Nino De Vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nino De Vita

Nino De Vita (Marsala, 8 giugno 1950) è uno scrittore e poeta italiano in lingua siciliana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È riconosciuto come una delle voci poetiche più interessanti e rigorose della letteratura contemporanea[1]

Esordisce nel 1984 con la raccolta di versi Fosse Chiti (premio "Cittadella"), a cui fa seguito una trilogia in dialetto siciliano: Cutusìu, (2001, premio "Mondello"), Cùntura (2003, premio "Napoli") e Nnòmura(2005, premio "Salvo Basso" e "Bartolo Cattafi"). Nel 2011, sempre con Mesogea, è uscito Òmini (premio "Viareggio" della giuria), nel 2015 il romanzetto in versi A ccanciu ri Maria, nel 2017 Sulità e nel 2019 Tiatru[2].

Nel 1996, per la opera poetica, gli è stato assegnato il premio "Alberto Moravia" ; nel 2009, il premio "Tarquinia-Cardarelli", nel 2012 il premio "Ignazio Buttitta", nel 2017 il Bronzo dorato all'Arte poetica - Animavì - Cinema d'animazione e arte poetica[3].

Alcuni suoi racconti per ragazzi, Il cacciatore (illustrato da Michele Ferri, 2006), Il racconto del lombrico (illustrato da Francesca Ghermandi, 2008), La casa sull'altura (illustrato da Simone Massi, 2011) e C'erano tutti nella grande aia (illustrato da Armin Greder, 2018), sono stati pubblicati dall'Editore Orecchio Acerbo di Roma[4].

Sono state inoltre pubblicate tre antologie dell'opera di Nino De Vita. La prima, a cura di Anna De Simone, dal titolo Il cielo sull'altura. Viaggio nella poesia di Nino De Vita, edita dal Circolo Culturale Menocchio nel 2013[5]; la seconda, The Poetry of Nino De Vita (con testo inglese a fronte) a cura di Gaetano Cipolla nel 2014[6] e la terza, Antologia (1984-2014), a cura di Silvio Perrella nel 2015[7].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Fosse Chiti, presentazione di Stefano Jacomuzzi, Società di Poesia-Lunarionuovo, San Giovanni La Punta(Catania)- Milano 1984
  • Jòcura, presentazione di Giovanni Tesio, Boetti & C. Editori, Mondovì (Cuneo) 1996
  • 'U spavintapàssari, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 1997
  • L'aranci, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 1998
  • P'a festa ri l'ammitu, con cinque incisioni di Nino Cordio, edizioni Felceti, Roma, 1998
  • Il diniego del pittore, con una acquaforte di Giuseppe Modica, Associazione degli Amici di Leonardo Sciascia,Roma 1998
  • Il cuscus dolce, con una incisione di Vincenzo Piazza, Il Girasole Edizioni, Valverde (CT), 1999
  • 'I scoli vasci, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 1999
  • Òmini, f.c. Alcamo 2000
  • L'arena ri Spagnola, con una incisione di Vincenzo Piazza, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 2000
  • 'U tuppuliu, con una incisione di Giuseppe Tuccio, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 2001
  • 'U lupu mannaru, con una incisione di Piero Guccione, Grafiche Campo, Alcamo (Trapani) 2001
  • Cutusìu, prefazione di Vincenzo Consolo, Mesogea, Messina 2001
  • Cùntura, Mesogea, Messina 2003
  • Nnòmura, Mesogea, Messina 2005
  • Il cacciatore, illustrato da Michele Ferri, Nota di Goffredo Fofi, Orecchio Acerbo, Roma 2006
  • Bbaddarò, Centro Stampa Rubino, Marsala (Trapani) 2008
  • Il racconto del lombrico, illustrato da Francesca Ghermandi, Orecchio Acerbo, Roma 2008
  • Né erba né na vido né na rrosa, Centro Stampa Rubino, Marsala (Trapani) 2008
  • A Palemmu, Centro Stampa Rubino, Marsala (Trapani) 2009
  • Comu fannu l'aceddi, con una incisione di Gaetano Tranchino, Il Girasole Edizioni, Valverde (Catania) 2009
  • 'U ncuttùmu, Centro Stampa Rubino, Marsala (Trapani) 2010
  • La casa sull'altura, illustrato da Simone Massi, Postfazione di Goffredo Fofi, Orecchio Acerbo, Roma 2011
  • 'U cuntu ru scòrfanu, illustrazioni di Enzo Venezia, Dipartimento di Scienze Filologiche e Linguistiche, Palermo 7 aprile/4 maggio 2011
  • Appuntatini, Centro Stampa Rubino, Marsala (Trapani) 2012
  • I libbra, con una xilografia di Margherita Cassani, Fogli volanti, Milano 2012
  • Ggiuvannineddu 'u foddi, Gattili, con una foto di Kali Jones, Cologno Monzese 2015
  • A ccanciu ri Maria, Mesogea, Messina 2015
  • Sulità, Mesogea 2017
  • C'erano tutti nella grande aia, illustrato da Armin Greder, Orecchio Acerbo, Roma 2018
  • Tiatru, Mesogea 2018

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cielo sull'altura. Viaggio nella poesia di Nino De Vita, a cura di Anna De Simone, Circolo Culturale Menocchio, Montereale Valcellina, Pordenone 2013
  • The Poetry of Nino De Vita, con introduzione e traduzione di Gaetano Cipolla, Legas, Mineola, New York 2014
  • Antologia (1984-2014)', a cura di Silvio Perrella, Mesogea, Messina 2015

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Un canto dei salinari, in Gesualdo Bufalino(a cura di), “Saline di Sicilia”, Sellerio, Palermo 1988
  • Musco, Bucolica, in Lirici greci, a cura di Vincenzo Guarracino, Bompiani, Milano 1991
  • Giuseppe Gioacchino. Belli, I atti ra vicina, “Il Belli”, a. II, 4, Roma 1992
  • Nemesiano, Bucolica, e Cynegenetica, in Poeti latini, a cura di Vincenzo Guarracino, Bompiani, Milano 1993
  • Draconzio, Non solum decet, in Veneri e Priapi, a cura di Luigi Reina, Rispostes Edizioni, Salerno, 1999
  • Giacomo Leopardi, Vaddàti e largasì, in Il verso all’infinito, a cura di Vincenzo Guarracino, Marsilio, venezia 1999
  • Francesco Guglielmino, da Ciuri di strata, in La poesia in dialetto, a cura di Franco Brevini, vol. III, Mondadori, Milano 1999
  • Vann’Antò, da Voluntas tua, in La poesia in dialetto, a cura di Franco Brevini, vol. III, Mondadori, Milano 1999
  • Domenico Tempio, L’estate – La libertà – Epigramma, in La poesia dialettale, Cento libri per mille anni, a cura di Maurizio Cucchi, Istituto poligrafico e zecca dello Stato, Roma 1999
  • Vicente Aleixandre, A don Luius De Gòngora, in Mediterranee. 50 poesie per 50 poeti , a cura di Pablo Luis Avila, Edizioni dell’Orso”, Alessandria 2001
  • Giacomo Leopardi, ’U sabbatu nna cuntrata, in Con la stessa voce. Antologia di poeti dialettali traduttori, a cura di Piero Marelli e Maurizio Noris, LietoColle , Faloppio(Como) 2015

Bibliografia della critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Santucci, Sicilia a tre voci dal più profondo della natura, “Giornale di Sicilia”, 11 settembre 1984
  • Antonio Di Grado, La natura ha trovato i suoi versi, “La Sicilia”, 30 novembre 1984.
  • Remo Pagnanelli, Malinconia uno e due, “Punto d’incontro”, n. 23/28 agosto 1984 - gennaio 1985.
  • Giovanni Raboni, Ma quante belle ricerche, “Il Messaggero”, 1 maggio 1985.
  • Attilio Lolini, Poi ci sono quelli delle plaquettes, “Il Manifesto”, 16 luglio 1985.
  • Michele Prisco, Il Premio Nazionale “Suio” a Nino De Vita, “Trapani Nuova”, Trapani, 12 dicembre 1986.
  • Giacinto Spagnoletti, nota di presentazione a ’U rui Novembri r’u sessantarui, in “5 poeti”, Prova D’Autore, Catania, 1989.
  • Franco Loi, Se la Sicilia finisce in “u”, “Il Sole 24 Ore”, 27 giugno 1993.
  • Massimo Onofri, Il papavero scoronato: Nino De Vita da “Fosse Chiti” (1984-89) a “Cutusio” (1991-93), “Nuovi Argomenti”, Roma, aprile-giugno 1993.
  • Lucio Zinna, Nino De Vita e il mondo di Cutusio, “Diverse lingue”, n. 13, Udine, giugno 1994.
  • Gianni D’Elia, Versi clandestini nell’Italia della prosa e dei professori, “Il Manifesto”, 14 luglio 1994.
  • Enzo Siciliano, Amori pieni di rabbia, “La Repubblica”, 16 Luglio 1994
  • Sandra Petrignani, Per il giusto verso, “Panorama”, 20 agosto 1994.
  • Vincenzo Consolo, L’olivo e l’olivastro, Mondadori, Milano, 1994.
  • Valerio Magrelli, Poesia. Il ’900 di padre in figlio, “Corriere della Sera”, 7 giugno 1996.
  • Alessandro Fo, Voci della poesia italiana di fine novecento, “Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena”, Ed. Cadmo, Vol. XVII, 1996.
  • Patrizia Valduga, I suoni perfetti del dialetto, “Corriere della Sera”, 12 gennaio 1997.
  • Giorgio Delia, Introduzione alla poesia di Nino De Vita, “Diverse Lingue”, Udine, Settembre 1997.
  • Vincenzo Consolo, Versi siciliani, “La Rivista dei Libri”, ottobre 1999; ora, con modifiche, come prefazione a Cutusìu, Mesogea, Messina, 2001.
  • Elio Pecora, La società dei poeti, San Marco dei Giustiniani, Genova, 2001
  • Salvatore Ferlita, Cutusìu, “La Repubblica-Palermo”, 10 marzo 2002.
  • Renato Nisticò, Arcadicità del postmoderno: l’opera poetica di Nino De Vita. “Studi Novecenteschi”, n° 63-64, giugno-dicembre 2002
  • Flavio Santi, Cutusìu, “Atelier”, Borgomanero (NO ), marzo 2003
  • Emanuele Trevi, Un cantafavole venuto da Marsala, “Il Manifesto”, 11 maggio 2004
  • Alessandro Zaccuri, Anche l’anima scrive in dialetto, “Avvenire”, 30 ottobre 2004
  • Antonino Cusumano, Senso del luogo e senso dell’appartenenza. La poetica di Nino De Vita, in “Archivio Antropologico Mediterraneo”, Sellerio Editore, Palermo 2004
  • Sergio Ferrero, La poesia di De Vita fra siciliano e Francia profonda, “Avvenire”, 20 dicembre 2005
  • Alberto Bertoni, Cutusìu, in “Trent’anni di Novecento”, Book Editore 2005
  • Massimiliano Manganelli, Nino De Vita, in “Parola plurale. Sessantaquattro poeti italiani fra due secoli”, Luca Sossella Editore, Roma 2005
  • Andrea Cortellessa, Martinu, in “Storia e testi della letteratura italiana”, Einaudi scuola, 2005
  • Marcello Benfante, Il cacciatore convertito nel miracolo della poesia, “La Repubblica-Palermo”, 11 gennaio 2006
  • Enzo Siciliano, Il cacciatore si è convertito, “L’Espresso”, 2 febbraio 2006
  • Davide Barilli, Ombra di casa, “Gazzetta di Parma”, 25 luglio 2006
  • Roberto Denti, Il cacciatore, “Liber”, 20 agosto 2006
  • Silvio Perrella, Il sale dello Stagnone. Un tuffo nell’altrove, “Il Mattino”, 6 agosto 2006
  • Gaetano Savatteri, Nino De Vita, il poeta della west coast, “I Love Sicilia”, Febbraio 2010
  • Giovanni Tesio, De Vita, il siciliano che fotografa l’esistenza, “La Stampa-Tuttolibri”, 11 febbraio 2012
  • Goffredo Fofi, Òmini, “Lo Straniero”, febbraio 2012
  • Eraldo Affinati, Quando il poeta posteggiò a Ballarò, “Famiglia cristiana”, 18 marzo 2012
  • Luca Alvino, Òmini, “Nuovi Argomenti”, ottobre-dicembre 2012
  • Manuel Cohen, Òmini, “Punto. Almanacco della poesia italiana”, anno II, n. 2, 2012
  • Pier Vincenzo Mengaldo, Come si traducono i poeti dialettali?, “Lingua e stile”, XLVII, Dicembre 2012
  • Paolo Febbraro, Nota di lettura a “Ggiuvannineddu ’u foddi”, “Il Sole 24 Ore”, 11 agosto 2013
  • Daniele Piccini, La notte che ti fece rubare la sorella sbagliata, “Corriere della Sera- La lettura”, 15 agosto 2015
  • Guido Monti, Quei versi “narrativi”, “Il Manifesto”, 27 novembre 2015
  • Domenico Calcaterra, Per trarre in salvo un mondo da nominare, “L’Indice”, febbraio 2016
  • Orazio Labbate, Siciliani da riscoprire, “Il Tascabile”, 5 ottobre 2016
  • Roberto Galaverni, L’epica del mondo sotto l’arco del cordaio, “Corriere della Sera- La lettura”, 21 maggio 2017
  • Andrea Caterini, La solitudine in ventiquattro tappe di vita, “Il Giornale”, 28 maggio 2017
  • Enzo Rega, Sulità, “Poesia”, Milano, aprile 2018
  • Giuseppe Grattacaso, Teatro De Vita, “Succedeoggi”, 18 febbraio 2019
  • Domenico Cacopardo, Le poetiche e ombrate scene dell’esistenza di contrada Cutusio, “Gazzetta di Parma”, 20 febbraio 2019
  • Simone Gambacorta, Nelle nuove poesie di De Vita il teatro dell’esistere, “La Città”, Teramo, 28 febbraio 2019
  • Nadia Terranova, Nino De Vita e il dizionario di una terra intraducibile, “Il Foglio”, 10 aprile 2019
  • Stefano Carrai, Tiatru, “L’immaginazione”, Manni, Lecce, luglio-agosto 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ De Vita, Nino nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 21 aprile 2020.
  2. ^ De Vita, Nino nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  3. ^ Nino De Vita | Autori, su pordenonelegge.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  4. ^ Letture n.648 giugno-luglio 2008 - Un inedito di... Nino De Vita, su www.stpauls.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  5. ^ Fabrizio Centofanti, Viaggio nella poesia di Nino De Vita, su La poesia e lo spirito, 23 luglio 2013. URL consultato il 27 aprile 2020.
  6. ^ L’antologia bilingue di Nino De Vita, su Poeti del Parco, 6 novembre 2018. URL consultato il 27 aprile 2020.
  7. ^ A Cutusìu con Nino De Vita, su Poeti del Parco, 6 novembre 2018. URL consultato il 27 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3624602 · ISNI (EN0000 0000 7875 8226 · SBN IT\ICCU\CFIV\052239 · LCCN (ENn96005176 · GND (DE13211769X · BNF (FRcb166323588 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n96005176