Premio Strega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Strega (premio))
Jump to navigation Jump to search
Premio Strega
Premio che ha come obiettivo la diffusione della narrativa italiana contemporanea
Assegnato daFondazione Bellonci
StatoItalia Italia
Anno inizio1947
Sito webwww.premiostrega.it/

Il Premio Strega è un premio letterario che viene assegnato annualmente all'autore o autrice di un libro pubblicato in Italia, tra il 1º marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio dell’anno in corso[1]. Dal 1986 è organizzato e gestito dalla Fondazione Bellonci. È universalmente riconosciuto come il premio letterario più prestigioso d'Italia, oltre a godere di una consolidata fama in Europa e nel resto del mondo.

Origini ed evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Il liquore Strega

Il Premio è stato istituito a Roma nel 1947 da Maria Bellonci e da Guido Alberti, proprietario della casa produttrice del Liquore Strega, che dà il nome al Premio e si ricollega alle storie sulla stregoneria a Benevento che risalgono ai tempi dell'antichità classica.

Nel dopoguerra il Premio diventa un traino per il mondo della cultura italiana, logorato da oltre vent'anni di dittatura fascista e dal recente conflitto. "Cominciarono, nell'inverno e nella primavera 1944, a radunarsi amici, giornalisti, scrittori, artisti, letterati, gente di ogni partito unita nella partecipazione di un tema doloroso nel presente e incerto nel futuro. Poi, dopo il 4 giugno, finito l'incubo, gli amici continuarono a venire: è proprio un tentativo di ritrovarsi uniti per far fronte alla disperazione e alla dispersione", ha scritto Maria Bellonci, ideatrice del Premio.[2]

Il primo scrittore a ricevere il Premio Strega, nel 1947, è stato Ennio Flaiano, con il libro Tempo di uccidere. A settant'anni dall'istituzione, undici donne hanno vinto il Premio: per prima, nel 1957, Elsa Morante, seguita da Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Lalla Romano, Fausta Cialente, Maria Bellonci, Mariateresa Di Lascia, Dacia Maraini, Margaret Mazzantini, Melania Gaia Mazzucco e Helena Janeczek.

Lo scrittore Paolo Volponi è stato il primo a vincere più di una volta il Premio Strega, due per l'esattezza: nel 1965, con La macchina mondiale; nel 1991, con La strada per Roma. Nel 2020, anche lo scrittore Sandro Veronesi ha vinto per la seconda volta lo Strega con Il colibrì, dopo la prima volta nel 2006 con Caos calmo.

Alcune delle opere premiate con il Premio Strega sono divenute colonne portanti della letteratura contemporanea: da Il nome della rosa di Umberto Eco, che ha venduto cinquanta milioni di copie in tutto il mondo, grazie alla traduzione in decine di lingue, a Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, un classico della letteratura italiana.

Fino all'edizione del 2014 il Premio Strega è stato assegnato ogni anno ad un solo scrittore, poiché non si sono mai verificate condizioni di parità nel computo finale dei voti. Nel 2006, tuttavia, accanto a Caos Calmo di Sandro Veronesi, anche la Costituzione della Repubblica Italiana ha ricevuto un Premio Strega onorario, al di fuori della classica competizione.

Modalità di premiazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Amici della Domenica, foto di gruppo

Il meccanismo del Premio prevede che la scelta del vincitore sia affidata ad un gruppo di quattrocento uomini e donne di cultura, tra cui gli ex vincitori. Coloro che compongono la giuria sono tuttora chiamati Amici della domenica, dal giorno prescelto per le loro prime riunioni.[3] I quattrocento giurati possono proporre dei titoli a loro graditi: ciascun Amico della domenica potrà segnalare, con il consenso dell’autore, un’opera che ritiene meritevole di partecipare al premio, con un breve giudizio critico.[4]. Attualmente è ammessa la partecipazione di un numero massimo di 12 opere; qualora le opere proposte fossero in numero maggiore, il Comitato direttivo sceglierà con decisione inappellabile le dodici ammesse a partecipare.[5] Un'ulteriore selezione (in genere nel mese di giugno) designa la cinquina di opere finaliste, anche se in sette edizioni (1953, 1960, 1961, 1963, 1979, 1986, 1999 e 2020) si è reso necessario aggiungere una sesta opera al gruppo delle finaliste[6]. Tradizionalmente il primo giovedì del mese di luglio, nel ninfeo di Villa Giulia a Roma, viene effettuata, con votazione finale degli Amici della domenica, la votazione definitiva che proclama l'opera vincitrice, trasmessa in diretta televisiva dalla RAI. Solo nel 2016, in occasione della settantesima edizione del premio, vengono modificati sia la data che il luogo della premiazione, che avvenne il primo venerdì di Luglio (8 luglio 2016) all'Auditorium Parco della Musica, per poi tornare dalla successiva edizione (2017) a svolgersi nel ninfeo di Villa Giulia e nella sua tradizionale data (primo giovedì di Luglio).

La designazione del vincitore ha suscitato talvolta polemiche nel mondo della cultura e dell'editoria, alimentando l'attenzione dell'opinione pubblica per il Premio.[7]

Albo dei vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono segnalati tutti i libri partecipanti alle finali del Premio.[8]

Edizione Anno Autore vincitore Opera vincitrice Altre opere finaliste
I 1947 Ennio Flaiano Tempo di uccidere (Longanesi) Libero Bigiaretti, Il villino (Garzanti)
Gianna Manzini, Forte come un leone (Mondadori)
Giuseppe Berto, Il cielo è rosso (Longanesi)
Corrado Alvaro, L'età breve (Bompiani)
II 1948 Vincenzo Cardarelli Villa Tarantola (Edizioni della Meridiana) Anna Banti, Artemisia (Sansoni)
Gino De Sanctis, Viaggio di ritorno (Ed. Mediterranea)
Cesare Pavese, Il compagno (Einaudi)
Giuseppe Berto, Le opere di Dio (Macchia)
III 1949 Giovanni Battista Angioletti La memoria (Bompiani) Cesare Pavese, Prima che il gallo canti (Einaudi)
Michele Prisco, La provincia addormentata (Mondadori)
Camillo Sbarbaro, Trucioli (Mondadori)
Giuseppe Raimondi, Giuseppe in Italia (Mondadori)
IV 1950 Cesare Pavese La bella estate (Einaudi) Flora Volpini, La fiorentina (Bompiani)
Nicola Lisi, La nuova Tebaide (Vallecchi)
Concetto Marchesi, Il libro di Tersite (Mondadori)
Curzio Malaparte, La pelle (Ali d'Italia)
V 1951 Corrado Alvaro Quasi una vita (Bompiani) Mario Soldati, A cena col commendatore (Longanesi)
Carlo Levi, L'orologio (Einaudi)
Alberto Moravia, Il conformista (Bompiani)
Domenico Rea, Gesù, fate luce (Mondadori)
VI 1952 Alberto Moravia I racconti (Bompiani) Carlo Emilio Gadda, Il primo libro delle favole (Garzanti)
Paolo Monelli, Morte del diplomatico (Baldini)
Ercole Patti, Il punto debole (Casini)
Italo Calvino, Il visconte dimezzato (Einaudi)
VII 1953 Massimo Bontempelli L'amante fedele (Mondadori) Gianna Manzini, Animali sacri e profani (Casini)
Carlo Emilio Gadda, Novelle dal ducato in fiamme (Vallecchi)
Mario Tobino, Le libere donne di Magliano (Vallecchi)
Carlo Bernari, Vesuvio e pane (Vallecchi)
Giorgio Bassani, La passeggiata prima di cena (Botteghe oscure)
VIII 1954 Mario Soldati Le lettere da Capri (Garzanti) Ercole Patti, Giovannino (Bompiani)
Carlo Cassola, Il taglio del bosco (Fabbri)
Dino Buzzati, Il crollo della Baliverna (Mondadori)
Rodolfo de Mattei, Labirinto romano (Vallecchi)
IX 1955 Giovanni Comisso Un gatto attraversa la strada (Mondadori) Dario Cecchi, Tiziano (Longanesi)
Giuseppe Dessì, I passeri (Nistri-Lischi)
Pier Paolo Pasolini, Ragazzi di vita (Garzanti)
Livia De Stefani, Gli affatturati (Mondadori)
X 1956 Giorgio Bassani Cinque storie ferraresi (Einaudi) Guglielmo Petroni, Noi dobbiamo parlare (Mondadori)
Carlo Levi, Le parole sono pietre (Einaudi)
Ercole Patti, Un amore a Roma (Bompiani)
Dante Troisi, Diario di un giudice (Einaudi) Estratto
XI 1957 Elsa Morante L'isola di Arturo (Einaudi) Orio Vergani, Udienza a porte chiuse (Rizzoli)
Arturo Loria, Settanta favole (Sansoni)
Gino Montesanto, Cielo chiuso (Massimo)
Carlo Laurenzi, Due anni a Roma (Neri Pozza)
XII 1958 Dino Buzzati Sessanta racconti (Mondadori) Carlo Cassola, Il soldato (Feltrinelli)
Tommaso Landolfi, Ottavio di Saint Vincent (Vallecchi)
Gian Antonio Cibotto, La coda del parroco (Vallecchi)
Aldo Camerino, Il salotto giallo (Rebellato)
XIII 1959 Giuseppe Tomasi di Lampedusa Il Gattopardo (Feltrinelli) Mario Praz, La casa della vita (Mondadori)
Pier Paolo Pasolini, Una vita violenta (Garzanti)
Massimo Franciosa, La finta sorella (Vallecchi)
Augusto Frassineti, Misteri dei Ministeri ed altri misteri (Longanesi)
XIV 1960 Carlo Cassola La ragazza di Bube (Einaudi) Italo Calvino, Il cavaliere inesistente (Einaudi)
Laudomia Bonanni, L'imputata (Bompiani)
Giovanni Arpino, La suora giovane (Einaudi)
Mario Picchi, Roma di giorno (Lerici)
Laura Di Falco, Una donna disponibile (Salvatore Siascia)
XV 1961 Raffaele La Capria Ferito a morte (Bompiani) Giovanni Arpino, Un delitto d'onore(Mondadori)
Fausta Cialente, Ballata levantina (Feltrinelli)
Natalia Ginzburg, Le voci della sera (Einaudi)
Augusto Frassineti, L'unghia dell'asino (Garzanti)
Fabio Tombari, L'incontro (Mondadori)
XVI 1962 Mario Tobino Il clandestino (Mondadori) Michele Prisco, La dama di piazza (Rizzoli)
Anna Banti, Le mosche d'oro (Mondadori)
Giuseppe Cassieri, Il calcinaccio (Bompiani)
Lucio Mastronardi, Il maestro di Vigevano (Einaudi)
XVII 1963 Natalia Ginzburg Lessico famigliare (Einaudi) Tommaso Landolfi, Rien va (Vallecchi)
Primo Levi, La tregua (Einaudi)
Renzo Rosso, La dura spina (Feltrinelli)
Beppe Fenoglio, Un giorno di fuoco (Garzanti)
Giorgio Saviane, Il papa (Rizzoli)
XVIII 1964 Giovanni Arpino L'ombra delle colline (Mondadori) Carlo Bernari, Era l'anno del sole quieto (Mondadori)
Alberto Bevilacqua, La califfa (Rizzoli)
Arrigo Benedetti, Il passo dei Longobardi (Mondadori)
Augusto Frassineti, Un capitano a riposo (Feltrinelli)
XIX 1965 Paolo Volponi La macchina mondiale (Garzanti) Manlio Cancogni, La linea del Tomori (Mondadori)
Giuseppe Cassieri, Le trombe (Bompiani)
Gian Antonio Cibotto, La vaca mora (Vallecchi)
Goffredo Parise, Il padrone (Feltrinelli)
XX 1966 Michele Prisco Una spirale di nebbia (Rizzoli) Italo Calvino, Le cosmicomiche (Einaudi)
Alessandro Bonsanti, La nuova stazione di Firenze (Mondadori)
Fausta Cialente, Un inverno freddissimo (Feltrinelli)
Massimo Grillandi, La casa di Faenza (Edizioni dell'Albero)
XXI 1967 Anna Maria Ortese Poveri e semplici (Vallecchi) Raffaello Brignetti, Il gabbiano azzurro (Einaudi)
Sandro De Feo, I cattivi pensieri (Garzanti)
Ercole Patti, Un bellissimo novembre (Bompiani)
Renato Ghiotto, Scacco alla regina (Rizzoli)
XXII 1968 Alberto Bevilacqua L'occhio del gatto (Rizzoli) Giulio Cattaneo, L'uomo delle novità (Garzanti)
Brunello Vandano, Addio alla grandezza (Mondadori)
Cesare Zavattini, Straparole (Bompiani)
Pier Paolo Pasolini, Teorema (Garzanti)
XXIII 1969 Lalla Romano Le parole tra noi leggere (Einaudi) Fulvio Tomizza, L'albero dei sogni (Mondadori)
Dante Troisi, Voci di Vallea (Rizzoli)
Giorgio Chiesura, La zona immobile e altre storie (Mondadori)
Cesare Garboli, La stanza separata (Mondadori)
XXIV 1970 Guido Piovene Le stelle fredde (Mondadori) Carlo Emilio Gadda, La meccanica (Garzanti)
Carlo Castellaneta, La dolce compagna (Rizzoli)
Nello Saito, Dentro e fuori (Rizzoli)
Costanzo Costantini, Ho tentato di vivere (Sugar)
XXV 1971 Raffaello Brignetti La spiaggia d'oro (Rizzoli) Carlo Cassola, Paura e tristezza (Einaudi)
Giuseppe D'Agata, Primo il corpo (Bompiani)
Sergio Ferrero, Il giuoco sul ponte (Mondadori)
Aldo Rosselli, Professione: mitomane (Vallecchi)
XXVI 1972 Giuseppe Dessì Paese d'ombre (Mondadori) Ottiero Ottieri, Il campo di concentrazione (Bompiani)
Guglielmo Biraghi, Lo sguardo nel buio (Rizzoli)
Carlo Castellaneta, La paloma (Rizzoli)
Francesca Sanvitale, Il cuore borghese (Vallecchi)
XXVII 1973 Manlio Cancogni Allegri, gioventù (Rizzoli) Piero Chiara, Il pretore di Cuvio (Mondadori)
Enzo Siciliano, Rosa pazza (e disperata) (Garzanti)
Guido Ceronetti, Aquilegia (Rusconi)
Carla Cerati, Un amore fraterno (Einaudi)
XXVIII 1974 Guglielmo Petroni La morte del fiume (Mondadori) Achille Campanile, Gli asparagi e l'immortalità dell'anima (Rizzoli)
Luigi Compagnone, Ballata e morte di un capitano del popolo (Rusconi)
Edith Bruck, Due stanze vuote (Marsilio)
Rosetta Loy, La bicicletta (Einaudi)
XXIX 1975 Tommaso Landolfi A caso (Rizzoli) Eraldo Miscia, Il gran custode delle terre grasse (Rusconi)
Laudomia Bonanni, Vietato ai minori (Bompiani)
Vittoria Ronchey, Figlioli miei, marxisti immaginari (Rizzoli)
Brianna Carafa, La vita involontaria (Einaudi)
XXX 1976 Fausta Cialente Le quattro ragazze Wieselberger (Mondadori) Ottiero Ottieri, Contessa (Bompiani)
Laura Di Falco, L'inferriata (Rizzoli)
Vittorio Gorresio, Costellazione Cancro (Rizzoli)
Giorgio Montefoschi, Il museo africano (Rizzoli)
XXXI 1977 Fulvio Tomizza La miglior vita (Rizzoli) Carlo Sgorlon, Gli dei torneranno (Mondadori)
Mario Lunetta, I ratti d'Europa (Editori Riuniti)
Toni Maraini, Anno 1424 (Marsilio)
Bruno Modugno, Re di macchia (Rusconi)
XXXII 1978 Ferdinando Camon Un altare per la madre (Garzanti) Carmelo Samonà, Fratelli (Einaudi)
Alberto Vigevani, Fata Morgana (Mondadori)
Giorgio Montefoschi, L'amore borghese (Rizzoli)
Giuseppe Bonura, Per partito preso (Rusconi)
XXXIII 1979 Primo Levi La chiave a stella (Einaudi) Ferruccio Ulivi, Le mani pure (Rizzoli)
Laudomia Bonanni, Il bambino di pietra (Bompiani)
Carlo Sgorlon, La carrozza di rame (Mondadori)
Luigi Piccioli, Sveva (Rusconi)
Stanislao Nievo, Aurora (Mondadori)
XXXIV 1980 Vittorio Gorresio La vita ingenua (Rizzoli) Renzo Rosso, Il segno del toro (Mondadori)
Francesca Sanvitale, Madre e figlia (Einaudi)
Nerino Rossi, Melanzio (Rusconi)
Rossana Ombres, Serenata (Mondadori)
XXXV 1981 Umberto Eco Il nome della rosa (Bompiani) Guido Artom, I giorni del mondo (Longanesi)
Vittorio Saltini, Il primo libro di Li Po (Mondadori)
Enzo Siciliano, La principessa e l'antiquario (Rizzoli)
Gesualdo Bufalino, Diceria dell'untore (Sellerio)
XXXVI 1982 Goffredo Parise Sillabario n. 2 (Mondadori) Andrea De Carlo, Uccelli da gabbia e da voliera (Einaudi)
Carlo Coccioli, La casa di Tacubaya (Editoriale Nuova)
Rosetta Loy, L'estate di Letuqué (Rizzoli)
Annalisa Moncada, L'anno venturo al di là del mare (Longanesi)
XXXVII 1983 Mario Pomilio Il Natale del 1833 (Rusconi) Giuseppe Pontiggia, Il raggio d'ombra (Mondadori)
Gian Piero Bona, Passeggiata con il diavolo (Garzanti)
Davide Lajolo, Il merlo di campagna e il merlo di città (Rizzoli)
Isabella Bossi Fedrigotti, Casa di guerra (Longanesi)
XXXVIII 1984 Pietro Citati Tolstoj (Longanesi) Francesca Sanvitale, L'uomo del parco (Mondadori)
Fausto Gianfranceschi, Giorgio Vinci psicologo (Editoriale Nuova)
Aldo Rosselli, La famiglia Rosselli (Bompiani)
Francesca Duranti, La casa sul lago della luna (Rizzoli)
XXXIX 1985 Carlo Sgorlon L'armata dei fiumi perduti (Mondadori) Domenico Naldini, Vita di Giovanni Comisso (Einaudi)
Giuliana Berlinguer, Una per sei (Camunia)
Ferruccio Parazzoli, Il giardino delle rose (Rizzoli)
Giovanni Gigliozzi, Francesco e la povera dama (Newton Compton)
XL 1986 Maria Bellonci Rinascimento privato (Mondadori) Massimo D'Avack, Si sa dov'è il cuore (Rusconi)
Francesco Grisi, A futura memoria (Newton Compton)
Marta Morazzoni, La ragazza col turbante (Longanesi)
Giuseppe Bonaviri, È un rosseggiar di peschi e d'albicocchi (Rizzoli)
Roberto Pazzi, La principessa e il drago (Garzanti)
XLI 1987 Stanislao Nievo Le isole del paradiso (Mondadori) Claudio Magris, Danubio (Garzanti)
Renato Minore, Leopardi (Bompiani)
Nantas Salvalaggio, Fuga da Venezia (Rizzoli)
Luigi Malerba, Il pianeta azzurro (Garzanti)
XLII 1988 Gesualdo Bufalino Le menzogne della notte (Bompiani) Giuliana Berlinguer, Il braccio d'argento (Camunia)
Giorgio Montefoschi, Lo sguardo del cacciatore (Rizzoli)
Brunello Vandano, Donna con cerchio e spada (Newton Compton)
Carlo Bernari, Il grande letto (Mondadori)
XLIII 1989 Giuseppe Pontiggia La grande sera (Mondadori) Roberto Calasso, Le nozze di Cadmo e Armonia (Adelphi)
Clara Sereni, Manicomio primavera (Giunti)
Giuseppe Antonelli, Lucullo (Newton Compton)
Mario Lunetta, Puzzle d'autunno (Camunia)
XLIV 1990 Sebastiano Vassalli La chimera (Einaudi) Grytzko Mascioni, La notte di Apollo (Rusconi)
Franco Cuomo, Gunther d'Amalfi, cavaliere templare (Newton Compton)
Vittorio Gassman, Memorie del sottoscala (Longanesi)
Giampaolo Rugarli, Andromeda e la notte (Rizzoli)
XLV 1991 Paolo Volponi La strada per Roma (Einaudi) Gina Lagorio, Tra le mura stellate (Mondadori)
Angela Bianchini, Capo d'Europa (Camunia)
Antonio Debenedetti, Se la vita non è vita (Rizzoli)
Enrico Morovich, Piccoli amanti (Rusconi)
XLVI 1992 Vincenzo Consolo Nottetempo, casa per casa (Mondadori) Marcello Venturoli, Io, Saffo (Newton Compton)
Salvatore Mannuzzu, La figlia perduta (Einaudi)
Vittoria Ronchey, 1944 (Rizzoli)
Carla Cerati, La perdita di Diego (Frassinelli)
XLVII 1993 Domenico Rea Ninfa plebea (Leonardo) Dacia Maraini, Bagheria (Rizzoli)
Clara Sereni, Il gioco dei regni (Giunti)
Rossana Ombres, Un dio coperto di rose (Mondadori)
Emilio Tadini, La tempesta (Einaudi)
XLVIII 1994 Giorgio Montefoschi La casa del padre (Bompiani) Francesca Sanvitale, Il figlio dell'Impero (Einaudi)
Marcello Venturoli, La stella di Giuditta (Newton Compton)
Grazia Livi, Vincoli segreti (La Tartaruga)
Maria Luisa Aguirre D'Amico, L'altalena (Camunia)
XLIX 1995 Mariateresa Di Lascia Passaggio in ombra (Feltrinelli) Luigi Malerba, Le maschere (Mondadori)
Luca Canali, Nei pleniluni sereni (Longanesi)
Elisabetta Rasy, Ritratti di signora (Rizzoli)
Marisa Volpi, Congedi (Giunti)
L 1996 Alessandro Barbero Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo (Mondadori) Antonio Spinosa, Piccoli sguardi (Piemme)
Sandro Veronesi, Live (Bompiani)
Melania Gaia Mazzucco, Il bacio della Medusa (Baldini&Castoldi)
Giulio Mozzi, La felicità terrena (Einaudi)
LI 1997 Claudio Magris Microcosmi (Garzanti) Raffaele Crovi, L'indagine di via Rapallo (Piemme)
Eraldo Affinati, Campo del sangue (Mondadori)
Franco Cuomo, Il codice Macbeth (Newton Compton)
Ippolita Avalli, La Dea dei baci (Baldini & Castoldi)
LII 1998 Enzo Siciliano I bei momenti (Mondadori) Melania Gaia Mazzucco, La camera di Baltus (Baldini&Castoldi)
Raffaele Nigro, Adriatico (Giunti)
Romana Petri, Alle Case Venie (Marsilio)
Ludovica Ripa di Meana, Marzio e Marta (Il Saggiatore)
LIII 1999 Dacia Maraini Buio (Rizzoli) Giuseppe Montesano, Nel corpo di Napoli (Mondadori)
Corrado Calabrò, Ricorda di dimenticarla (Newton Compton)
Luther Blissett, Q (Einaudi)
Nicola Lecca, Concerti senza orchestra (Marsilio)
Roberto Pazzi, La città volante (Baldini & Castoldi)
LIV 2000 Ernesto Ferrero N. (Einaudi) Fosco Maraini, Case, amori, universi (Mondadori)
Luca Doninelli, La nuova era (Garzanti)
Andrea Canobbio, Indivisibili (Rizzoli)
Renata Pisu, La via della Cina (Sperling& Kupfer)
LV 2001 Domenico Starnone Via Gemito (Feltrinelli) Vincenzo Cerami, Fantasmi (Einaudi)
Antonio Debenedetti, Un giovedì dopo le cinque (Rizzoli)
Danilo Donati, Coprifuoco (Newton Compton)
Paola Mastrocola, Palline di pane (Guanda)
LVI 2002 Margaret Mazzantini Non ti muovere (Mondadori) Ermanno Rea, La dismissione (Rizzoli)
Sergio Givone, Nel nome di un dio barbaro (Einaudi)
Alessandra Lavagnino, Le bibliotecarie di Alessandria (Sellerio)
Cesare de Seta, Terremoti (Aragno)
LVII 2003 Melania Gaia Mazzucco Vita (Rizzoli) Roberto Alajmo, Cuore di madre (Mondadori)
Franco Matteucci, Il visionario (Baldini & Castoldi)
Sandra Petrignani, La scrittrice abita qui (Neri Pozza)
Pietro Spirito, Speravamo di più (Guanda)
LVIII 2004 Ugo Riccarelli Il dolore perfetto (Mondadori) Elena Loewenthal, Attese (Bompiani)
Francesco Piccolo, Allegro occidentale (Feltrinelli)
Maria Rosa Cutrufelli, La donna che visse per un sogno (Frassinelli)
Marco Fabio Apolloni, Il mistero della Locanda Serny (Ponte alle Grazie)
LIX 2005 Maurizio Maggiani Il viaggiatore notturno (Feltrinelli) Edoardo Nesi, L'età dell'oro (Bompiani)
Giuseppe Conte, La casa delle onde (Longanesi)
Maurizio Cucchi, Il male è nelle cose (Mondadori)
Valeria Parrella, Per grazia ricevuta (minimum fax)
LX 2006 Sandro Veronesi Caos calmo (Bompiani) Rossana Rossanda, La ragazza del secolo scorso (Einaudi)
Massimiliano Palmese, L'amante proibita (Newton Compton)
Pietro Grossi, Pugni (Sellerio)
Sergio De Santis, Cronache dalla città dei crolli (Avagliano)
LXI 2007 Niccolò Ammaniti Come Dio comanda (Mondadori) Mario Fortunato, I giorni innocenti della guerra (Bompiani)
Franco Matteucci, Il profumo della neve (Newton Compton)
Laura Bosio, Le stagioni dell'acqua (Longanesi)
Milena Agus, Mal di pietre (Nottetempo)
LXII 2008 Paolo Giordano La solitudine dei numeri primi (Mondadori) Ermanno Rea, Napoli ferrovia (Rizzoli)
Cristina Comencini, L'illusione del bene (Feltrinelli)
Diego De Silva, Non avevo capito niente (Einaudi)
Lidia Ravera, Le seduzioni dell'inverno (nottetempo)
LXIII 2009 Tiziano Scarpa Stabat Mater (Einaudi) Antonio Scurati, Il bambino che sognava la fine del mondo (Bompiani)
Massimo Lugli, L'istinto del lupo (Newton Compton)
Cesarina Vighy, L'ultima estate (Fazi)
Andrea Vitali, Almeno il cappello (Garzanti)
LXIV 2010 Antonio Pennacchi Canale Mussolini (Mondadori) Silvia Avallone, Acciaio (Rizzoli)
Paolo Sorrentino, Hanno tutti ragione (Feltrinelli)
Matteo Nucci, Sono comuni le cose degli amici (Ponte alle Grazie)
Lorenzo Pavolini, Accanto alla tigre (Fandango)
LXV 2011 Edoardo Nesi Storia della mia gente (Bompiani) Mariapia Veladiano, La vita accanto (Einaudi)
Bruno Arpaia, L'energia del vuoto (Guanda)
Mario Desiati, Ternitti (Mondadori)
Luciana Castellina, La scoperta del mondo (Nottetempo)
LXVI 2012 Alessandro Piperno Inseparabili: il fuoco amico dei ricordi (Mondadori) Emanuele Trevi, Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie)
Gianrico Carofiglio, Il silenzio dell'onda (Rizzoli)
Marcello Fois, Nel tempo di mezzo (Einaudi)
Lorenza Ghinelli, La colpa (Newton Compton)
LXVII 2013 Walter Siti Resistere non serve a niente (Rizzoli) Alessandro Perissinotto, Le colpe dei padri (Piemme)
Paolo Di Paolo, Mandami tanta vita (Feltrinelli)
Romana Petri, Figli dello stesso padre (Longanesi)
Simona Sparaco, Nessuno sa di noi (Giunti)
LXVIII 2014 Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti (Einaudi) Antonio Scurati, Il padre infedele (Bompiani)
Francesco Pecoraro, La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie)
Giuseppe Catozzella, Non dirmi che hai paura (Feltrinelli)
Antonella Cilento, Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori)
LXIX 2015 Nicola Lagioia La ferocia (Einaudi) Mauro Covacich, La sposa (Bompiani)
Elena Ferrante, Storia della bambina perduta (e/o)
Fabio Genovesi, Chi manda le onde (Mondadori)
Marco Santagata, Come donna innamorata (Guanda)
LXX 2016 Edoardo Albinati La scuola cattolica (Rizzoli) Eraldo Affinati, L'uomo del futuro (Mondadori)
Vittorio Sermonti, Se avessero (Garzanti)
Giordano Meacci, Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax)
Elena Stancanelli, La femmina nuda (La nave di Teseo)
LXXI 2017 Paolo Cognetti Le otto montagne (Einaudi) Teresa Ciabatti, La più amata (Mondadori)
Wanda Marasco, La compagnia delle anime finte (Neri Pozza)
Matteo Nucci, È giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie)
Alberto Rollo, Un'educazione milanese (Manni)
LXXII 2018 Helena Janeczek La ragazza con la Leica (Guanda) Marco Balzano, Resto qui (Einaudi)
Sandra Petrignani, La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza)
Carlo D'Amicis, Il gioco (Mondadori)
Lia Levi, Questa sera è già domani (Edizioni E/O)
LXXIII 2019 Antonio Scurati M. Il figlio del secolo (Bompiani) Benedetta Cibrario, Il rumore del mondo (Mondadori)
Marco Missiroli, Fedeltà (Einaudi)
Claudia Durastanti, La straniera (La nave di Teseo)
Nadia Terranova, Addio fantasmi (Einaudi)
LXXIV 2020 Sandro Veronesi Il colibrì (La nave di Teseo) Gianrico Carofiglio, La misura del tempo (Einaudi)
Valeria Parrella, Almarina (Einaudi)
Gian Arturo Ferrari, Ragazzo italiano (Feltrinelli)
Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza (Mondadori)
Jonathan Bazzi, Febbre (Fandango Libri)

Premio Strega Europeo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014, durante il semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, nasce il Premio Strega Europeo grazie alla collaborazione tra Fondazione Bellonci, Casa delle Letterature, Letterature Festival Internazionale di Roma e Rappresentanza in Italia della Commissione Europea[9].

Il riconoscimento viene assegnato annualmente "per diffondere la conoscenza delle voci più originali e profonde della narrativa contemporanea"[10] ad un autore europeo che ha vinto un premio nazionale rilevante nel paese in cui è stato pubblicato.

Al vincitore che prevale su una cinquina di finalisti è riconosciuta una somma di 3000 euro, mentre al traduttore dell'opera ne vanno 1500.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Art.5 del Regolamento del Premio Strega https://premiostrega.it/PS/il-regolamento/
  2. ^ Maria Bellonci, Gli Amici della domenica, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci. URL consultato il 5 luglio 2018 (archiviato il 29 aprile 2017).
  3. ^ Regolamento del Premio Strega Archiviato il 12 giugno 2009 in Internet Archive. dal sito della Fondazione Bellonci.
  4. ^ Art. 1 del Regolamento di votazione del Premio Strega https://premiostrega.it/PS/il-regolamento/
  5. ^ Il Regolamento - Premio Strega, su premiostrega.it. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  6. ^ I finalisti del Premio Strega 2020 e il vincitore del Premio Strega Giovani 2020
  7. ^ Strega, l'audace colpo dei soliti noti[collegamento interrotto].
  8. ^ Fonte: Libri premiati, su premiostrega.it. I finalisti sono riportati secondo l'ordine della seconda e definitiva votazione, dal secondo al quinto classificato.
  9. ^ È Marcos Gilart Torrente il vincitore del Premio Strega Europeo 2014, su letteratitudinenews.wordpress.com, 2 luglio 2014. URL consultato il 14 maggio 2018.
  10. ^ Sito ufficiale del premio, su premiostrega.it. URL consultato il 14 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85106365