Biblioteca Universale Rizzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Biblioteca Universale Rizzoli (BUR) è una collana editoriale della Rizzoli, fondata nel 1949. È stata la prima collana a diffondere in Italia i classici della letteratura in edizioni a basso prezzo. La prima serie si è chiusa nel 1972; la seconda serie è iniziata nel 1974.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1949 la Rizzoli Editore aveva pubblicato solo periodici. Si era affermata prima con i giornali d'evasione (Novella), poi era passata ai settimanali d'attualità (Omnibus, Oggi e L'Europeo).

Nel 1949, Luigi Rusca, esperto di editoria libraria che aveva lavorato presso Arnoldo Mondadori Editore dal 1928 al 1945, propose a Rizzoli di pubblicare libri già conosciuti al grande pubblico in edizione economica su modello della tedesca Reclam. Rizzoli accettò subito l'idea e si mise all'opera per la sua realizzazione. Le caratteristiche dei volumi BUR furono: piccolo formato e copertina non rigida, di colore grigio-verde. Il colore non appariscente contrastava con l'elegante carattere tipografico della copertina, il Bodoni. Il testo invece era stampato nel popolare carattere Times.

I libri BUR uscivano ogni settimana. Il prezzo, anche questa fu una novità, fu calcolato secondo una proporzione fissa: 50 lire ogni 100 pagine[1], indipendentemente dalla notorietà dell'opera; un'analoga proporzione con le pagine stampate riguardava anche il curioso metodo di numerazione della collana: ciascun volume progressivo era contrassegnato da un intervallo variabile, che poteva riguardare una numerazione singola oppure multipla (differenziale), secondo la mole del libro stesso. Il formato, peraltro, era costante: 10,2 x 15,6 cm.

Il primo direttore della collana fu Paolo Lecaldano, intellettuale napoletano; a lui fu affidata la scelta delle opere da pubblicare. Il primo libro della Biblioteca Universale Rizzoli, uscito nel gennaio 1949, fu il celeberrimo I Promessi Sposi. La collana ebbe subito un grande successo. Nel 1952, l'UNESCO dichiara la collana una "iniziativa di importanza e interesse mondiale"[2]

Nell'aprile 1972, dopo 909 titoli pubblicati (e numerati - con il criterio anzidetto - fino al 2487), si chiuse la prima serie con l'uscita dei Fatti e detti memorabili di Valerio Massimo[3]. Nell'ottobre 1973 la BUR fu ripresa per merito del nuovo direttore editoriale Rizzoli libri, Mario Spagnol (1973-79). I volumi ebbero una nuova veste tipografica. Il nuovo direttore della BUR, Evaldo Violo, aprì la collana, sino ad allora dedicata ai classici, alla narrativa e alla saggistica contemporanee. I testi erano, come sempre riedizioni; ma molte opere, classici e non, ebbero introduzioni e note redatte ex novo. La prima pubblicazione della seconda serie furono le Confessioni di Sant'Agostino. Dal 1974 al 2010 la nuova BUR ha pubblicato circa 3.200 titoli.

Nel 2010, la BUR risulta divisa in sotto-serie:

  • Biblioteca dello spirito cristiano
  • BUR 24/7
  • BUR Arte
  • BUR Best seller
  • BUR Bilingue
  • BUR Classici
  • BUR Classici Best
  • BUR Classici del pensiero
  • BUR Classici greci e latini
  • BUR Classici poesia
  • BUR Classici ragazzi
  • BUR Classici teatro
  • BUR Design
  • BUR Dizionari
  • BUR Extra
  • BUR Futuro passato
  • BUR Grandi romanzi
  • BUR Libri dello spirito cristiano
  • BUR Opere di Oriana Fallaci
  • BUR Pillole
  • BUR Psicologia e società
  • BUR Radici
  • BUR Saggi
  • BUR Scienza
  • BUR Scrittori contemporanei
  • BUR Senza filtro
  • BUR Storia
  • BUR Varia
  • I libri della speranza

Prima serie (1949-1972)[modifica | modifica wikitesto]

La BIBLIOTECA UNIVERSALE RIZZOLI in una serie di accurati volumi, si propone di mettere alla portata di tutti le opere capitali antiche e moderne di ogni letteratura, nonché opere di cultura e di divulgazione particolarmente significative. Sue caratteristiche sono:
  • selezione accurata dei testi, desunti dalle più autorevoli, moderne e complete edizioni critiche, e tutti integrali;
  • preparazione rigorosa delle traduzioni, sempre integrali, fedeli e controllate, quasi tutte espressamente eseguite e conformi al gusto moderno;
  • aggiornatissime note introduttive, annotazioni, appendici, bibliografie, indici e repertori di ogni genere;
  • diligente cura della composizione e della stampa, formato tascabile;
  • il prezzo di vendita più economico consentito dal mercato italiano.

Presentazione della collana prima dell'indice dei volumi usciti, e comunque spesso in coda agli stessi (prima serie).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saranno portate poi a 60 lire.
  2. ^ Massimo Gatta, Nostalgia del grigio - 60 anni di BUR, introduzione di Marco Santoro, Biblohaus, 2009.
  3. ^ Anche se il titolo immediatamente precedente risaliva al 1968.
  4. ^ I nomi degli autori e dei titoli sono scritti con l'ortografia in cui apparivano in copertina e nei cataloghi all'epoca, con l'abitudine di italianizzare diversi nomi propri e con qualche errore di trascrizione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]