WorldCat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WorldCat
URL http://www.worldcat.org
Tipo di sito Catalogo e comunità
Registrazione libera
Proprietario
Creato da

WorldCat è un catalogo bibliografico che registra le collezioni delle 72.000 biblioteche che, da oltre 170 nazioni[1], partecipano alla cooperazione bibliotecaria Online Computer Library Center (OCLC). WorldCat è costruito e mantenuto collettivamente dalle biblioteche partecipanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il catalogo fu creato nel 1971 e, a settembre 2012, aveva raggiunto una mole di oltre 271 milioni di record bibliografici, che puntano a non meno di 1,83 miliardi di risorse (sia fisiche, sia digitali), in più di 470 lingue.[1] È il più ampio database bibliografico internazionale. OCLC fornisce WorldCat liberamente alle biblioteche, ma il catalogo stesso è la base per altri servizi a pagamento, come la condivisione di risorse e la gestione della collezione. WorldCat fu fondato nel 1967 da Fred Kilgour.[2]

Nel 2003, OCLC iniziò il programma pilota "Open WorldCat", rendendo disponibili record abbreviati, provenienti da una sezione di Worldcat, ai siti web partner e ai rivenditori di libri per incrementare l'accessibilità delle collezioni delle biblioteche partecipanti. Nel 2006 {{chiarimento| divenne possibile fare ricerche su WorldCat direttamente sul suo sito web. Nel 2007, WorldCat Identities cominciò a fornire pagine su 20 milioni di "identità", la maggior parte dei quali è costituita da autori e persone che sono soggetti di titoli pubblicati.

Limitazioni[modifica | modifica sorgente]

WorldCat opera seguendo un modello di elaborazione batch, invece che in tempo reale: i record di WorldCat vengono sincronizzati con i contenuti dei cataloghi delle biblioteche in maniera periodica ma a intervalli discontinui, e quindi l'aggiornamento non avviene né quotidianamente né in tempo reale. WorldCat può mostrare dunque che un determinato documento è presente nel catalogo della biblioteca, ma non se questo è in prestito in quel momento, oppure è disponibile. Per ovviare a questo problema, esiste la possibilità per le biblioteche di aggiungere link diretti al proprio catalogo, in modo da permettere agli utenti di controllare lo status di circolazione del documento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b WorldCat facts and statistics, Online Computer Library Center, 2011. URL consultato il 6 novembre 2011.
  2. ^ Margalit Fox, Frederick G. Kilgour, Innovative Librarian, Dies at 92 in The New York Times, 2 agosto 2006. URL consultato il 22 dicembre 2009.
    «Frederick G. Kilgour, a distinguished librarian who nearly 40 years ago transformed a consortium of Ohio libraries into what is now the largest library cooperative in the world, making the catalogs of thousands of libraries around the globe instantly accessible to far-flung patrons, died on Monday in Chapel Hill, N.C. He was 92.».

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]