Cinzia Tani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cinzia Tani (Roma, 5 settembre 1953[1]) è una scrittrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinzia Tani con Francesco Giorgino e Lorenzo Marone al Premio Candelaio presso il Seminario vescovile di Nola, 4 maggio 2018

Ha esordito come scrittrice nel 1987, con la pubblicazione del suo primo libro Sognando California, col quale si è aggiudicata il Premio Scanno. Nello stesso anno è divenuta collaboratrice della Rai[2], come inviata del programma Mixer, condotto da Giovanni Minoli. Dal 1991 è stata autrice e conduttrice di programmi televisivi, tra cui Chi è di scena, L'occhio sul cinema, "Il caffè". Nel 1997 è stata conduttrice e autrice, insieme a Giordano Bruno Guerri, di Italia mia benché. Dal 2008 è autrice del fumetto Unità Speciale, per i tipi dell'Eura Editoriale.

Ha alternato la conduzione di programmi televisivi e radiofonici, come Rewind - Visioni private e Fantasticamente (in onda su RadioRai), alla scrittura e alla divulgazione. Ha collaborato alla stesura di molte puntate del programma televisivo Delitti, documentario su episodi di cronaca nera accaduti in Italia dal secondo dopoguerra in poi. Attualmente conduce il programma "Il caffé di Rai Uno" con Guido Barlozzetti su Rai Uno il sabato dalle 6.00 alle 7.00.

Nel 2004 è stata nominata Cavaliere su iniziativa del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi[3].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La piastrella del Muretto di Alassio autografata dalla Tani
  • Sognando California , (Marsilio, 1987)
  • Premiopoli, (Mondadori, 1987)
  • I mesi blu, (Marsilio, 1991)
  • Fantastica Mente: paure e manie degli italiani, (Nuova Eri), 1995
  • Dalla Russia alla Russia, (Longanesi), 1997
  • Assassine (quattro secoli di delitti al femminile) [4], Mondadori, 1998
  • "Coppie assassine", (Mondadori, 2000)
  • "Nero di Londra, (Mondadori, 2001)
  • "Amori al bivio", (Sperling & Kupfer, 2002)
  • Amori crudeli, Mondadori, 2003
  • I segreti delle donne, (Sperling & Kupfer), 2004
  • L'insonne, Mondadori, 2005
  • "Rosso", (Giulio Perrone Editore, 2006)
  • Sole e ombra, (Mondadori, 2007)
  • "La brava moglie" (Piemme, 2008)
  • "Panico", (Mondadori, 2008)
  • Lo stupore del mondo, (Mondadori, 2009)
  • "Rabbia" (Mondadori, 2009)
  • La migliore amica, (Piemme, 2009)
  • La mela, (Gallucci, 2010)
  • "Charleston" (Mondadori, 2010)
  • "Io sono un'assassina" (Mondadori, 2011)
  • "Stringimi" (Piemme, 2011)
  • "Il bacio della Dionea" (Mondadori, 2012)
  • "Mia per sempre" (Mondadori, 2013)
  • "La storia di Tonia" (Mondadori, 2014)
  • "Donne pericolose" (Rizzoli, 2015)
  • "Darei la Vita" (Rizzoli, 2017)
  • Tutti a bordo (Perrone Editore, 2018)
  • Figli del segreto (Mondadori 2018)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 8 marzo 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ si veda l'Ordine dei giornalisti del Lazio e molte altre fonti, come il sito della Treccani
  2. ^ Curriculum su Radio Rai Archiviato il 5 marzo 2013 in Internet Archive.
  3. ^ quirinale.it
  4. ^ Tra cui il caso di Maria Elena Tiepolo Oggioni
  5. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Cinzia Tani, su quirinale.it. URL consultato l'8 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN81081374 · ISNI (EN0000 0000 3768 3344 · SBN IT\ICCU\CFIV\070241 · LCCN (ENn88297932 · BNF (FRcb14566689h (data) · NLA (EN53859221