Lorenzo Pavolini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lorenzo Pavolini (Roma, 24 aprile 1964) è uno scrittore italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Scrittore, è stato caporedattore della rivista Nuovi argomenti[1], nipote del celebre gerarca e ministro fascista Alessandro Pavolini, alla cui figura ha dedicato il libro, Accanto alla tigre, pubblicato nel 2010 e finalista al premio Strega. Lavora a Radio3 Rai, dove - quasi sempre in collaborazione con Anna Antonelli - ha curato diversi cicli tra radiodocumentari (Centolire, 1998-2003), radiodrammi, radionovelas (Sala Giochi, 2001) e trasmissioni come Zazà e Ad alta voce. Per Radio3 è stato inoltre autore del documentario Ninnananna di Natale, vincitore nel 2003 del Grand Prix de la Radio URTI. Socio fondatore dell'Associazione Apollo 11, da cui è nata l'Orchestra di Piazza Vittorio, dal 2008 al 2011 è stato membro del Comitato Artistico del Teatro Stabile di Napoli "Mercadante". Collabora con il Teatro Palladium di Roma ed è attivo nel campo della produzione e organizzazione teatrale, anche attraverso scritti critici comparsi su libri e riviste. È redattore di Nuovi Argomenti e collabora a Lo Straniero.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Autore[modifica | modifica wikitesto]

  • Senza Rivoluzione, Giunti, 1997;
  • Essere pronto, Pequod, 2005:
  • Ecatombe, i girini della storia, con Serafino Amato, libro+ dvd, Headmaster, 2008;
  • Accanto alla tigre, Fandango, 2010;
  • Tre fratelli magri, Fandango, 2012
  • Si sente in fondo? Avventure dell'ascolto, Ediesse, 2013 (postfazione di Goffredo Fofi)

Curatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Italville: new Italian writing, Exile edition, 2005;
  • Le interviste impossibili, Donzelli, 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. pequodedizioni.it url consultato il 9 dicembre 2010
Controllo di autoritàVIAF: (EN9139423 · SBN: IT\ICCU\VIAV\098742