Vidiadhar Surajprasad Naipaul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vidiadhar Surajprasad Naipaul (2016)
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la letteratura 2001

Sir Vidiadhar Surajprasad Naipaul, noto anche come V. S. Naipaul (Chaguanas, 17 agosto 1932), è uno scrittore trinidadiano naturalizzato britannico. Tra i maggiori scrittori viventi, nasce a Chaguanas, un piccolo villaggio dell'isola caraibica di Trinidad nel 1932 da genitori indiani di casta braminica. Suo nonno, originario dell'India nord-orientale, era emigrato a Trinidad nel secolo precedente per lavorare nelle piantagioni. Suo padre Seepersad era giornalista del Trinidad Guardian e autore di novelle. V. S. Naipaul si trasferisce in Inghilterra nel 1950 dove frequenta l'università di Oxford. Inizia a collaborare saltuariamente a diversi giornali e pubblica i suoi primi romanzi nel 1954.

La sua vita è segnata dai numerosi viaggi che compie: inizia a viaggiare nel 1960. Nel 1990 la Regina Elisabetta gli assegna il titolo di Knight Bachelor (cavaliere), tre anni dopo, nel 1993 è il primo beneficiario del premio David Cohen British Literature Prize, nel 1999 ha ricevuto il Premio Grinzane Cavour. Riceve il Premio Nobel per la letteratura nel 2001 con la seguente motivazione: "per aver unito una descrizione percettiva ad un esame accurato incorruttibile costringendoci a vedere la presenza di storie soppresse".

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • The Middle Passage: Impressions of Five Societies - British, French and Dutch in the West Indies and South America (1962)
  • Un'area di tenebra (An Area of Darkness, 1964), traduzione di Franco Salvatorelli, Milano, Adelphi, 1999.
  • La perdita dell'Eldorado. Una cronaca coloniale (The Loss of El Dorado, 1969), Milano, Adelphi, 2012, ISBN 978-88-459-2751-5.
  • The Overcrowded Barracoon and Other Articles (1972)
  • Una civiltà ferita: l'India (India: A Wounded Civilization, 1977), traduzione di Marcella Dallatorre, Milano, Adelphi, 1997.
  • A Congo Diary (1980)
  • The Return of Eva Perón and the Killings in Trinidad (1980)
  • Tra i credenti: un viaggio nell'Islam (Among the Believers: An Islamic Journey, 1981), Milano, Rizzoli, 1983.
  • I coccodrilli di Yamoussoukro (Finding the Centre: Two Narratives, 1984), Milano, Adelphi, 2004.
  • Nel Sud (A Turn in the South, 1989), Milano, Mondadori, 1989.
  • India: un milione di rivolte (India: A Million Mutinies Now, 1990), Milano, Mondadori, 1991.
  • Homeless by Choice (1992)
  • Bombay (1994)
  • Fedeli a oltranza: un viaggio tra i popoli convertiti all'Islam (Beyond Belief: Islamic Excursions among the Converted Peoples, 1998), Milano, Adelphi, 2001.
  • Between Father and Son: Family Letters (1999)
  • Leggere e scrivere. Una testimonianza (Reading & Writing: A Personal Account, 2000), Milano, Adelphi, 2002.
  • Lo scrittore e il mondo (The Writer and the World: Essays, 2002), traduzione di Valeria Gattei, La collana dei casi, Milano, Adelphi, 2018, ISBN 978-88-459-3234-2.
  • Literary Occasions: Essays (2003)
  • Scrittori di uno scrittore. Modi di guardare e di sentire (A Writer's People: Ways of Looking and Feeling, 2007), Milano, Adelphi, 2010, ISBN 978-88-459-2500-9.
  • La maschera dell'Africa. Immagini della religiosità africana (The Masque of Africa, 2010), Milano, Adelphi, 2010.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Trinity Cross - nastrino per uniforme ordinaria Trinity Cross

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN98079644 · ISNI (EN0000 0001 2144 7969 · SBN IT\ICCU\CFIV\005737 · LCCN (ENn79099320 · GND (DE118737929 · BNF (FRcb11917370r (data) · NLA (EN36227252