Šuppiluliuma II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rilievo di Šuppiluliuma II ad Hattusa

Šuppiluliuma II, figlio di Tudhalia IV (... – ...), è stato l'ultimo re a noi conosciuto dell'Impero ittita.

Egli governò dal 1207 al 1178 a.C. circa, contemporaneo a Tukulti-Ninurta I degli Assiri.

Di lui abbiamo conoscenza grazie a due iscrizioni in Geroglifico anatolico. Esse riportano di guerre contro il vassallo ufficiale di Tarhuntassa e contro Alasiya di Cipro.

Una di queste iscrizioni fu trovata nella Città Alta di Hattusa, l'altra nell'angolo nord della vasca orientale.

Il regno ittita fu distrutto dall'invasione dei Popoli del Mare attorno al 1170 a.C. Secondo le registrazioni di Ugarit, la minaccia ebbe origine a occidente e i re ittiti chiesero aiuto a Ugarit:

L'avanzata nemica è contro di noi e non ci sono i numeri (...) Il nostro numero è puro (?) (...) Qualsiasi cosa sia possibile, provaci e mandamelo (...).

Il re di Ugarit scrisse ad Alasiya di Cipro:

Mio padre vede le navi nemiche arrivare qui; le mie città (?) furono bruciate, ed essi hanno compiuto atti maligni nel mio territorio. Non sapeva mio padre che tutte le mie truppe e la cavalleria sono nel regno Ittita, e tutte le mie navi nel regno di Lukka? (...) Così, il paese è abbandonato a sé stesso. Mio padre possa saperlo: le sette navi dei nemici che sono venute qui ci hanno inflitto molti danni.

Dopo la caduta, le tribù barbare controllarono gli Ittiti. Ḫattuša stessa fu distrutta, il suo sito originario occupato nuovamente da una fortezza Frigia dopo circa 500 anni.

Kunzi-Teshub, re del Karkemiš prese il titolo di "Grande Re", essendo un discendente di Šuppiluliuma I.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re ittiti Successore
Arnuwanda III 1207-1178 a.C. sconosciuto