Imperatore della Cina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il vessillo imperiale della dinastia Qing (1644-1912).

Il titolo di Imperatore della Cina (cinese: 皇帝; pinyin: Huángdì) venne conferito a tutti i monarchi regnanti sulla Cina imperiale dalla fondazione della dinastia Qin nel 221 a.C. sino alla deposizione della dinastia Qing nel 1912. L'imperatore aveva anche l'appellativo di Figlio del Cielo, titolo creato durante il regno della dinastia Shang: all'imperatore veniva riconosciuto il ruolo di Tianxia, che tradotto significa "Tutto al di sotto del cielo", ad indicare che il potere dell'imperatore era diffuso, secondo la tradizione, su tutta la Terra, non solo sul territorio da lui controllato direttamente.

Gli imperatori appartenenti alle stesse famiglie sono oggi classificati in periodi storici denominati dinastie.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]