Nicola Lagioia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicola Lagioia
Premio Premio Strega 2015

Nicola Lagioia (Bari, 18 aprile 1973) è uno scrittore e conduttore radiofonico italiano, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino dal 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nicola Lagioia esordisce nel 2001, con il romanzo Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi) pubblicato da minimum fax (Premio Lo Straniero).[senza fonte]
Nel 2004 pubblica per Einaudi il romanzo Occidente per principianti (Premio Scanno, finalista Premio Bergamo),[senza fonte] e il Premio Napoli[1].

Ha pubblicato racconti in varie antologie, tra cui Patrie impure (Rizzoli, 2003), La qualità dell'aria (minimum fax, 2004), che ha curato assieme a Christian Raimo, Semi di fico d'India (Nuovadimensione, 2005), Periferie (Laterza, 2006), Deandreide, dedicata a Fabrizio De André (Biblioteca Universale Rizzoli, 2006), Ho visto cose (Biblioteca Universale Rizzoli, 2008), La storia siamo noi (Neri Pozza, 2008).

Con il romanzo Riportando tutto a casa edito da Einaudi nel 2009, si aggiudica il SuperPremio Vittorini,[2] il Premio Volponi, il Premio Viareggio per la narrativa.[3]

Nel 2015 vince il Premio Strega con il libro La ferocia, pubblicato da Einaudi.[4]

Fino al 2017 ha diretto nichel, la collana di letteratura italiana di minimum fax. Dal 2010 è uno dei conduttori di Pagina3, la rassegna quotidiana delle pagine culturali trasmessa da Rai Radio 3.[5]

Nel 2013, nel 2014 e nel 2015 è uno dei selezionatori della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[6]

Dirige il Salone internazionale del libro di Torino dall'edizione del 2017.[senza fonte]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj, minimum fax, Roma, 2001
  • Occidente per principianti, Einaudi, Torino, 2004
  • Riportando tutto a casa, Einaudi, Torino, 2009
  • La ferocia, Einaudi, Torino, 2014

Romanzi a più mani[modifica | modifica wikitesto]

  • Route 66 sotto il nome collettivo di Aldo Dieci con Andrea Piva, Castelvecchi 1999[7],
  • 2005 Dopo Cristo, con Francesco Longo, Francesco Pacifico e Christian Raimo, sotto il nome collettivo di Babette Factory, Einaudi Stile Libero, Roma, 2005

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Babbo Natale, Fazi, Roma 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edizioni 2003-2006, su premionapoli.it. URL consultato il 22 agosto 2019.
  2. ^ Siracusa: l’opera di Nicola Lagioia vince il Superpremio Vittorini, in una serata connubio tra cultura e spettacolo, su siracusanews.it. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  3. ^ Premio Viareggio alla corruzione anni 80 di Nicola Lagioia[collegamento interrotto] intoscana.it
  4. ^ Libri, Arte e Cultura: ultime notizie - Corriere della Sera
  5. ^ Rai Radio 3 – Ascolta la diretta e gli streaming on demand, su RaiPlay Radio. URL consultato il 18 agosto 2019.
  6. ^ Festival di Venezia, soppresso l'Osella Archiviato il 3 agosto 2013 in Internet Archive., da cinematografo.it, 4 febbraio 2013
  7. ^ Sabrina Donato, La letteratura pulp in Italia, Osanna Edizioni, 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51965012 · ISNI (EN0000 0001 2133 0672 · SBN IT\ICCU\RAVV\254904 · LCCN (ENno2004117931 · GND (DE135798078 · BNF (FRcb15001058d (data) · WorldCat Identities (ENno2004-117931