Antioco XIII

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antioco XIII
Effigie di Antioco su di una moneta
Effigie di Antioco su di una moneta
Imperatore seleucide
In carica 92 a.C.-83 a.C.
73 a.C.-64 a.C.
Predecessore Antioco X Eusebe
Tigrane II
Successore Tigrane II
Filippo II Filoromeo
Nome completo Antioco Dioniso Filopatore Callinico Asiatico
Morte 64 a.C.
Dinastia seleucide
Padre Antioco X Eusebe
Madre Cleopatra Selene

Antioco XIII Dioniso Filopatore Callinico Asiatico (greco: Αντίοχος Φιλοπάτωρ Καλλίνιχος Ασιατικός, Antiokhos Philopator Kallinikos Asiatikos; latino: Antiochus XIII Dionysus Philopator Callinius Asiaticus; ... – 64 a.C.) è stato uno degli ultimi esponenti della dinastia seleucide.

Era il figlio di Antioco X Eusebe e della principessa tolemaica Cleopatra Selene, che operò come reggente alla morte del marito per conto del figlio ancora minorenne tra il 92 e l'85 a.C. Qualche tempo dopo la conquista della Siria da parte di Tigrane II (83 a.C.), Cleopatra compì un viaggio a Roma, al fine di ottenere il riconoscimento per sé e per il figlio del titolo di re dell'Egitto, senza tuttavia riuscirvi. La missione diplomatica, avutasi tra il 75 e il 73 a.C. ottenne solamente il riconoscimento del titolo di re della Siria per i due. Selene in seguito fu catturata e uccisa da Tigrane, ma, alla notizia della vittoria di Gneo Pompeo Magno sull'armeno, la popolazione di Antiochia nominò il di lei figlio re; la nomina venne in seguito confermata da Lucio Licinio Lucullo nel 69 a.C.

Nel 64 a.C., tuttavia, Pompeo Magno lo fece deporre[1] ed uccidere, avvalendosi dell'aiuto di un arabo, un certo Sampsiceramo (Shemashgeram). La morte di Antioco è tradizionalmente associata alla scomparsa della dinastia seleucide; tuttavia a lui sopravvisse, sia pure per breve tempo il cugino Filippo II Filoromeo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Appiano di Alessandria, Guerre mitridatiche, 106.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore
Tigrane II
Sovrano dell'Impero seleucide
92-64 a.C.
in opposizione a Filippo II Filoromeo (66-64 a.C.)
Successore
Filippo II Filoromeo