Naqada II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il periodo di Naqada II, o gerzeano dal nome della città dei primi rinvenimenti Gerzeh (o Girza o Jirzah), fu un periodo che durò dal 3500 a.C. al 3200 a.C.. La cultura di Naqada II, con le ultime datazioni al C 14, sarebbe durata dal 3650 al 3300.[1]

La cultura gerziana o di Naqada II è il secondo periodo di tre fasi della cultura di Naqada, del predinastico, preceduto dalla fase amraziana o Naqada I e seguito dalla fase di Naqada III. Il periodo si divide, secondo Werner Kaiser, nelle fasi: IIa, IIb, IIC e IID. Negli stadi IIa e IIb il numero della popolazione aumenta, vengono introdotte nuove tecniche, la struttura sociale si differenzia e compaiono oggetti lavorati di miglior qualità. Nelle fasi IIC e IID la cultura si espande dall'Alto Egitto verso il Basso Egitto.

Vaso in argilla con motivi spiraliformi in ocra

L'attuale città di Gerzeh in antichità era un cimitero predinastico egiziano situato lungo la riva occidentale del Nilo[2], situato a diversi chilometri ad est del lago del Fayyum[3].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica principale di distinzione fra il periodo amraziano e il periodo gerziano è la maggior quantità di decorazioni presenti sugli oggetti in ceramica del secondo periodo.

Alcuni simboli presenti sulla ceramica del periodo gerziano somigliano ad alcuni segni della tradizionale scrittura geroglifica e sono contemporanei della scrittura sumerico-precuneiforme.

Le sepolture ritrovate a Gerzeh hanno restituito numerosi manufatti, tra i quali tavolozze o palette in pietra utilizzate per la cosmesi, arpioni in osso, vasi realizzati in avorio, piccoli recipienti in pietra, coltelli in osso di basso spessore e con il bordo ondulato e seghettato, sfere in ferro e lapislazzulo probabilmente utilizzati come decori in collane o pendenti[4].

Le sfere o perline in ferro sono state rinvenute in due sepolture dall'egittologo Wainwright nel 1911[5] e risultano essere i più antichi manufatti in ferro conosciuti[6].

Un'unica sepoltura ha restituito il corpo di un uomo decapitato[7].

Il periodo gerziano o Naqada II si fa concludere generalmente con la formazione dei primi regni nell'Alto e nel Basso Egitto.

Vaso Naqada II in argilla rosata e decorazione in ocra con motivo di imbarcazione stilizzata

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, pag. 102
  2. ^ Falling Rain Genomics, Inc, Geographical information on Jirzah, Egypt. URL consultato il 22 marzo 2008.
  3. ^ University College London, Map of the area between Meydum and Tarkhan in Digital Egypt for Universities. URL consultato il 22 marzo 2008.
  4. ^ University College London, Finds in Gerzeh tomb 67 in Digital Egypt for Universities. URL consultato il 22 marzo 2008.
  5. ^ Great Pyramid of Giza Research Association, The use of meteorites by the Ancient Egyptians. URL consultato il 22 marzo 2008.
  6. ^ metalwork: Early history. in Encyclopædia Britannica Online. URL consultato il 22 marzo 2008.
  7. ^ University College London, Gerzeh, tomb 80 in Digital Egypt for Universities. URL consultato il 22 marzo 2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Petrie/Wainwright/Mackay: The Labyrinth, Gerzeh and Mazghuneh, British School of Archaeology in Egypt XXI. London 1912
  • Alice Stevenson: Gerzeh, a cemetery shortly before History (Egyptian sites series),London 2006, ISBN 0-9550256-5-6
  • Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, Ananke, ISBN 88-7325-133-1

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]