Dinastia Zhou occidentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
History of China
Storia della Cina
MITOLOGICA
Tre Augusti e Cinque Imperatori
ANTICA
Dinastia Xia c. 2100 – c. 1600 a.C.
Dinastia Shang c. 1600 – c. 1046 a.C.
Dinastia Zhou c. 1045 – 256 a.C.
 Dinastia Zhou occidentale
 Dinastia Zhou orientale
   Periodo delle primavere e degli autunni
   Periodo dei regni combattenti
IMPERIALE
Dinastia Qin 221–206 a.C.
Dinastia Han 206 a.C. – 220 d.C.
  Dinastia Han occidentale
  Dinastia Xin
  Dinastia Han orientale
Tre Regni 220–280
  Wei, Shu e Wei
Dinastia Jìn 265–420
  Jin occidentale Sedici regni
304–439
  Jin orientale
Dinastie del Nord e del Sud
420–589
Dinastia Sui 581–618
Dinastia Tang 618–907
  (Wu Zetian 690–705)
5 dinastie
e 10 regni

907–960
Dinastia Liao
907–1125
Dinastia Song
960–1279
  Song del Nord W. Xia
  Song del Sud Dinastia Jīn
Dinastia Yuan 1271–1368
Dinastia Ming 1368–1644
Dinastia Qing 1644–1911
MODERNA
Repubblica di Cina 1912–1949
Repubblica popolare
cinese

1949–presente
Repubblica di Cina
(Taiwan)

1949–presente
Confini della Dinastia Zhou occidentale

Nella storia della Cina la dinastia Zhou viene generalmente suddivisa in due periodi. Il primo periodo va dalla fondazione della dinastia nell'XI secolo a.C. fino al 771 a.C. e viene denominato il periodo della Dinastia Zhou occidentale. Il periodo dal 770 a.C. fino all'abdicazione dell'ultimo re Zhou nell'anno 256 a.C. viene definito come Dinastia Zhou orientale.

Le definizioni orientale od occidentale derivano dalle rispettive capitali di entrambi i periodi. La dinastia Zhou occidentale aveva come capitale una località nelle vicinanze dell'attuale Xi'an nella provincia dello Shaanxi, mentre la dinastia Zhou orientale aveva costituito la propria capitale nell'orientale Luoyang nell'attuale provincia dello Henan.


Recentemente, nuovi studi sulle iscrizioni dell'epoca hanno fatto spostare la data tradizionale di inizio della dinastia Zhou dal 1122 a.C. al 1045 a.C.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tribù Zhou sarebbe già vissuta ai tempi della dinastia Xia nell'ovest dell'attuale provincia dello Shaanxi. Come tutte le case reali e principesche dell'antichità cinese il loro lignaggio derivava da un antenato leggendario o da un re saggio. Il cognome degli Zhou è Ji (姬).

Durante la dinastia Shang gli Zhou si rafforzarono sempre di più. Si insediarono nel territorio fertile al centro dello Shaanxi, i successi agricoli posero la prima pietra per la loro ascesa. Al rafforzamento economico seguì quello politico e militare. Tramite parecchie campagne militari riuscirono a respingere i nomadi del nord e ad espandersi ulteriormente verso Ovest fino a raggiungere lo Sichuan attuale. Anche sul piano politico la loro influenza crebbe tanto che molte popolazioni confinanti si associarono politicamente agli Zhou. Questo portò inevitabilmente al conflitto con la dinastia Shang, che dovette inviare a ovest spedizioni militari punitive.
Nella decisiva battaglia di Muye i resti dell'esercito dell'ultimo re Shang Di Xin si consegnarono agli Zhou. Il re Wu (1046 a.C.-1043 a.C.) fu il fondatore della dinastia Zhou.

Il governo Zhou fu inizialmente instabile, nonostante la sottomissione di varie popolazioni barbare. Gli Zhou stabilirono la capitale a Zongzhou/Hao nella valle di Wei (Shanxi) e fondarono il loro potere su un sistema che viene definito feudale, e che con termine cinese è chiamato Fēngjiàn zhìdù (封建制度). Il territorio degli Zhou era formato da un insieme di piccole città-stato. Ufficiali e funzionari non venivano pagati, ma ricevevano doni dal re, spesso terre assegnate in modo semi-permanente. Questo portò alla formazione di un'aristocrazia che spesso rivendicava la sua autonomia e si ribellava al re. Solo verso la fine della dinastia Zhou il regno degli Zhou venne progressivamente centralizzato, con un maggior controllo da parte del governo centrale sulle amministrazioni locali.

Il secondo re Zhou Cheng (1042 a.C.-1021 a.C.) fronteggiò numerose ribellioni. Durante il suo regno sarebbe stata introdotta la moneta in rame.

Il re Mu (1001 a.C.-946 a.C.) introdusse un codice penale che prevedeva la possibilità di commutare le pene corporali in pene pecuniarie. In questo periodo, gli Zhou si scontrarono con i Quanrong nel Nordovest e secondo le fonti si sarebbe spinto fino al bacino del Tarim. Si tratta di un'epoca di espansione e colonizzazione in tutte le direzioni.

Il re Li (878 a.C.-827 a.C.) fu costretto a lasciare la capitale a seguito di una rivolta. Il suo successore Xuan (827 a.C.-782 a.C.) venne incoronato in esilio. L'ultimo re della dinastia occidentale fu You (781 a.C.-771 a.C.), che non seppe fermare l'avanzata degli invasori barbari. La capitale fu conquistata e saccheggiata.

Società ed economia[modifica | modifica wikitesto]

Vaso di bronzo, dinastia Zhou occidentale

Per tenere sotto controllo il territorio conquistato, i re Zhou avevano ceduto la terra a parenti e sostenitori fedeli. Secondo la storiografia tarda vennero scelti in questo modo 71 principi, 53 dei quali erano diretti parenti del re. Poiché il centro degli Zhou era nell'ovest del paese, ai principi particolarmente affidabili vennero assegnati feudi nell'Est del paese. La capitale più settentrionale di queste suddivisioni territoriali era nei pressi dell'attuale Pechino. Lo stato più meridionale controllava il corso medio dello Yang Tze Kiang. I principi dal canto loro cedevano la terra alla bassa nobiltà. Questo sistema veniva proseguito attraverso i livelli di nobiltà. La terra non poteva venire ceduta o ridistribuita senza il permesso del signore feudale di rango superiore. I contadini che lavoravano in queste suddivisioni territoriali erano legati alla terra e venivano ceduti assieme al feudo del quale facevano parte.

Nel primo periodo della dinastia Zhou, il legame dei principi col re era forte, ed il re esercitava la sua autorità regolando la quantità di terra che i feudatari potevano possedere, la grandezza e la forza degli eserciti che questi erano tenuti a mantenere e a mettere a disposizione del re. In caso di guerra, il re assumeva il comando di tutti gli eserciti.

La dinastia Zhou creò un sistema amministrativo complesso. Come avveniva per la proprietà dei feudi, però, anche le cariche dei funzionari erano per lo più trasmesse per via ereditaria.

L'economia della Cina sotto la dinastia Zhou era basata soprattutto sull'agricoltura. Il sistema feudale fece nascere le prime forme di coltivazioni intensive. Anche i primi progetti di ingegneria idraulica in Cina furono realizzati sotto la dinastia Zhou, principalmente come ausilio all'agricoltura.

Altro importante settore dell'economia era l'artigianato, soprattutto la lavorazione del bronzo, sia per usi civili che militari. In questo campo, sotto la dinastia Zhou, gli artigiani cinesi raggiunsero altissimi livelli di maestria.

I re della dinastia Zhou occidentale[modifica | modifica wikitesto]

Nome personale Nome postumo Anni di regno Nome col quale è più noto
Ji Fa
姬發
Wuwang
武王
1046 a.C.-1043 a.C. Zhou Wuwang
(Re Wu di Zhou)
Ji Song
姬誦
Chengwang
成王
1042 a.C.-1021 a.C. Zhou Chengwang
(Re Cheng di Zhou)
Ji Zhao
姬釗
Kangwang
康王
1020 a.C.-996 a.C. Zhou Kangwang
(Re Kang di Zhou)
Ji Xia
姬瑕
Zhaowang
昭王
995 a.C.-977 a.C. Zhou Zhaowang
(Re Zhao di Zhou)
Ji Man
姬滿
Muwang
穆王
976 a.C.-922 a.C. Zhou Muwang
(Re Mu di Zhou)
Ji Yihu
姬繄扈
Gongwang
共王/龔王
922 a.C.-900 a.C. Zhou Gongwang
(Re Gong di Zhou)
Ji Jian
姬囏
Yiwang
懿王
899 a.C.-892 a.C. Zhou Yiwang
(Re Yi di Zhou (Ji Jian))
Ji Pifang
姬辟方
Xiaowang
孝王
891 a.C.-886 a.C. Zhou Xiaowang
(Re Xiao di Zhou)
Ji Xie
姬燮
Yiwang
夷王
885 a.C.-878 a.C. Zhou Yiwang
(Re Yi di Zhou (Ji Xie))
Ji Hu
姬胡
Liwang
厲王/剌王
877 a.C.-841 a.C. Zhou Liwang
(Re Li di Zhou)
Gonghe (reggenza)
共和
841 a.C.-828 a.C. Gonghe
Ji Jing
姬靜
Xuanwang
宣王
827 a.C.-782 a.C. Zhou Xuanwang
(Re Xuan di Zhou)
Ji Gongsheng
姬宮湦
Youwang
幽王
781 a.C.-771 a.C. Zhou Youwang
(Re You di Zhou)