Mitridate II del Ponto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mitridate II (in greco: Mιθριδάτης, Mithridates; floruit 245 a.C.-227 a.C.; ... – ...) fu il terzo re del Ponto e figlio di Ariobarzane, a cui successe al trono.

Era in minore età quando il padre morì, ma il periodo della sua ascesa al trono è impossibile da determinare. Sembra probabile che possa essere collocato considerevolmente prima del 240 a.C., come riferisce Memnone, ovvero che fosse un bambino alla morte del padre, e che ebbe una figlia in età da marito nel 222 a.C. Appena salito al trono, il regno venne invaso dai galli, che furono infine respinti.[1]

Raggiunta la maggiore età, nel 245 a.C. sposò una sorella di Seleuco II Callinico, dal quale ricevette la Frigia in dote e al quale garantì sostegno durante la terza guerra siriaca.[2]

Nonostante questa alleanza, Mitridate II si schierò contro Seleuco durante la guerra dei fratelli, combattuta tra Callinico e suo fratello Antioco Ierace. Alla fine, Mitridate lo sconfisse in una grande battaglia ad Ancyra nel 239 a.C. dove Seleuco perse 20.000 uomini e a stento riuscì a scappare salvando la pelle.[3]

Nel 222 a.C., Mitridate diede sua figlia Laodice III in matrimonio al sovrano seleucide Antioco III il Grande; un'altra delle figlie, anch'essa di nome Laodice, venne fatta sposare, pressappoco nello stesso periodo, ad Acheo, cugino di Antioco.[4]

Nel 220 a.C., Mitridate dichiarò guerra alla ricca e potente città di Sinope. Tuttavia, fu incapace di infiacchirla ed essa non cadde in potere dei re del Ponto se non nel 183 a.C.[5] Nei primi tempi, troviamo Mitridate II competere con l'altro monarca d'Asia nel mandare doni magnifici ai rodiesi, dopo il terremoto che sconvolse la loro città nel 227 a.C.[6]

La data della sua morte è del tutto sconosciuta. Gli succedette suo figlio Mitridate III.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Memnone, Storia di Eraclea, 24.
  2. ^ Eusebio di Cesarea, Chronicon (Schoene ed.), pg. 251; Giustino, Epitome, xxxviii. 5.
  3. ^ Eusebio, Ibid.
  4. ^ Polibio, Storie, v. 43, 74, viii. 22.
  5. ^ Ibid., iv. 56.
  6. ^ Ibid., v. 90

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re del Ponto Successore
Ariobarzane I 250-210 a.C. o 258220 a.C.
Mitridate II
Mitridate III