Dinastia tolemaica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La dinastia tolemaica, dal nome del capostipite Tolomeo Sotere, (o lagide, dal nome del padre di Tolomeo, Lago) governò l'Egitto dal 305 a.C. al 30 a.C., cioè fino alla conquista romana. Tolomeo era uno dei diadochi di Alessandro Magno e dopo la morte di Alessandro nel 323 a.C. fu nominato satrapo d'Egitto dal reggente dell'impero macedone, Perdicca. Nel 305 a.C. si autoproclamò re col nome di Tolomeo I. Gli Egiziani accettarono ben presto i Tolomei come successori dei faraoni dell'Egitto indipendente.

La storia dinastica dell'Egitto tolemaico è molto intricata, dato che tutti i sovrani della famiglia presero il nome di Tolomeo e che molti di loro sposarono le rispettive sorelle, che spesso ebbero il nome di Cleopatra.

Sovrani tolemaici e consorti[modifica | modifica sorgente]

Le date indicate fra parentesi indicano gli anni del regno. I Tolomei regnarono spesso insieme alle loro mogli. Alcune regine esercitarono l'autorità regale, di queste la più famosa fu Cleopatra VII (69-30 a.C.), con i suoi due fratelli ed il figlio come successivi coreggenti.

Albero genealogico[modifica | modifica sorgente]

DinastiaTolemaica.png

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]