Diodoto I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diodoto I
Moneta d'oro di Diodoto, 250 a.C. circa.
Moneta d'oro di Diodoto, 250 a.C. circa.
Basileos del Regno greco-battriano
In carica 250 a.C. circa – 240 a.C. circa
Predecessore
Successore Diodoto II
Morte 240 a.C. circa
Casa reale casata di Diodoto
Figli Diodoto II

Diodoto[1] (... – ...) è stato un satrapo dell'Impero seleucide che governava la Battria; ribellatosi contro Antioco II nel 255 a.C. circa.

Fondò un regno ellenistico indipendente di cultura greca in Battria,[2] per questo noto come Regno greco-battriano.[3]

Diodoto era un contemporaneo, vicino e forse alleato di Andragora, il satrapo di Partia che all'incirca negli stessi anni si proclamò indipendente dall'Impero seleucide.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il suo nome sembra collegato al titolo Soter ("Salvatore") che utilizzava.
  2. ^ Probabilmente estese il suo regno alle province limitrofe.
  3. ^ Pompeo Trogo, Prol., 41; Giustino, xli.4.5, che lo chiama Theodotus; Strabone xi.515
Predecessore
-
Sovrani greco-battriani
250 a.C.240 a.C.
Successore
Diodoto II