Premio letterario Basilicata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Premio Letterario Basilicata)
Jump to navigation Jump to search

Il premio letterario Basilicata è un premio letterario istituito nel 1972 a Potenza. Apparso come premio per opere di narrativa, si è arricchito negli anni di numerose altre sezioni. Per i primi quindici anni, la cerimonia di premiazione avveniva l'8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione, ma attualmente lo si attribuisce alla fine del mese di ottobre.[1]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Il premio è stato creato per iniziativa di un gruppo di intellettuali del circolo culturale Silvio Spaventa Filippi.[1] Primo presidente della giuria, e per molti anni, è stato Carlo Bo.[1] Nella giuria per quasi vent'anni è stato responsabile della sezione "letteratura spirituale e poesia religiosa" monsignor Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della cultura. Presidente onorario del premio letterario Basilicata, fin dalla sua istituzione, è il senatore a vita Emilio Colombo.

I premi[modifica | modifica wikitesto]

Il premio è costituito dalle seguenti sezioni:

  • Sezione di Narrativa, dotata di euro 3.000 indivisibili, è riservata ad opere edite e segnalate dai componenti la giuria.
    • Premio speciale Presidenza della Regione Basilicata di euro 1.500 riservato ad opere di narrativa, edite, di autore lucano.
  • Sezione di Letteratura spirituale e Poesia religiosa, dotata di euro 2.500, istituita nel 1987.[1]
  • Sezione di Saggistica, comprende i seguenti premi ed è stata istituita nel 1975:[1]
    • premio Vincenzo Verrastro di euro 2.000 riservato ad opere edite nell'ultimo biennio riguardanti aspetti della storia nazionale o europea ovvero problemi derivanti dalle nuove prospettive del Mezzogiorno d'Italia in Europa;
    • premio Tommaso Pedio di euro 1.000 riservato ad opere edite nell'ultimo biennio su aspetti della storia lucana, istituito nel 1996.[1]
    • premio Città di Potenza di euro 1.000 riservato a giovani studiosi di Potenza autori di tesi di dottorato o di tesi di laurea magistrale, sia edite che inedite, su aspetti della storia economica, sociale, politica, culturale e religiosa della Basilicata, discusse nell'ultimo triennio.
  • Sezione di Economia politica e diritto dell'economia, istituita nel 2003,[1] dotata del premio Senatore Tommaso Morlino, di euro 2.000 è riservata ad opere edite nell'ultimo triennio che affrontino problemi e prospettive di sviluppo dell'Italia e, in particolare, del Mezzogiorno nell'epoca della globalizzazione dei mercati.

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa - Letteratura spirituale e poesia religiosa: presieduta da Carlo Bo, quindi da Leone Piccioni ed infine da Cosimo Damiano Fonseca,

Saggistica-economia politica e diritto dell'economia: inizialmente presieduta da Nicola Cilento, quindi da Cosimo Damiano Fonseca.[1]

Albo d'oro[2][modifica | modifica wikitesto]

Opere di narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Premio speciale di narrativa, presidenza Regione Basilicata (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura spirituale e poesia religiosa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Storia del Premio Letterario Basilicata, su premioletterariobasilicata.it. URL consultato il 26 marzo 2019.
  2. ^ Albo d'oro, su premioletterariobasilicata.it. URL consultato il 26 marzo 2019.
  3. ^ a b 2015, premiati, su ufficiostampabasilicata.it. URL consultato il 27 marzo 2019.
  4. ^ a b c PREMIO LETTERARIO BASILICATA XLV EDIZIONE 2016, su aviglianonline.eu. URL consultato il 28 marzo 2019.
  5. ^ PREMIO BASILICATA: VINCITORI NARRATIVA E LETTERATURA SPIRITUALE, su regione.basilicata.it. URL consultato il 26 marzo 2019.
  6. ^ 47º Premio letterario Basilicata, su sassilive.it. URL consultato il 26 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]