Arsinoe di Macedonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Arsinoe di Macedonia (in greco antico Ἀρσινόη, traslitterato in Arsinòe; ... – ...) è stata la madre di Tolomeo I, re d'Egitto.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Moglie di Lago, macedone di Eordea,[1], personaggio di secondo piano dell'entourage di Filippo II di Macedonia,[2][3], Arsinoe fu la madre di Tolomeo, che sarebbe successivamente diventato dapprima guardia del corpo di Alessandro Magno e successivamente satrapo ed infine re d'Egitto. Secondo la storiografia propagandistica filo-tolemaica, invece, il futuro re d'Egitto era figlio illegittimo di Filippo II e dunque fratellastro di Alessandro Magno.[4][5] Secondo questa propaganda, il re Filippo avrebbe dato in moglie Arsinoe a Lago mentre era già incinta di Tolomeo.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Arriano, Anabasi di Alessandro, 3, 28, 4.
  2. ^ Plutarco, Moralia, 458a-b.
  3. ^ a b Donnelly Carney, op. cit., pag. 11-12.
  4. ^ Pausania, Periegesi della Grecia, 1, 6, 2.
  5. ^ Curzio Rufo, Storie di Alessandro Magno, 9, 8, 22.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie
Fonti secondarie