Roberto Moliterni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Moliterni (Gioia del Colle, 4 giugno 1984) è uno scrittore e sceneggiatore italiano.

Nel 2010 ha vinto il Premio Luigi Malerba per la sceneggiatura[1], nel 2014 Premio Letterario Rai La Giara[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un'operaia dell'Enichem e di un impiegato, è cresciuto a Matera[3]. Dopo la laurea in Cinema all'Università di Pisa, si trasferisce a Roma per seguire il corso di formazione e perfezionamento per sceneggiatori Rai Script.

Tra i suoi lavori come sceneggiatore, il documentario Mater Matera[4], trasmesso su Sky Arte e Rai Storia e riproposto dall'editore Castelvecchi in DVD, assieme a un libro intervista, e il film a episodi Provincia bianca. L'episodio Venerdì, diretto da Tonino Zangardi, è stato l'unico corto a rappresentare l'Italia al Festival international du court métrage de Clermont-Ferrand 2015[5]. Il documentario As Time Goes By - L'uomo che disegnava sogni, sulla figura di Silvano Campeggi, scritto con il regista Simone Aleandri, è stato presentato alla Festa del cinema di Roma 2018[6] e ha vinto come Miglior documentario al Tiburon International Film Festival[7].

A teatro debutta come scrittore con l'adattamento di Traumnovelle - Doppio sogno di Arthur Schnitzler per la regia di Paolo Sassanelli e l'interpretazione di Giampiero Judica, Fabrizia Sacchi, Luciano Scarpa, Eleonora Russo, Marit Nissen e Fabrizio Bucci[8].

All'attività di sceneggiatore, affianca quello di saggista cinematografico. Ha pubblicato i manuali Fare un corto (Dino Audino Editore, 2012), Scrivere il corto e la web-serie (Dino Audino Editore, 2016) e Formattare la sceneggiatura (Dino Audino editore, 2018).

Collabora con il mensile The New's Room, le riviste femminili Donna Moderna e Confidenze. Fino al 2013, ha scritto per Paese Sera[9] la rubrica Storie in affitto[10].

Il suo romanzo d'esordio è Arrivederci a Berlino Est (Rai Eri, 2015)[11], con il quale, oltre al Premio “La Giara”, si è aggiudicato la Menzione della Giuria al Premio Letterario Basilicata[12].

Nel 2017 è uscito il suo secondo libro di narrativa, Storie in affitto (Dino Audino editore), un romanzo a racconti che prosegue l'esperienza della rubrica sulle case in affitto per Paese Sera[13].

Nel 2018 è uscito il terzo romanzo, La casa di cartone, pubblicato nella collana Compagnia extra di Quodlibet[14] e salutato dalla critica come un esperimento di romanzo impersonale[15] che racconta con ferocia le coppie contemporanee[16][17][18]. Il libro è entrato nella terna vincitrice del Premio Penne-Mosca[19].

Opere pubblicate[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi
  • Arrivederci a Berlino Est (Rai Eri, 2015)
  • Storie in affitto (Dino Audino Editore, 2017)
  • La casa di cartone (Quodlibet - Compagnia Extra, 2018)
Racconti
  • Cinque storie sull'allegria, racconto L'agenda (Gruppo editoriale L'Espresso, 2013)
  • Sei racconti adrenalinici, racconto Povero vecchio (Gruppo editoriale L'Espresso, 2013)
  • La prima volta che ti ho visto, racconto Lucianito (Scrivere festival, 2018)
  • Uno stormo di pappagalli verdi (Gianmarco Aulino editore - Coup de foudre, 2019). Tiratura limitata 40 copie.

Sceneggiature[modifica | modifica wikitesto]

  • In prima classe (MUP, 2011), prefazione di Irene Bignardi
  • The Show Must Go On in Quaderni di sceneggiatura n. 5 (EUT, 2016)

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fare un corto (Dino Audino Editore, 2012, 2ª ediz. 2014, 3ª ediz. 2018)
  • Ruoli maschili, curatore con Claudio Maccari e Annalisa Elba (Dino Audino Editore, 2015)
  • Scrivere il corto e la web-serie (Dino Audino Editore, 2016)
  • Formattare la sceneggiatura, con Claudio Maccari e Annalisa Elba (Dino Audino Editore, 2018)
  • Mater Matera - Appunti, ricordi e impressioni sul mezzogiorno, con Andrea Di Consoli (Castelvecchi, 2019)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi
Documentari
Cortometraggi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Luigi Malerba Vince Roberto Moliterni - Parma - Repubblica.it, in Parma - La Repubblica. URL consultato il 17 gennaio 2017.
  2. ^ Rai e giovani talenti: il trentenne Roberto Moliterni vince il premio letterario La Giara, in rainews. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  3. ^ rai-eri » Roberto Moliterni. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  4. ^ Una notte fra i Sassi di Matera, su Sky Arte - Sky, 22 luglio 2016. URL consultato il 9 maggio 2019.
  5. ^ Centro del Cortometraggio al Festival di Clermont-Ferrand, su news.cinecitta.com. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  6. ^ "L'uomo che disegnava sogni": la storia del grande cartellonista Silvano Campeggi. URL consultato il 25 ottobre 2018.
  7. ^ Tiburon International Film Festival, su www.tiburonfilmfestival.com. URL consultato il 9 maggio 2019.
  8. ^ Traumnovelle - Doppio sogno di Arthur Schnitzler al Teatro Argot Studio. URL consultato il 26 maggio 2018.
  9. ^ Parola ai giovani #7: Roberto Moliterni tra scrittura e sceneggiatura - Cultora, in Cultora, 21 aprile 2015. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  10. ^ Roberto Moliterni e le storie delle case affittate | Revolution, su www.tv2000.it. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  11. ^ 'Arrivederci a Berlino Est', in libreria il romanzo vincitore del Premio La Giara. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  12. ^ Nino Cutro, Premio letterario Basilicata: i vincitori 2015, su Ufficio Stampa Basilicata, 25 ottobre 2015. URL consultato il 17 gennaio 2017.
  13. ^ Uscito “Storie in affitto” di Roberto Moliterni. URL consultato il 3 maggio 2018.
  14. ^ Simonetta Sciandivasci, L'invasione dell'Ikea, non degli immigrati, in Il Foglio, 15/06/2018.
  15. ^ Rocco Pezzano, Moliterni, il romanzo diventa "impersonale", in Il Quotidiano del Sud, 25 giugno 2018.
  16. ^ Angelo Guglielmi, Si trovano su Facebook, corrono all'Ikea e fanno l'amore (ma sono già morti), in Tuttolibri - La Stampa, 28 luglio 2018.
  17. ^ Camillo Langone, Le coppie liquide e tristi ci portano all'estinzione, in Il Giornale, 17 luglio 2018.
  18. ^ Concetta Petrollo, La casa di cartone, in L'immaginazione, Luglio-agosto 2019, nº 312, p. 60.
  19. ^ Premio Penne – Premio internazionale di letteratura, su premiopenne.it. URL consultato il 19 settembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN295551156 · ISNI (EN0000 0003 9990 7915 · LCCN (ENno2013006462 · WorldCat Identities (ENno2013-006462