Stromateis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Stromateis è il terzo libro della trilogia di Clemente Alessandrino che tratta sulla vita cristiana. L'opera, del III secolo è tra le più importanti fonti utilizzabili per determinare l'anno e la data di nascita di Gesù.

Clemente Alessandrino intitolò quest'opera Stromateis ("Miscellanea"), perché affrontava una grande varietà di argomenti. Si spinge oltre rispetto ai due libri precedenti e lo scopo è il perfezionamento della Vita Cristiana grazie all'iniziazione nella conoscenza più completa.

Si prefigge, sulle basi della Scrittura e della Tradizione, di fornire un resoconto delle Fede Cristiana che possa rispondere a tutte le esigenze di persone acculturate, e condurre lo studente dentro le realtà più interne del suo credo.

Clemente intendeva di scrivere un solo libro su questo argomento; ma da questo sorsero almeno altri sette libri, senza aver trattato tutte le questioni che si era proposto. La mancanza di certe questioni fondamentali che aveva promesso di affrontare in modo definito, ha portato gli studiosi a domandarsi se abbia scritto un ottavo libro, come sembra leggendo Eusebio (VI. xiii. 1) e i Florilegia, e sono stati fatti diversi tentativi per identificare questi con alcuni corti o frammentari trattati che apparvero tra i suoi resti.

In ogni caso le "excerpts" e le "selezioni", che, assieme a parti di un trattato sul metodo logico, sono designati come l'ottavo libro nel singolo manoscritto dell'XI secolo Stromata, non sono parti delle Hypotyposes, lavoro che è stato attribuito con sicurezza a Clemente Alessandrino. Questo libro era un breve commentario su passaggi scelti che coprono l'intera Bibbia, come viene mostrato nei frammenti preservati da Oecumenius e nella versione in latino del commentario sulle Epistole Cattoliche fatto sotto richiesta di Cassiodoro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]