Iolco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iolco
ex frazione
Ιωλκός
Porto di Iolco
Porto di Iolco
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Tessaglia
Unità periferica Magnesia
Comune Volos
Amministrazione
Data di soppressione gennaio 2011
Territorio
Coordinate 39°24′N 22°58′E / 39.4°N 22.966667°E39.4; 22.966667 (Iolco)Coordinate: 39°24′N 22°58′E / 39.4°N 22.966667°E39.4; 22.966667 (Iolco)
Altitudine 156 m s.l.m.
Superficie 1,981 km²
Abitanti 2 071[1] (2001)
Densità 1 045,43 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 385 00
Prefisso 24210-
Fuso orario UTC+2
Targa BO
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Iolco
Sito istituzionale

Iolco (nota anche come Jolco, Iolkos o Iolcus, in greco: Ιωλκός) era un'antica città della Tessaglia, nella Grecia centro-orientale (vicino alla moderna città di Volos).

Affresco pompeiano di Pelia e di Giasone

La città attuale è stata comune autonomo fino al gennaio 2011, quando è stato soppresso a seguito della riforma amministrativa detta piano Callicrate[2] ed è ora compreso nel comune di Volos.

Con un'area di soli 1,981 km² era il tredicesimo più piccolo comune della Grecia e il più piccolo se non vengono considerati i sobborghi di Atene e Tessalonica. Il comune era diviso in tre distretti comunali, con una popolazione totale di 2.071 abitanti. Il distretto di Ágios Onoúfrios (506 abitanti) ha un'area di 0.200 km², ed è il più piccolo distretto comunale di tutta la Grecia. La sede comunale è il villaggio di Áno Vólos (529 abitanti). La piccola città di Anakasia (933 abitanti) è il centro del comune di Iolco. Anakasia possiede una scuola, un liceo, banche, un ufficio postale e una piazza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la mitologia greca, Iolco fu fondata da Creteo figlio di Eolo e di Enareta. Da sua moglie Tiro ebbe tre figli: Esone, Fere e Amitaone. Tiro ebbe anche una relazione con il dio Poseidone dal quale nacquero due figli, Pelia e Neleo. Esone era il legittimo erede al trono, ma fu usurpato dal fratellastro Pelia. Fu proprio Pelia che spedì il figlio di Esone, Giasone, e i suoi Argonauti, alla ricerca del vello d'oro.

Il luogo delle antiche rovine di Iolco si crede sia situato vicino il villaggio di Dimini, dove recentemente è stato portato alla luce un palazzo dell'epoca micenea.[3]

Nei pressi di Iolco si trova la città di Magnesia, teatro nel 352 a.C. di una famosa battaglia combattuta tra Filippo II di Macedonia e i Focesi di Onomarco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (GR) http://www.statistics.gr/gr_tables/S1100_SAP_2_monimos2001.zip Servizio nazionale di statistica della Grecia. Consultato il 30-10-2007
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 13 marzo 2011.
  3. ^ Scientists trace the trail of Argonauts

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia