Racconto di due città

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Racconto di due città
Titolo originale A Tale of Two Cities
A Tale of Two Cities title page.png
Frontespizio dell'edizione originale
Autore Charles Dickens
1ª ed. originale 1859
Genere Romanzo
Sottogenere storico
Lingua originale inglese
Ambientazione Parigi, Londra
Preceduto da La piccola Dorrit
Seguito da Grandi speranze

Racconto di due città (A Tale of Two Cities) è un romanzo storico di Charles Dickens del 1859. Insieme a Barnaby Rudge è l'unico romanzo storico scritto da Dickens.

Il romanzo venne pubblicato sulla rivista All the Year Round in 31 puntate settimanali, la prima apparsa il 30 aprile 1859 e l'ultima il 26 novembre del medesimo anno.

Il romanzo è ambientato a Parigi e Londra durante la Rivoluzione francese e negli anni del Regime del Terrore. In esso vengono rappresentati la sottomissione del proletariato francese all'oppressione dell'aristocrazia negli anni precedenti la rivoluzione, e la successiva brutalità dei rivoluzionari nei primi anni della rivoluzione.

Il romanzo segue le vite di diversi protagonisti attraverso questi eventi, in particolare Charles Darnay, un ex-aristocratico francese che diviene vittima di accuse indiscriminate durante la rivoluzione, e Sydney Carton, un avvocato inglese che cerca di redimere la propria vita per amore della moglie di Darnay, Lucie Manette, il cui padre venne ingiustamente imprigionato nella Bastiglia.

Risulta secondo le principali ricerche statistiche, il romanzo con la maggiore tiratura di sempre, con oltre 200 milioni di copie.[1]

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Le due città, trad. Silvio Spaventa Filippi, Battistelli, 1923. - Collana Narratori Moderni, La nuova Italia, Venezia, 1928 - Sonzogno, 1930 - Introduzione di Vanni De Simone, Newton Compton, 1994-2016.
  • Le due città, trad. Lella Cocconi, Torino, ABC, 1933.
  • Le due città, trad. M. Mezzadri, Aurora, 1936. - Lucchi, 1968.
  • Le due città. Romanzo della Rivoluzione Francese, trad. Mara Fabietti, Prefazione di Ettore Fabietti, Milano, Barion, 1938.
  • Le due città, trad. Giuseppina Maurier, Cavallotti, 1953. (edizione ridotta)
  • Le due città, a cura di Italia Bernabò, Bologna, Malipiero, 1956-1969. (edizione ridotta)
  • Le due città, trad. Beatrice Boffito Serra, BUR n.1505-1508, Milano, Rizzoli, 1959. - Prefazione di Roberto Bertinetti, Collana I grandi romanzi, BUR, Milano, 2012 ISBN 978-88-17-05828-5.
  • Le due città, trad. E. Giroldo Inglese, Collana I Classici n.38, Milano, Fabbri, 1964-2001.
  • Le due città, a cura di G. Maurier, Collana Best n.24, Torino, Dell'Albero, 1966. (edizione ridotta)
  • Racconto di due città. Edizione integrale illustrata a colori (da Cesare Colombi), trad. Marina Emo Capodilista, Mondadori, 1987.
  • Una storia tra due città, trad. e introduzione di Mario Domenichelli, Collana I Classici classici, Milano, Frassinelli, 2000. - con uno scritto di Stefan Zweig, Collana Oscar Classici, Mondadori, Milano, 2012 ISBN 978-88-04-61528-6.
  • Le due città, Libri da leggere, 2013, ISBN 978-88-6811-097-0.

Versioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo venne adattato per lo schermo numerose volte. La prima versione risale al 1907, in un cortometraggio prodotto dalla Selig Polyscope.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mitchell, David. (8 maggio 2010) "David Mitchell on Historical Fiction", The Telegraph: "La seconda uscita di Charles Dickens in ambito storico, il Racconto di due città, ha venduto più di 200 milioni di copie fino ad ora, rendendolo il romanzo più venduto di tutti i tempi, in qualsiasi genere letterario..."

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN183065840 · LCCN: (ENn79136233 · GND: (DE4293539-8 · BNF: (FRcb121143327 (data)