Micerino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Menkaure[1]
Statua in alabastro di Menkaure. Provenienza Saqqara. Museo Nazionale Alessandria
Statua in alabastro di Menkaure. Provenienza Saqqara. Museo Nazionale Alessandria
Re dell'Alto e Basso Egitto
Incoronazione 2535 a.C.[2]
Predecessore Baka
Successore Shepsekhet
Morte 2515 a.C.[3]
Sepoltura piramide "Menkaure è divino"
Luogo di sepoltura Giza
Dinastia IV dinastia egizia
Padre Userib
Madre Khamerernebti (I)
Consorte Khamerernebti (II) (sorella)

Menkaure (Hor Kakhet) (... – ...) è stato un faraone appartenente alla IV dinastia egizia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Menkaure è più noto,in Italia, col nome di Micerino (forma italianizzata del greco Mykerinos, forma in cui il nome compare nelle opere dello storico greco Erodoto)

Menkaure con Khamerernebti (II). Museum of Fine Arts, Boston

Dall'analisi delle iscrizioni in nostro possesso, Menkaure risulterebbe figlio di Userib e della Sposa Reale Khamerernebti (I).

Menkaure tra due dee. Museo Egizio (Il Cairo), Il Cairo

Sposò, forse per consolidare il suo diritto a regnare, la sorella Khamerernebti (II) ed ebbe tra i suoi visir il fratello Iunmin.[4]

Tenendo conto che il suo monumento funebre rimase incompleto e che la datazione più alta per Menkaure è il suo undicesimo censimento del bestiame (di regola biennale), gli storici sono propensi ad attribuirgli un regno di 18 anni, in accordo con il Canone Reale, e alcune irregolarità nello svolgimento dei censimenti del bestiame.

Il complesso funebre di Menkaure si trova a Giza; la piramide, detta Menkaure è divino, più piccola di quella dei suoi predecessori, rimase incompleta nel rivestimento, che avrebbe dovuto essere interamente di granito rosso di Assuan, probabilmente a causa della prematura morte del sovrano.

Liste Reali[modifica | modifica sorgente]

Lista di Abydos Lista di Saqqara Canone Reale Anni di regno
(Canone reale)
Sesto Africano Anni di regno
(Sesto Africano)
Eusebio di Cesarea Anni di regno
(Eusebio di Cesarea)
Altre fonti
Erodoto
24
Hiero Ca1.png
N5 mn
n
D28
Z2
Hiero Ca2.svg

mn k3 u rˁ - Menkaura
20
Hiero Ca1.png
N5
mn
D28
D28
D28
Hiero Ca2.svg

mn k3 w rˁ - Menkaura
3.14
Hiero Ca1.png
HASH
Hiero Ca2.svg

18 ? (28) Mencheses 63 non citato Mykerinos


Titolatura[modifica | modifica sorgente]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
D28 E1 F32
Srxtail.jpg
k3 ḫt Kakhet Horo,il cui corpo è quello di un toro
G16
nbty (nebti) Le due Signore
D28 E1
Il toro delle Due Signore
G8
ḥr nbw Horo d'oro
R8 G5
S12
nṯr bik nbw Bik nebu netjer Il divino falco d'oro
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
N5
mn
D28
D28
D28
Hiero Ca2.svg
mn k3 w rˁ Menkaura I Ka di Ra sono durevoli (eterni)
G39 N5
 
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
Hiero Ca2.svg

Il nome Horo compare anche nella variante:

G5
D28 D52
F32
Srxtail.jpg


Datazioni alternative[modifica | modifica sorgente]

Autore Anni di regno
von Beckerath 2514 a.C. - 2486 a.C.[5]
Dodson 2493 a.C. - 2475 a.C. [6]
Malek 2488 a.C.- 2460 a.C.[7]


Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Chefren Antico Regno Shepseskaf


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ P. Kaplony Die Rollsiegel des Alten Reiches, Band II 1981, Tafel 35
  2. ^ Cimmino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p 468
  3. ^ Cimmino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p 468
  4. ^ Dodson, Aidan e Hilton, Dyan. The Complete Royal Families of Ancient Egypt. Thames & Hudson. 2004. ISBN 0-500-05128-3
  5. ^ Chronologie des Pharaonischen Ägypten (Chronology of the Egyptian Pharaohs), Mainz am Rhein: Verlag Philipp von Zabern. (1997)
  6. ^ op. citata
  7. ^ (con John Baines), Atlante dell'antico Egitto, ed. italiana a cura di Alessandro Roccati, Istituto geografico De Agostini, 1980 (ed. orig.: Atlas of Ancient Egypt, Facts on File, 1980)


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Gardiner, Alan - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Smith, W.S. - Il Regno Antico in Egitto e l'inizio del Primo Periodo Intermedio - Storia antica del Medio Oriente 1,3 parte seconda - Cambridge University 1971 (Il Saggiatore, Milano 1972)
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • Grimal, Nicolas - Storia dell'antico Egitto - Editori Laterza, Bari 2008 - ISBN 978-88-420-5651-5


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]