Tebe (sito archeologico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tebe
L'ingresso del Tempio di Amon a Luxor
L'ingresso del Tempio di Amon a Luxor
Nome originale Uaset
Cronologia
Fondazione Antico Regno
Territorio e popolazione
Superficie massima 73,9 Km²
Nome abitanti Tebani
Localizzazione
Stato attuale Egitto Egitto
Località Karnak e Luxor
Coordinate 25°25′53.04″N 32°21′49.32″E / 25.4314°N 32.3637°E25.4314; 32.3637Coordinate: 25°25′53.04″N 32°21′49.32″E / 25.4314°N 32.3637°E25.4314; 32.3637
Cartografia
Mappa di localizzazione: Egitto
Tebe

Tebe è un sito archeologico in Egitto, situato presso le attuali città di Karnak e Luxor. È inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 1979.

Preistoria e storia[modifica | modifica wikitesto]

Tebe per i Greci, Uaset per gli Egizi, definita la Città dalle cento porte da Omero (Iliade IX, 862),[1] fu edificata in una zona popolata almeno dal Paleolitico Medio.

Nucleo: Museo di Tolosa

Già nota al tempo della IV dinastia; divenne celebre quando i suoi monarchi si ribellarono ai sovrani di Menfi della X dinastia, riunificando nuovamente tutto il paese e dando inizio all'XI dinastia. Divenne così capitale di fatto del Medio Regno anche se la capitale ufficiale era Ity Tawy ("La dominatrice delle Due Terre"), collocata più a nord vicino alla zona del Fayum (dove in effetti si trovano le necropoli reali del Regno Medio).

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Necropoli di Tebe.

Grande influenza ebbe la sua divinità principale Amon, che divenne principale protettrice della regalità egizia nella forma di Amon-Ra re di tutti gli dei. Durante il Secondo Periodo Intermedio fu capitale delle dinastie che mantennero una certa autonomia anche durante il periodo dei sovrani hyksos. Con l'avvento della XVIII dinastia Tebe divenne la capitale a tutti gli effetti e tale rimane sotto i sovrani del Nuovo Regno.

Successivamente, con la XXI dinastia, la capitale politica fu trasferita nel delta, ma la città rimase il centro del culto di Amon (o Ammone). Nel 663 a.C. fu completamente distrutta dall'invasione di Assurbanipal e i suoi abitanti resi schiavi e deportati. Si riprese lentamente, ma fu nuovamente distrutta da altre guerre e da un terremoto nel 27 a.C.

I vari conquistatori, tra cui ultimi, i Romani, la spogliarono dei suoi tesori e dei monumenti più belli. In età cristiana vi sorsero conventi e chiese e il nome della città mutò in Tria Kastra, quindi divenne el-Uqsur, da cui l'attuale Luxor.

Patrimonio dell'Umanità[modifica | modifica wikitesto]

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Tebe
(EN) Ancient Thebes with its Necropolis
Flickr - Gaspa - Luxor, Tempio (2).jpg
Tipo Culturali
Criterio (i)(iii)(vi)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1979
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Nel 1979 l'antico sito archeologico dell'Antica Tebe con la sua necropoli fu proclamato Patrimonio dell'Umanità. Il sito di Tebe è costituito da numerosi templi funerari e religiosi situati sia sulla riva occidentale sia orientale del fiume Nilo.

Lungo la riva occidentale del Nilo, si stende la necropoli tebana. Assai note la Valle delle Regine e la Valle dei re, nelle quali scavi archeologici portarono alla luce le tombe dei sovrani del Nuovo Regno. Famoso il ritrovamento della tomba di Tutankhamon. Nella zona pianeggiante, vi sono i resti e le rovine di maestosi edifici e templi, in onore o per il culto dei defunti, quali il tempio di Medinet Habu, i colossi di Memnone, il tempio di Ramesse II e il tempio di Seti I.

Sulla riva orientale si trovano il Tempio di Luxor e il Grande tempio di Amon.

Tempio di Luxor[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Tempio di Luxor.
Tempio Karnak, 1º pilone.
Tempio di Luxor, il 1º pilone

Il Tempio di Luxor è un grande complesso templare egiziano situato sulla riva orientale del Nilo nella città di Luxor (antica Tebe).

Grande tempio di Amon[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Grande tempio di Amon.

Il Grande tempio di Amon, o Tempio di Karnak è un grande complesso templare egiziano situato sulla riva orientale del Nilo nella città di Luxor (antica Tebe).

Colossi di Memnone[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Colossi di Memnone.

I Colossi di Memnone sono due enormi statue di pietra del faraone Amenhotep III. Nei passati 3400 anni sono rimasti nella necropoli di Tebe, lungo le rive del Nilo, di fronte all'attuale città di Luxor.

Medinet Habu[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Medinet Habu.

Medinet Habu è il nome moderno del sito che ospita un importante complesso templare risalente all'antico Egitto posto sulla riva occidentale del Nilo nei pressi di Tebe.

Ramesseum[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ramesseum.

Il Ramesseum è il tempio funerario del faraone Ramesse II in Egitto.

Valle delle Regine[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Valle delle Regine.

La Valle delle regine è la località dell'Egitto dove furono sepolte le regine della XIX e XX dinastia, i figli dei sovrani egizi, personaggi di sangue reale o strettamente legati alla monarchia.

Valle dei re[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Valle dei re.

La Valle dei re è una località dell'Egitto dove furono sepolti i sovrani del Nuovo Regno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edda Bresciani, Grande enciclopedia illustrata dell'antico Egitto, pag.323

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]