Giuseppe Raimondi (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Raimondi (Bologna, 18 luglio 1898Bologna, 1985) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Torquato e Argentina Testoni, lavorò presso la bottega di stufe del padre, studiando da autodidatta. Militante anarchico-socialista partecipò nel 1914, alla "Settimana rossa", entrando nello stesso periodo in contatto con l'ambiente letterario e artistico, stringendo legami di amicizia con Giorgio Morandi, Filippo de Pisis e Carlo Carrà. Dopo la prima guerra mondiale fondò e diresse "La Raccolta" e fu segretario di redazione de "La Ronda" e successivamente de "L'Italiano". Negli ultimi anni del fascismo si avvicinò al gruppo azionista di Carlo Lodovico Ragghianti venendo arrestato nell'aprile del 1943 insieme a Francesco Arcangeli e Giorgio Morandi. La sua biblioteca e il suo archivio sono custoditi nella Biblioteca del Dipartimento di Italianistica dell'Università di Bologna[1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Montella, Lirica e Critica: la scrittura di Giuseppe Raimondi, Edisud Salerno, 2017
  • Alberto Asor Rosa, Dizionario della letteratura italiana del Novecento, ad vocem
  • Giuseppe Raimondi: carte, libri, dialoghi intellettuali, Bologna, Pàtron, 1998
  • Giuseppe Raimondi fra poeti e pittori, Bologna, Edizioni Alfa, 1977

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Carrà, Bologna, La brigata, 1918
  • Galileo, ovvero dell'aria, Milano, Il Convegno, 1926
  • Il cartesiano signor Teste, Firenze, Solaria, 1928
  • Domenico Giordani, avventure di un uomo casalingo, illustrate da Leo Longanesi, Bologna, L'Italiano, 1928
  • Testa o croce, con una notizia biografica di Riccardo Bacchelli e un disegno di Leo Longanesi, Torino, F.lli Ribet, 1928
  • Dodici dipinti di Filippo De Pisis regalati dall'autore alla R. Galleria nazionale d'arte moderna di Roma, Firenze, F. Le Monnier, 1940
  • Giornale ossia taccuino: (1925-1930), Firenze, F. Le Monnier, 1942
  • Giuseppe in Italia, Milano, Mondadori, 1949
  • Notizie dall'Emilia, Torino, Einaudi, 1954, Premio Speciale Viareggio Narrativa[2]
  • Mignon: racconti, Milano : A. Mondadori, 1955
  • La valigia delle Indie, Firenze, Vallecchi, 1955
  • Ritorno in città: 8 capitoli e due canti del popolo bolognese, Milano, Il saggiatore, 1958
  • Lo scrittoio, Milano, Il saggiatore, 1960
  • Le domeniche d'estate, Milano, A. Mondadori, 1963
  • Grande compianto della città di Parigi, 1960-1962, Milano, Il saggiatore, 1963
  • L' ingiustizia, Milano, A. Mondadori, 1965
  • I divertimenti letterari: 1915-1925, Milano, A. Mondadori, 1966
  • Riccardo Bacchelli bolognese, Milano-Napoli, Ricciardi, 1966
  • Le nevi dell'altro anno: racconti 1967-1968, Milano, A. Mondadori, 1969
  • Anni con Giorgio Morandi, Milano, A. Mondadori, 1970
  • Il nero e l'azzurro: racconti 1968-1969, Milano, Mondadori, 1970
  • Ligabue come un cavallo: romanzo, Milano, A. Mondadori, 1971
  • Le linee della mano: saggi letterari, 1956-1970, Milano, A. Mondadori, 1972
  • La chiave regina: racconti, Milano, A. Mondadori, 1973
  • La lanterna magica: racconto e memoria, Milano, A. Mondadori, 1975
  • I tetti sulla città: 1973-1976, Milano, A. Mondadori, 1977
  • L' arcangelo del terrore, Milano, A. Mondadori, 1981
  • I bachi da seta, Milano, A. Mondadori, 1984
  • Poesie (1924-1982), Milano, Libri Scheiwiller, 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La descrizione del fondo sul sito del Dipartimento Archiviato l'8 luglio 2008 in Internet Archive.
  2. ^ Premio letterario Viareggio-Rèpaci, su premioletterarioviareggiorepaci.it. URL consultato il 9 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7457679 · ISNI (EN0000 0001 0866 9612 · SBN IT\ICCU\CFIV\034551 · LCCN (ENn79021749 · GND (DE119068559 · BNF (FRcb12311710n (data) · BAV ADV10132054 · WorldCat Identities (ENn79-021749