Elena Stancanelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elena Stancanelli (Firenze, 19 aprile 1965) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fiorentina di nascita e di studi (laureata a Firenze in Lettere moderne), si trasferisce a vivere a Roma, dove ha frequentato l'Accademia d'Arte Drammatica. Nel frattempo intraprende la carriera letteraria, partecipando al Premio Giuseppe Berto e vincendolo con Benzina, pubblicato da Einaudi nel 1998. Da quest'ultimo e dal suo successivo romanzo, Le attrici (2001, Einaudi), la regista Monica Stambrini ha tratto il film Benzina (2001).

Elena Stancanelli è attiva anche nella produzione di racconti, pubblicati su riviste e rotocalchi (Max, Amica, Gulliver, Tutte Storie, Cosmopolitan, Marie Claire) e su alcuni quotidiani nazionali (Il secolo XIX, Corriere della Sera).

Collaboratrice stabile del quotidiano La Repubblica, scrive anche su il manifesto e l'Unità.

Ha partecipato all'album tributo ai Diaframma, Il Dono cantando la canzone Amsterdam.

Nel 2016 il suo La femmina nuda è candidato al Premio Strega[1] e vincitore del Premio Vittoriano Esposito.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2633521 · ISNI: (EN0000 0000 6155 4796 · SBN: IT\ICCU\RAVV\104657 · LCCN: (ENn98096556 · GND: (DE122254643 · BNF: (FRcb13537645c (data)
  1. ^ Elena Stancanelli, su Premio Strega 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.