Silvio Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Silvio Micheli (Viareggio, 6 gennaio 1911Viareggio, 23 marzo 1990) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Silvio Micheli nacque a Viareggio, in provincia di Lucca; trascorse un'infanzia serena legato alla sua terra, dalla quale trarrà i temi dei suoi romanzi.

Frequentò nella cittadina natale l'istituto tecnico-professionale e dopo il diploma si specializzò come disegnatore e progettista industriale.

Nel 1944 entrò a far parte di una formazione partigiana e da questa esperienza trasse lo spunto per il romanzo Giorni di fuoco e L'"Artiglio" ha confessato.

Con il romanzo Pane duro vinse il Premio Viareggio nel 1946.

Nel 1946 entra in corrispondenza con la scrittrice Natalia Ginzburg per lungo tempo e la invita a collaborare alla rivista viareggina "Darsena nuova", da lui fondata e che, come collaboratori, annoverò Cesare Pavese, Vasco Pratolini, Alberto Moravia. In seguito fu anche direttore di ReteVersilia; il suo impegno di pubblicista "si estese alle collaborazioni con Unità, Vie Nuove e il Mondo e firmò una serie di articoli di viaggio raccolti nel volume «Mongolia, sulle orme di Marco Polo» come pure una serie di analisi sulla Resistenza pubblicate nel volume «Giorni di fuoco»"[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Pane duro, Einaudi, Torino, 1946
  • Un figlio, ella disse, Einaudi, Torino, 1947
  • Tutta la verità, Einaudi, Torino, 1950
  • Giorni di fuoco, Editori Riuniti, Roma, 1955
  • Il facilone, Vallecchi, Firenze, 1959
  • L'"Artiglio" ha confessato, Vallecchi, Firenze, 1960
  • Capitani dell'ultima vela (I: Gran Lasco, II: Una famiglia viareggina nei mari del mondo), Mursia, Milano, 1972
  • Gli aratori del mare, Baroni, Viareggio, 1996, ISBN 88-85408-69-9
  • La storia dei corsari buoni, (I marinai viareggini), Baroni, Viareggio, 1996, ISBN 88-85408-90-7
  • Mongolia. Sulle orme di Marco Polo, Bompiani, Milano, 1964
  • Mongolia. In search of Marco Polo and other adventures, Harcourt Brace, New York, 1967; Hollis & Carter, London, 1967 (traduttore: Bruce Penman)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Manrico Testi, Ventisei anni fa ci lasciava il poliedrico Silvio Micheli, La Nazione, 17 febbraio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manrico Testi, Pagine scelte di Silvio Micheli, Viareggio, Pezzini, 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bartolomeo Di Monaco

Controllo di autoritàVIAF (EN34637637 · ISNI (EN0000 0001 0887 0324 · SBN IT\ICCU\RAVV\037502 · LCCN (ENnr97004942 · GND (DE119447266 · BNF (FRcb13748725t (data)