Eracleopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 29°05′07.79″N 30°56′04.31″E / 29.085498°N 30.934531°E29.085498; 30.934531

Eracleopoli
Heracleopolis Magna
Henet-nesut
Parziale vista sul bassorilievo dalla parete nord di una cappella funeraria contenente le tombe di governatore distrettuale Neferkhau e una donna di nome Sat-Bahetep (probabilmente la moglie), datata tra il IX e XI Dinastie. Si presenta con un funerario alimentare-offerta rituale per Sat-Baheteps di ka (tra il 2160 e il 1990 a.C.).
Parziale vista sul bassorilievo dalla parete nord di una cappella funeraria contenente le tombe di governatore distrettuale Neferkhau e una donna di nome Sat-Bahetep (probabilmente la moglie), datata tra il IX e XI Dinastie. Si presenta con un funerario alimentare-offerta rituale per Sat-Baheteps di ka (tra il 2160 e il 1990 a.C.).
Civiltà Civiltà egizia
Utilizzo Città
Epoca II millennio a.C.
Localizzazione
Stato Egitto Egitto
Località Ihnasya el Madîna
Mappa di localizzazione: Egitto
Eracleopoli
Locacalizzazione di Eracleopoli in Egitto.

Eracleopoli (anche Heracleopolis Magna) è il nome greco di una città dell'antico Egitto, capitale del XX distretto (Sicomoro del Sud) dell'Alto Egitto. Il nome originario egiziano era Henet-nesut.
La città ebbe un momento di importanza politica durante le dinastie IX e X quando fu, di fatto, capitale dell'Egitto.

Il principale dio locale era Hershef (in greco Harsafes), equivalente a quello greco Eracle.

Si trova presso la città di Ihnasya el Madîna, a circa 15 km a ovest di Beni Suef nell'omonimo governatorato.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guy Rachet, Dizionario Larousse della civiltà egizia, Gremese Editore, ISBN 88-8440-144-5
  • Edda Bresciani, Grande enciclopedia illustrata dell'antico Egitto, De Agostini, ISBN 88-418-2005-5
  • Margaret Bunson, Enciclopedia dell'antico Egitto, Fratelli Melita Editori, ISBN 88-403-7360-8

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]