Lukka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le terre di Lukka vengono spesso citate nei testi ittiti a partire dal II millennio a.C. Denotano una regione situata nella parte sud-occidentale dell'Anatolia. Le terre di Lukka non furono mai poste in modo permanente sotto il controllo ittita, e gli stessi Ittiti le consideravano ostili.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È comunemente accettato il fatto che il toponimo dell'età del bronzo, Lukka, è parente del classico Licia. C'è invece contrasto tra le visioni minimalista e massimalista riguardo alla sua estensione. Secondo i massimalisti capitanati da Trevor Bryce, che discute le occorrenze del termine Lukka nei testi dell'età del bronzo:[1]

(EN)
« From these texts we can conclude the Lukka, or Lukka lands, referred to a regions extending from the western end of Pamphylia, through Lycaonia, Pisidia and Lycia »
(IT)
« Da questi testi possiamo concludere che il termine Lukka, o terre di Lukka, faceva riferimento a regioni che si estendevano dal confine occidentale della Panfilia, per tutta la Licaonia, Pisidia e Licia »

I minimalisti sono invece guidati da Ilya Yakubovich, che si basa sull'analisi delle prove dei testi esistenti:[2]

(EN)
« [We] have positive philological arguments for the presence of Bronze Age Lukka settlements in classical Lycia, but not anywhere else in Asia Minor or beyond it »
(IT)
« [Noi] abbiamo argomentazioni filologiche positive riguardo alla presenza nell'età del bronzo degli insediamenti di Lukka nella Licia classica, ma non altrove in Asia Minore o oltre »

I soldati delle terre di Lukka combatterono alleati agli Ittiti nella famosa battaglia di Qadeš (ca. 1274 a.C.) contro il faraone egizio Ramesse II. Un secolo dopo, Lukka si rivolse di nuovo contro gli Ittiti. Il re ittita Šuppiluliuma II tentò invano di sconfiggere Lukka, che contribuì al collasso dell'impero ittita.

Lukka viene anche citata negli antichi testi egizi. Furono una delle tribù che formavano i Popoli del mare, che invasero l'Egitto ed il Mediterraneo orientale nel XII secolo a.C.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trevor Bryce (2005) The Kingdom of the Hittites, p. 54
  2. ^ Ilya Yakubovich (2010) Sociolinguistics of the Luvian Language, Leiden: Brill, p. 134
  3. ^ Bryce 2005, p. 336; Yakubovich 2010, p. 134