Raffaele Calzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffaele Calzini

Raffaele Calzini (Milano, 29 dicembre 1885Cortina d'Ampezzo, 1953) è stato uno scrittore e critico d'arte italiano, vincitore del Premio Viareggio nel 1934.

Fu critico d'arte di Emporium e del Secolo, condivideva la passione con l'amico Ugo Ojetti[1]. Negli anni '40 svolse anche l'attività di critico cinematografico sulla rivista Film.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La commediante veneziana, Milano, V. Bompiani, 1978
  • Milano fin de siecle : 1890-1900, illustrazioni di Sandro Angelini, Milano, U. Hoepli, 1946
  • Edmea, Milano, A. Mondadori, 1945
  • La bella italiana : da Botticelli a Spadini, Milano, Editoriale Domus, 1945
  • Gloria, Milano, Garzanti, 1945
  • G. Amisani: con otto tavole a colori, Istituto Italiano d'Arti Grafiche, 1942
  • Amanti, Milano, A. Mondadori, 1941
  • Lampeggia al Nord di Sant'Elena, Milano, A. Garzanti, 1941
  • Il taciturno, Milano, A. Mondadori, 1939
  • Trionfi e disfatte di nuova York, Milano, Ceschina, 1937
  • Agonia della Cina, Milano, A. Mondadori, 1937
  • La commediante veneziana, Milano, Mondadori, 1935
  • La bella italiana da Botticelli al Tiepolo, ibid. 1935
  • Segantini, romanzo della montagna, Milano, A. Mondadori, 1934
  • Un cuore e due spade, Milano, Bestetti e Tumminelli, 1932
  • Paolo Vietti Violi, Série des grands architectes, Éditions "Les Archives internationales", 1932
  • Giuseppe Amisani, Edizioni del Poligono, 1931
  • La collana d'ambra, Milano, Treves, 1928
  • Giorgio Lukomski, pittore russo, (1923)
  • La tela di Penelope, Roma, A. Mondadori, 1922
  • La Uberto dell'Orto pittore, Roma-Milano 1921
  • L'amore escluso, Milano, Ed. Sonzogno, 1920

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] Enciclopedia Treccani, 1929

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN88771770 · LCCN: (ENn85166391 · SBN: IT\ICCU\RAVV\019172 · ISNI: (EN0000 0001 1683 1878 · GND: (DE119351749 · BNF: (FRcb131727954 (data) · BAV: ADV10102441