero Persiano
  • La progressiva crisi dell'impero Egiziano si concluderà con la conquista da parte dei persiani e la trasformazione dell'Egitto in semplice satrapia dell'impero Persiano
  • Una sorte simile avrà la città di Babilonia che, pur divenendo una delle tre capitali dell'impero Persiano, entra in una lenta crisi progressiva.
  • La Grecia passa dai secoli bui al periodo arcaico che vedrà l'affermarsi del sistema politico delle poleis con la graduale trasformazione dei governi da monarchie assolute (il wanax miceneo) a monarchie oligarchiche (il re diviene Basileus, primo fra pari), in seguito si assisterà al diffondersi delle tirannidi e poi dei primi governi democratici. In questo periodo opereranno i grandi legislatore: Licurgo a Sparta, Solone e Clistene ad Atene. I greci in questi secoli fonderanno numerose colonie in Asia Minore e nel sud dell'Italia ed in Sicilia. Nel 712 a.C. viene tradizionalmente fissata la data della I olimpiade.
  • Diffusione degli Etruschi in Italia.
  • La Cultura dei campi di urne celtica si espande in tutta l'Europa
  • Nel 753 viene fondata Roma ed in questi secoli si conclude la storia della Roma monarchica con l'instaurazione della repubblica nel 510 a.C.
  • In Messico di diffonde la cultura Olmeca.
  • In India: Periodo vedico IV -Età del ferro III, Periodo Mahajanapadas o dei 16 Regni- (fino al 325 a.C.). 565 a.C. - Nascita del Buddha (Siddhārtha Gautama) in India (M. 485 a.C.)
  • In Cina governo della Dinastia Zhou orientale conosciuto anche come Periodo delle Cento Scuole. Periodo delle primavere e degli autunni (dal 771 a.C. al 454 a.C.)-Prende il nome dalle cronache di quel tempo, gli Annali delle primavere e degli autunni, tradizionalmente attribuiti a Confucio.
  • In Giappone: Occupazione progressiva da parte di popolazioni Tunguse(provenienti dalla Corea) e Protomalesi che soppiantano le preesistenti popolazioni indoeuropee Ainu

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

  • 508 a.C. - Clistene arconte eponimo di Atene dopo la caduta della tirannide, elabora una nuova costituzione.

500 a.C. - 1 a.C.[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della storia antica (500 a.C. - 1 a.C.).

La cronologia particolareggiata si trova alla pagina Cronologia della storia antica (500 a.C. - 1 a.C.) qui è presente un riassunto degli eventi di questi cinque secoli con alcune date particolarmente significative.

Tabella geografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Grecia: questi 500 anni vedono il massimo splendore della Grecia nel V secolo a.C. con l'Atene di Pericle ed il suo progressivo declino dalla fine della guerra del Peloponneso fino all'invasione Macedone. Sono anche i secoli dell'epopea di Alessandro Magno e dei regni ellenistici.
  • Persia: anche l'impero persiano vede in questi secoli il suo massimo splendore con il regno di Dario I e di suo figlio Serse nonostante le sconfitte contro i greci nelle guerre persiane. Seguirà una progressiva decadenza fino alla conquista da parte di Alessandro Magno e la sua trasformazione nell'impero ellenistico dei Seleucidi fino alla sottomissione a Roma
  • Roma: sono i cinque secoli della seconda Roma: la repubblica. Nel V secolo, sarà impegnata a difendere la sua sopravvivenza dai vicini, Etruschi, Latini ecc. e dai Galli. Successivamente con le guerre sannitiche espanderà verso il sud del suolo italico il suo dominio alla scopo di rendere sicure le vie per il rifornimento di cereali; questo porterà però inevitabilmente allo scontro con le colonie greche della Magna Grecia. Successivamente, l'intervento in Sicilia la porterà a scontrarsi con Cartagine durante le tre guerre puniche che avranno, soprattutto la seconda, un forte impatto demografico sulla repubblica, provocando il decadere dell'aristocrazia latifondista e l'emergere della borghesia dei commercianti. Segue l'impegno di Roma nel mediterraneo orientale con la conquista della Macedonia e della Grecia e poi dell'impero Seleucide e Tolemaico ed infine la conquista del nord Europa con l'invasione della Gallia. Personaggi di questo periodo sono Pirro re dell'Epiro, Annibale, gli Scipioni e Caio Giulio Cesare. Questi cinque secoli si concludono con l'assassinio di Cesare e l'arrivo al potere di Ottaviano Augusto e quindi la fondazione dell'impero romano (la terza Roma).
  • India: affermazione del Regno Magadha nel nord dell'India: Dinastia Nanda poi unificazione con l'Impero Maurya che dominerà tutta l'India
  • Cina: tre famiglie dominanti - Zhao, Wei e Han - si divisero lo Stato di Jin dando origine a tre stati distinti poi Qin Shi Huang unificherà la Cina
  • Sud America: Nascita della civiltà Maya come la conosciamo.

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

In questi 500 anni:

0 - 476[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia della tarda antichità.

Tabella temporale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia precedente:

Protostoria
10000 a.C. c.a.
3500 a.C. c.a.
Cronologia corrente:

Storia Antica
3500 a.C. c.a.
476
Cronologia seguente:

Medioevo
476
1492

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Liverani, cap. "La rivoluzione urbana"
  2. ^ Liverani, p. 166
  3. ^ Adriano Valerio Rossi, Studi in onore di Umberto Scerrato per il suo settantacinquesimo compleanno, a cura di M. V. Fontana e B. Genito, Napoli, 2003, pp. 681-700.
  4. ^ Mallory, p. 6
  5. ^ (EN) J. P. Mallory, Afanasevo Culture in Encyclopedia of Indo-European Culture, Fitzroy Dearborn, 1997.
  6. ^ Stanley Wolpert, storia dell'India, Bompiani, 1985.
  7. ^ Maisels
  8. ^ Loewe
  9. ^ Scarre
  10. ^ Chang
  11. ^ (EN) J. P. Mallory, Baden Culture in Encyclopedia of Indo-European Culture, Fitzroy Dearborn, 1997..
  12. ^ (SK) Vera Němejcová-Pavuková, K problematike trvania a konca bolerazskej skupiny na Slovensku in Slovenska Arch., vol. 34, 1986, pp. 133-176..
  13. ^ Haarmann
  14. ^ Makkay, pp.9-50
  15. ^ Makkay2
  16. ^ Winn1
  17. ^ Winn2
  18. ^ Becker, p. 346
  19. ^ Colin, p. 186
  20. ^ (EN) The Concise Oxford Dictionary of Archaeology, Oxford University Press, 2003-2004..
  21. ^ (EN) Barry Cunliffe, The Oxford Illustrated Prehistory of Europe, Oxford University Press, 1994, pp. 250-254..
  22. ^ (EN) J.H.F. Bloemers & T. van Dorp, Pre- & protohistorie van de Lage Landen, NUGi 644, De Haan/Open Universiteit, 1991, ISBN 90-269-4448-9.
  23. ^ (EN) J. P. Mallory, Middle Dnieper Culture in Encyclopedia of Indo-European Culture, Fitzroy Dearborn, 1997.
  24. ^ (EN) J. P. Mallory, Fatyanovo-Balanovo Culture in Encyclopedia of Indo-European Culture, Fitzroy Dearborn, 1997.
  25. ^ (EN) J. P. Mallory, La cultura di Jamna in Enciclopedia della cultura indoeuropea, Fitzroy Dearborn, 1997.
  26. ^ (EN) Halstead P., Dimini and ‘DMPI’: faunal remains and animal exploitation, in Late Neolithic Thessaly in Annual of the British School at Athens, nº 87, 1992, pp. 29-59..
  27. ^ (EN) Hourmouziadis G., To neolithiko Dimini, Athens, Volos, Etairia Thessalikon Ereunon., 1979.
  28. ^ La Grecia nel neolitico.
  29. ^ Natale Barca, ISBN 88-7325-133-1, Ananke.
  30. ^ (DE) Ulrich Hartung, Prädynastische Siegelabrollungen aus dem Friedhof U in Abydos (Umm el-Qaab) in MDAIK, nº 54, 1998, pp. 187-217.
  31. ^ (DE) Günter Dreyer, Umm el-Qaab I, Das prädynastische Königsgrab U-j und seine frühen Schriftzeugnisse, AV 86, Mainz, 1998.
  32. ^ Pagina relativa alla spedizione ad Abydos del DAI (Deutschen Archäologischen Instituts). URL consultato il 14 agosto 2014.
  33. ^ (ES) Reichel Dolmatoff, Gerardo, La Tappa Formativa in Arqueología de Colombia- Un texto Introductorio, Bogotá, Pubblicazione digitale della Biblioteca Luis Ángel Arango del Banco de la República. URL consultato l'11/08/2014.
  34. ^ La più antica battaglia della storia. Trovati i resti tra l'Iraq e la Siria in Corriere della Sera, 17 dicembre 2005, p. 25. URL consultato il 10 agosto 2014.
  35. ^ Mirella Rodriguez Lo Savio, ORIGINI E STORIA DEL GATTO. URL consultato il 10 agosto 2014.
  36. ^ J. P. Mallory, "Afanasevo Culture", Encyclopedia of Indo-European Culture, Fitzroy Dearborn, 1997
  37. ^ Sumer and the Sumerians, di Harriet E. W. Crawford, p 69
  38. ^ "Oldest evidence of city life in the Americas reported in Science, early urban planners emerge as power players", 26 aprile 2001, American Association for the Advancement of Science
  39. ^ Trần Trọng Kim, Việt Nam sử lược, Saigon, Center for School Materials, 1971, p. 17.
  40. ^ Mungello, David E. The Great Encounter of China and the West, 1500-1800 Rowman & Littlefield; 3 edition (28 Mar 2009) ISBN 978-0-7425-5798-7 p.97
  41. ^ Bearzot, pp.16-17
  42. ^ Bearzot, p.18

Note esplicative[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il progetto per una cronologia assoluta dei tempi antichi richiede una serie di scelte di fondo. Si è optato per l'era cristiana perché questo è il sistema di computo degli anni che utilizzano in stragrande maggioranza gli utenti di wikipedia italiana. Altri tipi di calendarizzazione sono: il calendario ebraico utilizzato nello stato di Israele, il calendario nazionale indiano utilizzato in India, il calendario islamico utilizzato in molti stati islamici, il calendario copto utilizzato in Egitto ed Etiopia e così via. Lo stesso si può dire per la scelta della cronologia media, che è la più utilizzata dagli studiosi e dalle pagine di Wikipedia italiana.
  2. ^ Anche se i periodi e i termini utilizzati possono essere giustamente criticabili se caricati di un significato informativo (per chi studia storia cinese o indiana o delle Americhe, per esempio, la parola "Medioevo" non ha alcun senso), non lo dovrebbero essere più se utilizzati solo come riferimenti metodologici per evitare, come detto sopra, pagine di dimensioni eccessive, mantenendo però una terminologia che resta di riferimento per l'utente medio italiano che questa suddivisione ha assimilato dalla scuola.
  3. ^ sull'idea di includere tabelle geografiche si veda: Daniel Rosenberg e Anthony Grafton, Cartografie del tempo. Una storia della linea del tempo, Einaudi, 2012.
    «Recensione (di Serena Nascimben): Gli storici occidentali riterrebbero, infatti, le cronologie semplici sequenze, diversamente da quanto avveniva in passato, dall'Età classica al Rinascimento, quando cronologia e geografia erano considerate: " gli occhi della storia".»..
  4. ^ Le pagine della cronologia della storia antica riportano eventi di tutte le aree geografiche, accostando avvenimenti che probabilmente non hanno avuto influenza reciproca, solo in base alla loro possibile contemporaneità. Questo, se da un lato costituisce un aspetto criticabile di queste pagine, dall'altro è in linea con il progetto universalistico ed enciclopedico che le caratterizza
  5. ^ Nel 1998 un'équipe archeologica tedesca durante gli scavi ad Abydos (la moderna Umm el-Qa'ab) scoprì la tomba U-j di un sovrano predinastico e rinvenne trecento tavolette d'argilla iscritte con proto-geroglifici. Questo sepolcro è stato datato al 3200 - 3100 a.C. circa.[30][31][32]
  6. ^ In queste pagine non si affronta il dibattito se la scrittura sia stata scoperta prima in Egitto o in Mesopotamia, dibattito che, se può avere riflessi ideologici, non ha una determinata importanza storica, perché la scoperta della scrittura in queste due regioni è avvenuta a seguito di processi di urbanizzazione quasi contemporanei anche se indipendenti e con le due regioni in contatto fra loro almeno attraverso i commerci, come si vedrà leggendo le pagine correlate

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Liverani, Antico Oriente. Storia, società, economia, Laterza, 2009, ISBN 88-420-9041-7.
  • Cinzia Bearzot, Manuale di Storia Greca, il Mulino, ISBN 978-88-15-23349-3.
  • (EN) James Patrick Mallory, In Search of the Indo-Europeans: Language, Archaeology, and Myth, Londra, Thames & Hudson, 1991, ISBN 0-500-27616-1.
  • (EN) Maisels, Charles Keith, Early Civilizations of the Old World. The Formative Histories of Egypt, The Levant, Mesopotamia, India and China, Londra, Routledge, 1999, ISBN 0-415-10976-0.
  • (EN) Michael Loewe, The Cambridge History of Ancient China. From the Origins of Civilization to 221 B.C., Cambridge, Cambridge University Press, 1999, ISBN 0-521-47030-7.
  • (EN) Chang Kwang-chih, The Archaeology of Ancient China, quarta edizione rivista ed ampliata, New Haven, Yale University Press, 1986, SBN 0-300-03784-8.
  • (EN) Scarre, Chris, The Human Past. World Prehistory & the Development of Human Societies, Londra, Thames & Hudson, 2005, ISBN 0-500-28531-4.
  • (EN) Alasdair W. R. Whittle, Europe in the Neolithic: The Creation of New Worlds, Cambridge, Cambridge University Press, 1996.
  • (EN) Haarmann, H., Writing from Old Europe in The Journal of Indo-European Studies, nº 17, 1990.
  • (EN) Makkay, J., The Late Neolithic Tordos Group of Signs in Alba Regia, nº 10, 1969, pp. 9-50.
  • (EN) Makkay, J., Early Stamp Seals in South-East Europe, Budapest, 1984.
  • (EN) Winn, Sham M. M., The Sings of the Vinca Culture, 1973.
  • (EN) Winn, Sham M. M., Pre-writing in Southeast Europe: The Sign System of the Vinca culture, 1981.
  • (EN) Carl J Becker, A Modern Theory Of Language Evolution, iUniverse, 2004.
  • (EN) Colin Renfrew, Before civilization: The radiocarbon revolution and prehistoric Europe,, Jonathan Cape, 1973.
  • (EN) Toby Wilkinson, Royal Annals of Ancient Egypt: The Palermo Stone and Its Associated Fragments, Kegan Paul International, 2000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia