Elisabetta Rasy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elisabetta Rasy (Roma, 16 settembre 1947) è una giornalista, scrittrice e saggista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Elisabetta Rasy, nata a Roma, trascorre l'infanzia nella casa paterna di Napoli accanto ai nonni, vivendo in un ambiente familiare cosmopolita (il nonno, grande viaggiatore, era un greco di Salonicco con passaporto inglese, trasferitosi negli anni '10 a Cipro e in seguito in Francia; la nonna nobildonna, nata nella seconda metà del XIX secolo; il padre visse tra la Francia, l'Italia e l'Inghilterra), per poi trasferirsi nuovamente nella capitale. È la madre del poeta Carlo Carabba.

Nel 1974, dopo la laurea in Storia dell'Arte, fortemente impegnata per la questione delle donne, fonda insieme a Manuela Fraire, Anne Marie Sauzeau-Boetti, Maria Caronìa la casa editrice Edizioni delle Donne, nata dall'esperienza di un gruppo di femministe riunite al Teatro della Maddalena di Roma (di cui era presidente Dacia Maraini). Inizia a collaborare alla televisione e per Radio 3 della Rai.

Dagli anni '70 si occupa di saggistica e critica d'arte, di letteratura femminile e femminista e ha scritto diverse opere di narrativa in parte dal taglio autobiografico, autrice di racconti apparsi su numerose riviste e antologie italiane e straniere. Le sue opere sono state tradotte in diverse lingue.

Ha fondato nel 1990 con Pier Vittorio Tondelli, Jay McInerney e Alain Elkann la rivista Panta. Ha collaborato fin dai tempi dell'università a numerosi riviste (Alfabeta, L'erba voglio, L'indice, Nuovi Argomenti, Marcatré, Paragone, Filmcritica, Il piccolo Hans, ecc.), quotidiani (Paese Sera e La Stampa), a settimanali come L'Espresso, Panorama, ai supplementi Sette (con la rubrica «Uomini e donne») e Io Donna del Corriere della Sera.

Attualmente è corrispondente per il supplemento domenicale del Sole 24 Ore.

Come critica ha saputo cogliere e nobilitare diversi aspetti di donne che scrivono, da veri classici del Novecento a proposte meno ovvie. Si è per esempio occupata, fornendo ritratti letterari, di Carson McCullers, Flannery O'Connor, Anna Achmatova, Marina Cvetaeva, Edith Wharton, Nina Berberova, Ágota Kristóf, Zhang Ailing, Jamaica Kincaid e tra le italiane, Elsa Morante, Anna Maria Ortese e Cristina Campo, si è soffermata su aspetti privati della biografia di Grazia Deledda, e tra le pittrici Frida Kahlo e Emilia Zampetti Nava.

Nel 2012 conduce una serie di conversazioni radiofoniche sul tema "Abitare la lingua" per il ciclo Passioni su Radio Rai 3.[1]

Partecipa alla trasmissione radiofonica "Le musiche della vita" (Rai Radio Tre) nelle puntate del 15 e del 22 novembre 2013.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietro da Cortona. I progetti per la Chiesa Nuova di Firenze, in Architettura barocca a Roma, a cura di Maurizio Fagiolo dell'Arco, Roma, Bulzoni, 1972, pp. 337–379.
  • Contributo (con Candida Curzi, Bimba De Maria, Miriam Mafai) in Scrivere contro, esperienze riflessioni e analisi delle giornaliste presentate al convegno 'Donna e Informazione', Roma, Edizioni delle Donne, 1977
  • La lingua della nutrice: percorsi e tracce dell'espressione femminile, introduzione di Julia Kristeva, Roma, Edizioni delle donne, 1978 (saggio)
  • Contributo per Cinema, letteratura, arti visive, in «Lessico politico delle donne», vol. 6, Milano, Gulliver, 1979.
  • Le donne e la letteratura: scrittrici eroine e ispiratrici nel mondo delle lettere, Roma, Editori riuniti, 1984, collana «Libri di base 73» diretta da Tullio De Mauro (3 ed., 2000) ISBN 88-359-2721-8 e ISBN 88-359-4942-4
  • La prima estasi, Milano, Mondadori, 1985 (e in ed. «Oscar», con introduzione di Valerio Magrelli, ivi, 1991 ISBN 88-04-34278-1 ) (romanzo) (trad. franc. Nathalie Castagné, La Première extase, Paris, Éditions Rivages, 1987) (Premio Mondello Opera Prima)
  • Il finale della battaglia, Milano, Feltrinelli, 1988 (romanzo) ISBN 88-07-01353-3 (trad. franc. Nathalie Castagné, La Fin de la bataille, Paris, Éditions Rivages, 1988)
  • L'altra amante, Milano, Garzanti, 1990 (romanzo) ISBN 88-11-67320-8 (trad. franc. Nathalie Castagné, L'Autre Maîtresse, Paris, Éditions Rivages, 1992)
  • Lettura critica per AA.VV., Elémire Zolla. Tre discorsi metafisici: (1989-1990), Napoli, Guida, 1991
  • Mezzi di trasporto, Milano, Garzanti, 1993 (romanzo) ISBN 88-11-66305-9 (trad. franc. Françoise Brun, Transports, Paris, Éditions Payot & Rivages, 1994)
  • Ritratti di signora: tre storie di fine secolo, Milano, Rizzoli, 1995 ISBN 88-17-84386-5 e ISBN 88-17-17171-9 (trad. franc. Nathalie Bauer, Trois passions, Paris, Éditions du Seuil, 1997) (finalista al Premio Strega 1995)
  • Contributo per AA.VV.,Divina: arte femminile in scena (atti del Convegno tenuto a Torino nel 1991), Torino, Tirrenia Stampatori, 1995 ISBN 88-7763-026-4
  • Cura di La prima volta: trenta testimonianze, Milano, Rizzoli, 1996 ISBN 88-17-84470-5
  • Esercizi di lettura (con Giosetta Fioroni), Mantova, Corraini, 1996 ISBN 88-86250-36-3
  • Contributo per AA.VV., Ciao bella: ventun percorsi di critica letteraria femminile oggi, a cura di Rosaria Guacci e Bruna Miorelli, Milano, Editori di comunicazione\ Lupetti\ Lecce, P. Manni, 1996 ISBN 88-86302-86-X
  • Posillipo, Milano, Rizzoli, 1997 ISBN 88-17-66071-X e ISBN 88-17-10623-2 (trad. franc. Nathalie Bauer, Pausilippe, Paris, Éditions du Seuil, 1998; trad. tedesca Michaela Wunderle, Das Meer beginnt in Neapel, Frankfurt am Main, Schöffling, 1999; ivi, Monaco-Zurigo, Piper, 2001) (Premio Selezione Campiello e Premio Napoli)
  • L'ombra della luna, Milano, Rizzoli, 1999 ISBN 88-17-86136-7 e ISBN 88-17-12883-X (trad. franc. Nathalie Bauer, La Citoyenne de l'ombre, Paris, Éditions du Seuil, 2001; trad. tedesca Christel Galliani, Der Schatten des Mondes, Monaco, Goldmann, 2001) (Premio Donna Città di Roma)
  • Tra noi due, Milano, Rizzoli, 2002 ISBN 88-17-87085-4 e ISBN 88-17-00107-4 (trad. franc. Nathalie Bauer, Entre nous, Paris, Éditions du Seuil, 2004) (Premio Flaiano)
  • Due giorni a Natale, Napoli, Rossi, 2003 (racconti natalizi)
  • Succede a Roma 2001-2004, con disegni di Giosetta Fioroni, Mantova, Corraini, 2004 ISBN 88-7570-087-7
  • La scienza degli addii, Milano, Rizzoli, 2005 (romanzo) ISBN 88-17-00653-X (trad. franc. de Nathalie Bauer, La Science des adieux, Paris, Éditions du Seuil, 2007; trad. spagn. Pepa Linares, La ciencia del adiós, Madrid, Allianza Editorial, 2007) (Premio Letterario Basilicata)
  • Contributo per AA.VV., Saper sperare: racconti e riflessioni sulla speranza, a cura del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, Cinisello Balsamo, San Paolo, 2006 ISBN 88-215-5726-X
  • L'estranea, Milano, Rizzoli, 2007 ISBN 978-88-17-01833-3 (trad. spagnola Josefa Linares de la Puerta, La extrana / The strange, Madrid, Alianza Editorial, 2009; trad. franc. Nathalie Bauer, L'Obscure Ennemie, Paris, Éditions du Seuil, 2010) (Premio Grinzane Cavour)
  • Memorie di una lettrice notturna, Milano, Rizzoli, 2009 ISBN 978-88-17-03370-1
  • Suvenìr, in AA.VV., L'attesa (per "Napoli Teatro Festival Italia", 8-22 agosto 2010), a cura di Mario Fortunato, Milano, Bompiani, 2010 (racconto) ISBN 88-452-6579-X [3][4]
  • Tre passioni: ritratti di donne nell'Italia unita, prefazione di Paolo Mieli, Milano, Bur Rizzoli, 2011 (pubblicato precedentemente con il titolo Ritratti di signora) ISBN 978-88-17-04660-2
  • Scrivimi, Roma, Nottetempo, 2011 ISBN 978-88-7452-287-3
  • Molta luce in pieno inverno, Roma, La Biblioteca di Repubblica-L'Espresso, 2011 (trad. franc. Nathalie Bauer, Un hiver à Rome, Paris, Éditions du Seuil, 2014)
  • Figure della malinconia, Milano, Skira, 2012 ISBN 978-88-572-1398-9 (trad. franc. N. Castagné, Figures de la mélancolie, Pagine d'Arte, 2014)
  • Un gatto per Natale, Roma, Nottetempo, 2013 ISBN 978-88-7452-464-8
  • Non esistono cose lontane, Milano, Mondadori, 2014 (romanzo) ISBN 978-88-04-64066-0

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Traduzione di Jean-François Bory, Logorinthe, Roma, Lerici, 1969 (post-romanzo)
  • Traduzione (con Christine Bazzin) di Monique Wittig, Il corpo lesbico: romanzo, Roma, Edizioni delle donne, 1976
  • Cura e traduzione di Ágota Kristóf, La chiave dell'ascensore; L'ora grigia o l'ultimo cliente, Torino, Einaudi, 1999 (teatro) ISBN 88-06-15063-4 (anche on-line)

Prefazioni[modifica | modifica wikitesto]

Cataloghi[modifica | modifica wikitesto]

  • Emilia Zampetti Nava: il lavoro domestico, il lavoro artistico, a cura di Maria Paola Maino, testo di Elisabetta Rasy, Roma, Galleria dell'Emporio Floreale, 1978 (catalogo di mostra)
  • Marilù Eustachio: l'angelo del visibile, con una lettera di Elisabetta Rasy, una poesia di Valerio Magrelli e sei testi brevi dell'artista, Roma, La Nuova pesa, 2010
  • Contributo per AA.VV., Tiziano, a cura di Giovanni Carlo Federico Villa, Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale, 2013 (catalogo della mostra tenuta alle Scuderie del Quirinale di Roma dal 5 marzo al 16 giugno 2013) ISBN 978-88-366-2545-1

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare De Michelis, Fiori di carta: la nuova narrativa italiana, Milano, Bompiani, 1990 ISBN 88-452-1566-0
  • Italiana: antologia dei nuovi narratori, a cura di Edoardo Albinati et altri, Milano, A. Mondadori, 1991 ISBN 88-04-41484-7
  • Alberto Asor Rosa, Dizionario della letteratura italiana del Novecento, Torino, Einaudi, 1992 ISBN 88-06-12673-3
  • L. Piccioni, L'altra amante di Elisabetta Rasy, in AA.VV., Scrittrici d'Italia (atti del Convegno nazionale di studi, Rapallo, 14 maggio 1994), a cura di Francesco De Nicola e di Pier Antonio Zannoni, Genova, Costa & Nolan, 1995. ISBN 88-7648-186-9
  • The Cambridge History of Italian Literature, a cura di Peter Brand e Lino Pertile, Cambridge University Press, 1996 (rist. 2001)
  • The Oxford Companion to Italian Literature, a cura di Peter Hainsworth e David Robey, Oxford University Press, 2002. ISBN 978-0-19-172743-6
  • Marie-Hélène Caspar, Nuove Tendenze della Letteratura Italiana, Nanterre, Universite Paris X, 1996.
  • Gaetana Marrone, Paolo Puppa, Luca Somigli, Encyclopedia of italian literary studies, New York, Routledge, 2007, voll.2
  • Letteratura italiana: poesia e narrativa dal secondo Novecento ad oggi, a cura e con studio critico e profili di Lia Bronzi, Foggia, Bastogi, 2007
  • Dacia Maraini, Amata scrittura: laboratorio di analisi letture proposte conversazioni; testi raccolti e curati da Viviana Rosi e Maria Pia Simonetti, 2. ed, Milano, BUR, 2008 (intervista) ISBN 978-88-17-12822-3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN27093694 · SBN: IT\ICCU\CFIV\047754 · BNF: (FRcb12095102g (data)