Nino De Vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nino De Vita (Marsala, 8 giugno 1950) è scrittore e poeta dialettale italiano. È riconosciuto come una delle voci poetiche più interessanti e rigorose delle letteratura contemporanea.

Dopo le scuole superiori frequentate nella città natale, si trasferisce a Palermo dove consegue la Laurea in Scienze Agrarie.

Esordisce, nel 1984, con la raccolta di versi Fosse Chiti, Società di Poesia 1984 (Premio Cittadella), a cui fa seguito una trilogia in siciliano: Cutusìu, Mesogea 2001 (Premio Mondello); Cùntura, Mesogea 2003 (Premio “Napoli”); Nnòmura, Mesogea 2005 (Premio Salvo Basso e Bartolo Cattafi). Nel 2011, sempre con Mesogea, è uscito Òmini, il suo quarto libro in dialetto (Premio della Giuria Viareggio-Rèpaci 2012).

Nel 1996, per la sua opera poetica, gli è stato assegnato il Premio “Alberto Moravia”; nel 2009, il Premio “Tarquinia-Cardarelli” e nel 2012 il Premio “Ignazio Buttitta”. Nino De Vita si occupa inoltre della “Fondazione Sciascia”, sorta a Racalmuto per volontà dello scrittore siciliano scomparso[1].

Tre suoi racconti per ragazzi, Il cacciatore (illustrato da Michele Ferri) 2006, Il racconto del lombrico (illustrato da Francesca Ghermandi) 2008, La casa sull'altura (illustrato da Simone Massi) 2011, sono stati pubblicati dall'Editore Orecchio Acerbo di Roma. Specie l'ultimo dei tre ha riscosso grande attenzione in quanto è stato inserito nella terna di libri che concorrevano al premio Andersen.

È anche autore di diverse plaquettes e raccolte di versi pubblicati in edizioni a tiratura limitata.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Fosse Chiti, presentazione di Stefano Jacomuzzi, Società di Poesia-Lunarionuovo, Milano 1984
  • Fosse Chiti (2ª ed. ampliata), nota di Giuseppe Conte, Amadeus, Treviso 1989
  • Bbinirittedda, f.c. Trapani 1991
  • Fatticeddi, f.c. Trapani 1991
  • Bbatassanu. f.c. Trapani 1992
  • Nnòmura, f.c. Trapani 1993
  • Cutusìu, Prefazione di Pietro Gibellini, f.c. Trapani 1994
  • ’A casa nnô timpuni, f.c. Alcamo 1994
  • Sulità, f.c. Alcamo 1995
  • Jòcura, presentazione di Giovanni Tesio, Boetti & C. Editori, f.c. Mondovì (Cuneo) 1996
  • ’U spavintapàssari, f.c. Alcamo 1997
  • L'aranci, f.c. Alcamo 1998
  • P'a festa ri l'ammitu, con cinque incisioni di Nino Cordio, edizioni Felceti, Roma, 1998
  • Il diniego del pittore, con una acquaforte di Giuseppe Modica, Associazione degli Amici di Leonardo Sciascia,Roma 1998
  • Cùntura, f.c. Alcamo 1999
  • Il cuscus dolce, con una incisione di Vincenzo Piazza, Il Girasole Edizioni, Valverde(CT), 1999
  • ’I scoli vasci, f.c. Alcamo 1999
  • Òmini, f.c. Alcamo 2000
  • L'arena ri Spagnola, con una incisione di Vincenzo Piazza, f.c. Alcamo 2000
  • ’U tuppuliu, con una incisione di Giuseppe Tuccio, f.c. Alcamo 2001
  • ’U lupu mannaru, con una incisione di Piero Guccione, f.c. Alcamo 2001
  • Cutusìu, prefazione di Vincenzo Consolo, Mesogea, Messina 2001
  • Cùntura, Mesogea, Messina 2003
  • Nnòmura, Mesogea, Messina 2005
  • Il cacciatore, illustrato da Michele Ferri, Orecchio Acerbo, Roma 2006
  • Fosse Chiti, Mesogea, Messina 2007
  • Bbaddarò, f.c. Marsala 2008
  • Il racconto del lombrico, illustrato da Francesca Ghermandi, Orecchio Acerbo, Roma 2008
  • Né erba né na vido né na rrosa, f.c. Marsala 2008
  • A Palemmu, f.c. Marsala 2009
  • Comu fannu L'aceddi, con una incisione di Gaetano Tranchino, Il Girasole Edizioni, 2009
  • ’U ncuttùmu, f.c. Marsala 2010
  • La casa sull'altura, illustrato da Simone Massi, Orecchio Acerbo, Roma 2011
  • La casa sull'altura, illustrato da Simone Massi, Kompasgid, Mosca 2011
  • ’U cuntu ru scòrfanu, Per i 70 anni di Gaetana Rinaldi e Giovanni Ruffino, illustrazioni di Enzo Venezia, Dipartimento di Scienze Filologiche e Linguistiche, Palermo 7 aprile/4 maggio 2011
  • Òmini, Mesogea, Messina 2011
  • Appuntatini, f.c. Marsala 2012
  • I libbra, con una xilografia di Margherita Cassani, Fogli volanti, Milano 2012
  • Ggiuvannineddu 'u foddi, Gattili, con una foto di Kali Jones, Cologno Monzese 2015
  • A ccanciu ri Maria, Mesogea, Messina 2015
  • Antologia (1984-2014), a cura di Silvio Perrella, Mesogea, Messina 2015

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Un canto dei salinari, “Saline di Sicilia”, Sellerio, Palermo 1988
  • Musco, Bucolica, Lirici greci, Bompiani, Milano 1991
  • G. Belli,I gatti della vicina, “Il Belli”, Roma 1992
  • Nemesiano,Bucolica, Cynegenetica, Poeti latini, Bompiani, Milano 1993
  • Draconzio, Non solum decet, Veneri e Priapi, Rispostes Edizioni, Salerno, 1999
  • Leopardi,L'Infinito, Il verso all'infinito, Marsilio 1999
  • Francesco Guglielmino, da Ciuri di strata, “La poesia in dialetto”, Mondadori 1999
  • Vann'Antò, da Voluntas tua, “La poesia in dialetto”, Mondadori 1999
  • Domenico Tempio,L'estate – La libertà – Epigramma, “La poesia dialettale”, Cento libri per mille anni, Istituto poligrafico e zecca dello Stato, Roma 1999
  • Vicente aleixandre,A don Luius De Gòngora, “Biblioteca Mediterranea dell'Orso”, Alessandria 2001
  • Giacomo Leopardi, ’U sabbatu nna cuntrata, in Con la stessa voce. Antologia di poeti dialettali traduttori, a cura di Piero Marelli e Maurizio Noris, LietoColle, Faloppio(Como) 2015

Opere Tradotte[modifica | modifica wikitesto]

  • U Guachin Bumb (Jachinu Bbumma) e U Martin (Martinu), tradotte in bedretese da Giovanni Orelli, “Il cantonetto”, Lugano, novembre 1992
  • Primo velo di luce , Tradotta in francese da Andrea Genovese, “Belvedere”, Lyon, gennaio-febbraio 1993
  • Bbinirittedda , tradotta in inglese (Emilia Ippolito e Paula Burnett), francese (Rose-Marie Francois e Marianna Zummo), tedesco (Susanne Zieglmeir), spagnolo (Miguel Edo), The Emilit Project, Brunel University, 2003
  • The woman ('A Fìmmina), tradotta in inglese da Antonino Mazza, in “ Italville “, Istituto Italiano di Cultura, Cicago, Exle Editions, Toronto 2005
  • My Grandmother Leonarda (Me' nonna Nardinedda), tradotta in inglese da Gaetano Cipolla, in “Arba Sicula”, Jamaica, New York 2008
  • Martìn (Martinu), Pobreza (Scarsizzi), Peces (Pisci), Nicolàs el Turco (Cola 'u Turcu), Padre Tano (Patri Tanu), Juanita (Giannina), tradotte in lingua argentina da Rocco Carbone, in “Nuevas Poetas Italianos”, Paradiso Ediciones, Buenos Aires 2008
  • Ri cafuddari all'òmini (Auf Menschen zu schieben), tradotta in lingua tedesca da Titus Heydenreich, in Zibaldone, n. 48, 2009, Stauffemburg Verlag, Tubingen, Germania
  • The Poetry of Nino De Vita (Antologia, con introduzione e traduzione di Gaetano Cipolla), Legas, Mineola, New York 2014

La casa sull'altura, illustrato da Simone Massi, Kompasgid, Mosca 2011, edito da Orecchio Acerbo, con postfazione di Goffredo Fofi. Il libro ha riscosso un grande successo di critica ed è stato inserito nella terna dei finalisti della XXXesima edizione del premio Andersen per la sezione “Miglior albo illustrato”.

Bibliografia critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Santucci, Sicilia a tre voci dal più profondo della natura, “Giornale di Sicilia”, 11 settembre 1984; poi, con il titolo Poesia dei tessuti, in “Idea”, Roma, novembre-dicembre 1984.
  • Antonio Di Grado, La natura ha trovato i suoi versi, “La Sicilia”, 30 novembre 1984.
  • Sebastiano Addamo, Elegiaco degrado, “La Sicilia”, 27 marzo 1985.
  • Giovanni Raboni, Ma quante belle ricerche, “Il Messaggero”, 1º maggio 1985.
  • Michele Prisco, Il Premio Nazionale “Suio” a Nino De Vita , “Trapani Nuova”, Trapani, 12 dicembre 1986.
  • Giuseppe Conte, nota di presentazione a Fosse Chiti, 2ª ed. ampliata, Edizioni Amadeus, Treviso, 1989.
  • Valerio Magrelli, Un mare da leggere , “Il Messaggero”, 3 luglio 1989.
  • Giacinto Spagnoletti, nota di presentazione a ’U rui Novembri r'u sessantarui, in “5 poeti”, Prova D'Autore, Catania, 1989.
  • Franco Loi, Cedri, eucalipti e ulivi, odori selvatici e aspri , “Il Sole 24 Ore”, 21 luglio 1991.
  • Massimo Onofri, Il papavero scoronato: Nino De Vita da “Fosse Chiti” (1984-89) a “Cutusio” (1991-93), “Nuovi Argomenti”, Roma, aprile-giugno 1993.
  • Pietro Gibellini, Introduzione a Cutusìu, Trapani, 1994. Ora in “Verga, Pirandello e altri siciliani”, Edizioni Milella, Lecce 2011
  • Gianni D'Elia, Versi clandestini nell'Italia della prosa e dei professori , “Il Manifesto”, 14 luglio 1994.
  • Enzo Siciliano, Amori pieni di rabbia , “La Repubblica”, 16 luglio 1994; ora in “L'Isola”, Manni, Lecce 2003
  • Sandra Petrignani, Per il giusto verso , “Panorama”, 20 agosto 1994.
  • Giulio Ferroni, Terra disgraziata , “L'Unità”, 10 ottobre 1994.
  • Bernard Simeone, Littératures italiennes (80-90), “La pensée”, gennaio-marzo 1995.
  • Massimo Onofri, La poesia pura nascosta nell'aspra Sicilia, “L'Unità”, 23 agosto 1995.
  • Giovanni Tesio, Presentazione a Jòcura , Boetti & C. Editori, Mondovì, 1996.
  • Alessandro Fo, Nino De Vita: Contrada Cutusio e l'universo, Annali Facoltà di Lettere, Siena1996.
  • Valerio Magrelli, Poesia. Il '900 di padre in figlio, “Corriere della Sera”, 7 giugno 1996.
  • Patrizia Valduga, I suoni perfetti del dialetto, “Corriere della Sera”, 12 gennaio 1997.
  • Enzo Siciliano, Nino De Vita, Premio Moravia 1996, “Malgrado tutto”, Racalmuto, gennaio 1997.
  • Franco Loi, Tasselli di mosaico poetico , “Il Sole 24 Ore”, 19 luglio 1998.
  • Vincenzo Consolo, Versi siciliani, “La Rivista dei Libri”, ottobre 1999; ora, con modifiche, come prefazione a Cutusìu, Mesogea, Messina, 2001.
  • Salvatore Ferlita, Il poeta amico di Sciascia “prigioniero” di Cutusio, “La Repubblica-Palermo”, 22 aprile 2001.
  • Goffredo Fofi, Ma la cultura non è un bene di consumo, “Il Messaggero”, 18 febbraio 2002.
  • Sergio Ferrero, La “Spoon River” siciliana nei versi di Nino De Vita, “Avvenire”, 27 settembre 2002.
  • Flavio Santi, Cutusìu , “Atelier”, Borgomanero (NO), marzo 2003
  • Enzo Siciliano, Resistenza in versi , “L'Espresso”, 29 aprile 2004
  • Emanuele Trevi, Un cantafavole venuto da Marsala, “Il Manifesto”, 11 maggio 2004
  • Andrea Cortellessa, Martinu, in “Storia e testi della letteratura italiana”, Einaudi scuola, 2005
  • Anna De Simone, Cùntura, "Semicerchio", nn.32-33, 2005, p. 116
  • Enzo Siciliano, Il cacciatore si è convertito, “L'Espresso”, 2 febbraio 2006
  • Anna De Simone, Nnòmura, “Poesia”, Crocetti Editore, maggio 2006
  • Davide Barilli, Ombra di casa, “Gazzetta di Parma”, 25 luglio 2006
  • Franco Pappalardo La Rosa, Le fosse chiti di Nino De Vita, "Segno", A. XXXIV, N. 294-295-aprile-maggio 2008.
  • Daniele Piccini(a cura), Un inedito di… , “Letture”, giugno-luglio 2008
  • Anna De Simone, Nino De Vita, Almanacco del Ramo d'Oro, Anno III, n. 9 (dicembre 2008)
  • Marcello Benfante, Gli eccessi del dialetto, “La Repubblica-palermo”, 28 maggio 2009
  • Roberto Denti, Dove gli animali non sono più soli, “La Stampa-Tuttolibri”, 19 febbraio 2011
  • Giovanni Tesio, De Vita, il siciliano che fotografa l'esistenza, "La Stampa-Tuttolibri", 11 febbraio 2012
  • Eraldo Affinati, Quando il poeta parcheggiò a Ballarò, "Famiglia Cristiana", anno LXXXII, N. 12, 18 marzo 2012, pp. 88-89
  • Luca Alvino, Òmini, in Rassegna della poesia italiana, "Nuovi Argomenti", n. 60, ottobre 2012
  • Pier Vincenzo Mengaldo, Come si traducono i poeti dialettali?, “Lingua e stile”, XLVII, Dicembre 2012
  • Anna De Simone (a cura di), Il cielo sull'altura. Viaggio nella poesia di Nino De Vita, Circolo culturale Menocchio, Montereale Valcellina (Pn), 2013, pp. 224
  • Anna De Simone (a cura di), "Sotto un albero d'ombra", "Poesia", Crocetti Editore, N. 302, Marzo 2015, pp. 69-76

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN3624602 · LCCN: (ENn96005176 · SBN: IT\ICCU\CFIV\052239 · ISNI: (EN0000 0000 7875 8226 · GND: (DE13211769X · BNF: (FRcb166323588 (data)