Alberto Schiavone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alberto Schiavone (Torino, 15 febbraio 1980) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 si laurea al DAMS di Bologna con una tesi di Psicologia dell'Arte su Adolf Wolfli[1].

Nel 2009 è il suo esordio con La mischia (Cult editore), che viene inserito da Gianni Mura ne "I cento nomi dell'anno"[2] su La Repubblica.

Ha svolto per circa dieci anni la professione di libraio, esperienza su cui si basa il suo romanzo del 2012, La libreria dell'armadillo (Rizzoli). Del 2014 è il suo terzo romanzo, Nessuna carezza (Baldini & Castoldi).

Sempre nel 2014 sceneggia il fumetto Belushi. In missione per conto di dio (Edizioni BD), tradotto anche negli USA da OnePieceBooks.

Nel marzo 2017 pubblica con Guanda Ogni spazio felice aggiudicandosi il Premio Fiesole Narrativa Under 40.

Del gennaio 2019 è il romanzo Dolcissima abitudine per Guanda.

Attualmente vive a Milano e lavora per Giangiacomo Feltrinelli Editore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La mischia (Cult editore 2009)
  • La libreria dell'armadillo (Rizzoli 2012)
  • Nessuna carezza (Baldini&Castoldi 2014)
  • Belushi. In missione per conto di dio (Edizioni BD 2014)
  • Ogni spazio felice (Guanda 2017)
  • Che cosa ho in testa (AA VV, a cura di Alberto Rollo, Baldini & Castoldi, 2017)
  • Dolcissima abitudine (Guanda 2019)
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 2052 1305