Silvio Spaventa Filippi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silvio Spaventa Filippi

Silvio Spaventa Filippi (Avigliano, 31 agosto 1871[1]Milano, 21 ottobre 1931) è stato un giornalista, traduttore e romanziere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Basilicata, compì gli studi all'Aquila dove cominciò la sua produzione letteraria.[2] Nel 1900, ventinovenne, si trasferì quindi a Milano dove gli fu affidata la direzione del quotidiano La Lombardia. Nel 1904 passò al Corriere della Sera dove diresse Il Romanzo mensile. Nel 1908 Luigi Albertini gli affidò la direzione del Corriere dei Piccoli dalla fondazione alla sua morte, avvenuta nel 1931.[3]

Molto attivo nella traduzione di autori inglesi, scrisse anche alcuni romanzi, poesie e saggi letterari.[3] In Tre uomini e una farfalla del 1921 descrisse la vita mondana aquilana che aveva conosciuto da giovanissimo, ed in particolare l'affascinante figura di Paolina Giorgi.[2]

Suo figlio Leonardo Spaventa Filippi fu un noto pittore. Sua figlia, Lia Spaventa Filippi fu docente di storia e traduttrice delle sorelle Brontë (Agnes Grey, Jane Eyre e Cime tempestose), H. G. Wells e altri autori inglesi. Suo nipote, Paolo Dell’Oro, fu fisico, scrittore e funzionario scientifico EU.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Intorno a se stesso, romanzo, Vecchioni, L'Aquila, 1896
  • Terzetto di signorine, romanzo, Quintieri, Milano, 1896
  • Tre uomini e una farfalla, romanzo (dedica a Renato Simoni, agosto 1920), Treves, Milano, 1921
  • Il castello dell'allegria, Paravia, Milano, 1934

Versi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bestioline, Società Ed. la voce, Firenze, 1913
  • Un viaggio intorno al mondo, Ed. Sperling-Kupfer, Milano, 1914
  • Un viaggio alla luna, Ed. Sperling-Kupfer, Milano 1914
  • Giumbo, Ed. Sperling-Kupfer, Milano 1914
  • L'orsacchiotto, Ed. Sperling-Kupfer, Milano 1914
  • Bambole: Orsola, Lisetta, Linda, Ed. Sperling-Kupfer, Milano 1914

Saggi e studi[modifica | modifica wikitesto]

  • Testa e croce, conferenze, Maddalena/A. Perfilia, L'Aquila, 1899
  • L'umorismo e gli umoristi, A. Perfilia, L'Aquila, 1900
  • Carlo Dickens, Profili n. 17, A. F. Formiggini, Roma, 1911
  • L'umorismo, A. Perfilia, L'Aquila, 1921
  • Scene e figure di Dickens, Sonzogno, Milano, 1922
  • Vittorio Alfieri, collezione "Itala gente dalle molte vite", Casa Editrice Alpes, Milano, 1923
  • Jerome K, Jerome, medaglia, A. F. Formiggini, Roma, 1925
  • Il libro dei mille savi: massime, pensieri, aforismi, paradossi di tutti i tempi e di tutti i paesi, in collaborazione con Fernando Palazzi, Hoepli, Milano, 1927
  • Stille di rugiada. Pensieri e paradossi sull'amore, sulla donna, sul matrimonio, in collaborazione con F. Palazzi, Hoepli, Milano, 1929

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Fu traduttore di Lewis Carroll, Charles Dickens, Peter Rosegger, Emily Brontë, Ludovic Halévy, Rudyard Kipling, Jerome Klapka Jerome, William Makepeace Thackeray, Aldous Huxley, Mark Twain, Xavier de Maistre, Anatole France, Daniel Defoe, John Ruskin, E. T. A. Hoffmann, Tighe Hopkins, William Shakespeare, Fedro, P. G. Wodehouse, Beatrice Harraden, Charles Reade, Maurice Maeterlinck, Jean Aicard, George Eliot e Louisa May Alcott.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La voce della Enciclopedia Italiana (Collegamenti esterni) indica il 1º settembre 1871.
  2. ^ a b Errico Centofanti, Paolina: un eloquente modello, iitaly.org.
  3. ^ a b Fonte: Enciclopedia Italiana, riferimenti e link in Collegamenti esterni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Silvia Spaventa Filippi, Silvio Spaventa Filippi e il Corriere dei Piccoli, Osanna, Venosa, 1987
  • Santino G. Bonsera (a cura di), Silvio Spaventa Filippi: fondatore e direttore del "Corriere dei Piccoli", 1908-1931. Testimonianze e inediti, Erreci, Potenza, 2003

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13773205 · ISNI (EN0000 0000 7970 7463 · SBN IT\ICCU\UBOV\058676 · LCCN (ENn85359545 · GND (DE17325585X · BNF (FRcb16678679b (data) · NLA (EN35706982 · BAV ADV12135220
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie