Cynthia Collu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cynthia Collu (Milano, ...) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta a Milano, dove vive e lavora tuttora.[1] Figlia di Fiorenzo Collu, originario di Olbia in Sardegna, e di Nicoletta Linzalone, da Gioia del Colle.[2] Ha insegnato lingue presso un Istituto Professionale. Artista a tutto tondo: ha frequentato l'Accademia serale di Brera, la scuola di scrittura Bachmann[3] e seguito corsi di teatro. Ha un figlio di nome Corrado.[4]

Nel 2007, Collu si aggiudica il Premio Arturo Loria nella sezione inediti, con l'opera Un tappo nelle nuvole,[5] e nel 2008, il Premio letterario Castelfiorentino, nella sezione inediti, con l'opera ''Su Biccu/L'angolo''.[6] Esordisce nel 2009, con il romanzo Una bambina sbagliata, per Mondadori. Il romanzo si aggiudica il Premio Berto per l'opera prima[7]. Nel 2010, è la volta del racconto lungo La guerra di Beba, secondo classificato nel Premio Elsa Morante sezione inediti, VII edizione, edito da Senzapatria Editore, che racconta la storia di una donna e di una gatta dispettosa, che sembrerebbe complottare per allontanarla dal suo uomo.[8] Nel 2015, sempre per Mondadori, esce il suo secondo romanzo, Sono io che l'ho voluto, che nel 2018 ha vinto il Premio Speciale della Critica Pegasus Città di Cattolica ed è risultato, sempre nel 2018, vincitore del Premio Letterario "Essere donna oggi". Nell'ottobre 2019 esce il suo terzo romanzo, L'amore altrove con DeA Planeta Editore.

Suoi racconti, editi in antologie ("Il figlio",Fiocco rosa per Fernandel e "Il cielo sopra Ustica", La morte nuda per Galaad) e riviste (Linus e L'accalappiacani), si sono anche aggiudicati premi letterari.[1][4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Una bambina sbagliata, Milano, Mondadori, 2009. (Vincitore del Premio Berto)
  • Sono io che l'ho voluto, Milano, Mondadori, 2015. (Vincitore Premio Speciale della Critica per il Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica 2018)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Un tappo nelle nuvole, 2007 (vincitore del Premio Arturo Loria).
  • Su Biccu/L'angolo, 2008 (vincitore del Premio letterario Castelfiorentino).
  • Il figlio, 2009, Antologia "Fiocco rosa", Fernandel editore.
  • La guerra di Beba, Roma, Senzapatria Editore, 2010.
  • Il cielo sopra Ustica, Antologia "La morte nuda", Galaad Edizioni, 2013.
  • Il club delle Libellule, Antologia "Free Zone", Echos Edizioni, 2017.
  • La stazione, Collana "Coup de foudre", Aulino editore.
  • L'amore altrove, Milano, DeA Planeta, 2019.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cynthia Collu autori.librimondadori.it
  2. ^ Ploaghe, paese natale della nonna di Italo Calvino, ma anche della nonna di Cynthia Collu e dei nonni di Marco Cubeddu luigiladu.it
  3. ^ Cinque domande a Cynthia Collu ilcofanettomagico.it
  4. ^ a b Biografia cynthiacollu.wordpress.com
  5. ^ Premio Arturo Loria 2007[collegamento interrotto] terredargine.it
  6. ^ Rassegna stampa 2008, su www.premioletterariocastelfiorentino.it. URL consultato il 3 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  7. ^ Presentazione premio Berto, su giuseppeberto.itaccesso = 1 maggio 2019. URL consultato il 2 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2019).
  8. ^ Libro La guerra di Beba di C. Collu | LaFeltrinelli, su lafeltrinelli.it. URL consultato il 3 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]