Evelina Santangelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Evelina Santangelo (Palermo, 27 ottobre ...[1]) è una scrittrice e traduttrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vincitrice nel 2000 del Premio Franciacorta, Premio Mondello opera prima, Premio Fiesole Narrativa Under 40, Premio Berto[2], è stata anche finalista al Premio Chiara. Nel 2017 le è stato assegnato il premio Topazia Alliata. L'ultimo romanzo «Da un altro mondo» (2018) è stato libro dell’anno 2018 della trasmissione Fahrenheit Rai-radio 3; Premio Feudo di Maida 17ª edizione; Superpremio Sciascia-Recalmare 30ª edizione; Premio Pozzale Luigi Russo 67ª edizione.

Ha fatto parte del blog letterario Nazione Indiana. Ha collaborato con diversi quotidiani e blog come Minima Moralia

Collabora con L'Espresso. È tra gli amici della casa editrice Chiarelettere.[non chiaro]

È stata responsabile del Programma Letterario per l'edizione 2016 del Festival delle Letterature Migranti (Palermo)

Ha scritto Palermo capitale della cultura, dal passato al futuro per il Libro dell'Anno 2017 dell'Enciclopedia Treccani.

Insieme alla scrittrice Paola Caridi, dal 2017 è ideatrice e responsabile delle settimane della cultura Panormos International Weeks - Palermo. Ha organizzato «La via di terra» per la raccolta fondi a favore della Ong Mediterranea in collaborazione con il Comune di Palermo (Palermo Teatro Politeama-2018)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Raccolta di racconti[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni a raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiature[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su evelinasantangelo.it. URL consultato il 19 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2016).
  2. ^ Presentazione premio Berto, su giuseppeberto.itaccesso = 1 maggio 2019. URL consultato il 2 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51997134 · ISNI (EN0000 0000 7847 918X · SBN BVEV028167 · LCCN (ENn00042187 · GND (DE137594429 · BNF (FRcb15512563p (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n00042187