Scrittura maya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glifi Maya in stucco presso il Museo de sitio in Palenque, Mexico

La scrittura maya, anche detta dei geroglifici maya, era un sistema di scrittura della civiltà precolombiana Maya, sviluppatesi in mesoamerica, attualmente l'unico sistema di scrittura mesoamericano decifrato. Le prime iscrizioni sono risalenti al III secolo a.C.,[1] e la scrittura è stata utilizzata in modo continuo fino all'arrivo dei conquistadores spagnoli nel XVI secolo d.C. La scrittura maya utilizzava logogrammi completati da una serie di glifi sillabici, similmente all'attuale scrittura giapponese. La scrittura maya venne chiamata geroglifica dai primi esploratori europei del XVIII e XIX secolo, che non la compresero, e l'assimilarono ai geroglifici egiziani.

I progressi nella decifrazione continuano rapidamente tuttora, ed è generalmente condivisa, tra gli studiosi, la convinzione che oltre il 90% dei testi maya possa ora essere letto con una ragionevole accuratezza. Nel 2004 è stata elaborata la seguente lista che riporta i glifi attualmente conosciuti:

(') b ch ch' h j k k' l m n p p' s t t' tz tz' w x y
a    
e                  
i      
o          
u        

Tra i più importanti specialisti dell'interpretazione e della traduzione della scrittura maya vi sono molti archeologi, epigrafisti, linguisti e storici, tra cui:

e molti altri ancora, fra cui un numero crescente di studiosi in America latina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ K. Kris Hirst, Maya Writing Got Early Start, Science, 6 gennaio 2006
  2. ^ a b David Freidel e Linda Schele, sono autori del libro A Forest of Kings: The Untold Story of the Ancient Maya, William Morrow and Company, 1990 (trad. it.Una foresta di re, Corbaccio, 2000 ISBN 9788879723510)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe