Domenico Starnone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Starnone (Saviano, 15 febbraio 1943) è uno scrittore e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha insegnato a lungo nella scuola media superiore e si è occupato del rapporto tra oralità e scrittura nell'insegnamento dell'italiano. È stato redattore delle pagine culturali del quotidiano Il manifesto. Ha collaborato con la rivista I Giorni Cantati del Circolo Gianni Bosio. Ha tenuto rubriche sui settimanali satirici Cuore, Tango, Boxer. Ha scritto su numerosi giornali, tra cui l'Unità, La Repubblica e Il Corriere della Sera, dove dal 1992 al 1997 ha curato settimanalmente la rubrica intitolata "La grammatica della scuola". Ha esordito come narratore nel 1987 con Ex cattedra, racconto di un anno scolastico. A partire dal 1993 ha cominciato a scrivere anche per il cinema e la televisione. Dai suoi libri sono stati tratti i film La scuola di Daniele Luchetti, Denti di Gabriele Salvatores, Auguri professore di Riccardo Milani e la serie televisiva Fuoriclasse. Nel 2001 ha vinto il Premio Strega con il romanzo Via Gemito.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Condom Butterfly, in: Mondi al limite. Nove scrittori per Medici Senza Frontiere, Milano, Feltrinelli, 2008.
  • Il palloncino verde, in: I colori di Roma, Roma, La biblioteca di Repubblica, 2008.
  • Il Ricco epulone, in: Ti vengo a cercare. Interviste impossibili, Torino, Einaudi, 2011.

Saggi, introduzioni e postfazioni[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Soggetto[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Controllo di autorità VIAF: (EN116251100 · LCCN: (ENnr92009515 · SBN: IT\ICCU\CFIV\066473 · GND: (DE121065820 · BNF: (FRcb121509949 (data)