Edoardo Albinati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edoardo Albinati (Roma, 1956) è uno scrittore italiano. Vive a Roma dove dal 1994 svolge attività di insegnamento all’interno del penitenziario di Rebibbia.

I suoi libri in prosa sono: Arabeschi della vita morale (racconti, Longanesi, 1988); Il polacco lavatore di vetri (romanzo, Longanesi, 1989, nuova ed. Oscar Mondadori, 1998); Orti di guerra (prose, Fazi, 1997, nuova ed. Fandango, 2007); Maggio selvaggio (diario, Mondadori, 1999; nuova ed. Oscar Mondadori 2001); 19 (racconto, Mondadori, 2001); Il ritorno. Diario di una missione in Afghanistan (diario, Mondadori, 2002); Svenimenti (romanzo, Einaudi, 2004; nuova ed. Fandango, 2010); Tuttalpiù muoio (romanzo, Fandango, 2006, con Filippo Timi); Guerra alla tristezza! (racconti, Fandango, 2009); Vita e morte di un ingegnere (memoria, Mondadori, 2012).

Ha pubblicato i seguenti volumi di versi: Elegie e proverbi (poesie, Mondadori, 1989); La comunione dei beni (poema, Giunti, 1995); Mare o monti (poemetto, ed. L’Obliquo, 1997, con Paolo Del Colle); Sintassi italiana (poesie, Guanda, 2002).

Ha tradotto testi di autori inglesi e americani tra cui: V.Nabokov, A.Bierce, R.L.Stevenson, John Ashbery. Ha inoltre tradotto La tempesta di W. Shakespeare (1999) e adattato i romanzi di Chrétien de Troyes per lo spettacolo Graal (2000) e il poema di John Milton per lo spettacolo Paradiso (2004), tutti per la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Per lo stesso regista ha scritto Il colore bianco andato in scena per le Olimpiadi di Torino 2006. Dal suo libro Orti di guerra sono stati tratti venti episodi realizzati da Radiotre Rai (1997) con musiche di Fabrizio De Rossi Re (nell’edizione Fandango 2007). Con lo stesso musicista ha realizzato il cd Folgorazione (Contempo, 2005). Dal romanzo Il polacco lavatore di vetri il regista Peter Del Monte ha tratto il film La ballata del lavavetri presentato al Festival del Cinema di Venezia 1998. Nel 2002 ha lavorato presso l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati in Afghanistan e nel 2004 ha partecipato a una missione dell’UNHCR in Ciad, pubblicando reportages su “Il Corriere della Sera”, “The Washington Post” e “La Repubblica”.


.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]