Manetone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Manetone (inizio III secolo a.C. – ...) è stato un sacerdote egizio del culto di Serapide durante il regno di Tolomeo I.

Manetóne (gr. Μανέθων; lat. Manĕthō) scrisse, in greco, attingendo a fonti locali, una storia dell'Egitto (Aἰγυπτιακά Aigyptiaká) di cui ci sono giunti estratti in opere posteriori di Giuseppe Flavio, Sesto Africano, Eusebio di Cesarea; i testi in greco si resero necessari per farsi comprendere dai conquistatori di Alessandro Magno.

Giorgio Sincello (761846) inserisce nella sua opera Cronografia un'Epitome, ossia una lista di sovrani dell'antico Egitto, in cui suddivide tutti i sovrani tra trenta dinastie, assegnando a ciascuno di essi una durata del regno.

L'Epitome di Sincello è basata sui dati di Sesto Africano ed Eusebio di Cesarea, e quindi in definitiva di Manetone.

Non sempre è stato possibile associare ai nomi forniti da Manetone un sovrano conosciuto attraverso altre fonti, sia epigrafiche che archeologiche. Scarsamente affidabili sono le durate dei regni, che risultano spesso sovrastimate; secondo Manetone, le trenta dinastie avrebbero governato l'Egitto per oltre 5000 anni.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, 2003 - ISBN 884525531X
  • Arborio Bella, A. Federico - L'Egitto dei faraoni - Mursia 1976 - ISBN 8842533289
  • Gardiner Alan, La civiltà egizia - Einaudi, 1961 - ISBN 8806139134

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59155489 LCCN: n88132204