Giovanni Cocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Cocco nel 2013

Giovanni Cocco (Como, 27 novembre 1976) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Como, ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Proserpio, in Valassina. Dal 2003 al 2008 ha vissuto a Como, per poi trasferirsi a Lenno, in Tremezzina, fino al 2014. Si è poi trasferito a Barni e attualmente vive a Castelmarte[1].

Ha frequentato il Liceo Scientifico "Galilei" di Erba (CO)[2] e si è laureato a pieni voti in Storia presso l'Università degli Studi di Milano con una tesi di laurea in Storia del giornalismo intitolata "Guido Gerosa tra cronaca e reportage: gli anni a “Epoca” (1961-1967)"[3]. Nel 2019, sempre presso l'ateneo milanese, si è specializzato nell'insegnamento dell'italiano a stranieri[4], conseguendo un Master in "Promozione e insegnamento della lingua e della cultura italiana a stranieri" con una tesi intitolata "Scrivere romanzi in italiano L2/LS: Dalla ‘narrativa migrante’ al 'caso' Helena Janeczek"[5].

Ha frequentato la scuola di scrittura creativa di Raul Montanari[6] e i seminari di Giulio Mozzi[7].[senza fonte] Nel 2004, con lo pseudonimo di Johnny99[8], ha esordito con Angeli a perdere, libro di racconti accompagnato da un CD musicale dei Sulutumana. Nel 2013 ha pubblicato il romanzo La Caduta con Nutrimenti, che è arrivato finalista al Premio Campiello[9][10] e ha partecipato al Premio Asti d’Appello[11]. Nel 2014 ha pubblicato Il bacio dell’Assunta per Feltrinelli e nel 2015 La promessa per Nutrimenti, giunto tra i finalisti del Premio Viareggio[12].

Ha scritto sul Corriere di Como[13], su Il Giornale[14] e su altre riviste. Ha contribuito a portare alla pubblicazione alcuni autori come Marco Ghizzoni[15], Eugenio Raspi[16], Rosanna Rubino[17], Crocifisso Dentello[18] e altri.

È un insegnante di lettere della scuola secondaria[19].

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Apprezzato da molti critici letterari che evidenziano la qualità della scrittura nelle sue opere, come Ermanno Paccagnini[20], Vittorio Giacopini[21], Fabrizio Ottaviani[22], Fulvio Panzeri[23], Loredana Lipperini[24], Michele De Mieri[25], Roberto Pazzi[26], Piatrangelo Buttafuoco[27], Gian Paolo Serino[28], Raoul Bruni[29], Bruno Quaranta[30], Cristina Taglietti[31], Piersandro Pallavicini[32], Andrea Tarabbia[33], Paolo Bianchi[34], e molti altri.

I romanzi con Amneris Magella (Cocco & Magella)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 è uscito anche il poliziesco Ombre sul lago con Guanda, scritto insieme al medico legale Amneris Magella[35] (da cui la sigla Cocco & Magella[36]) nella collana Narratori della Fenice, Finalista al Premio Camaiore di Letteratura Gialla[37] e tradotto in numerosi Paesi[38]. Nel 2015 è stato pubblicato il secondo poliziesco della serie, Omicidio alla stazione Centrale, sempre per Guanda.

Nel 2017 i due hanno firmato un contratto con l’editore veneziano Marsilio per la continuazione della serie poliziesca (nella collana Le Farfalle - I Gialli) e per la ripubblicazione dei due libri precedenti (nella collana UE Marsilio/Feltrinelli). Sempre insieme alla scrittrice è autore del soggetto di Lo strano caso della donna che morì due volte, regia e drammaturgia di Giuseppe Di Bello (in scena al Teatro Sociale di Como tra gennaio e marzo 2017.[39] Nel 2018 i due hanno pubblicato Morte a Bellagio per Marsilio, mentre l'anno successivo è uscita, sempre per i tipi dell'editore veneziano, la quarta avventura a quattro mani del commissario Stefania Valenti, La sposa nel lago (2019). I nuovi titoli vengono pubblicati nella collana Le Farfalle - i Gialli, mentre la back-list esce nella nuova collana Universale Economica Marsilio/Feltrinelli con il sottotitolo "I delitti del lago di Como".

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi e raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Angeli a perdere, No Reply, 2004;
  • La Caduta, Nutrimenti, 2013 (Genesi volume 1);
  • Il bacio dell’Assunta, Feltrinelli, 2014;
    • El beso de la Virgen, Algaida (ottobre 2015);
      • Pocałunek w dniu Wniebowzięcia, Noir sur blanc (novembre 2015);
  • La promessa, Nutrimenti, 2015 (Genesi, volume 2)

Scritti con Amneris Magella (Serie del Commissario Valenti)[modifica | modifica wikitesto]

  • Ombre sul lago, Guanda, 2013 poi Fenici Guanda 2014, poi UE Marsilio/Feltrinelli, 2019)
    • Schaduw over het meer, Ambo Anthos Uitgevers, 2014
      • Cienie na jeziorze, Noir sur Blanc, 2014
        • Hije mbi liqen, Saras, 2014
          • Die Toten der Villa Cappelletti, Rowohlt Verlag, 2014 poi Rowohlt Taschenbuch, 2015
            • Mort sur le lac, Calmann-Levy, 2015
              • Sombras sobre el lago, Editorial Bóveda, 2016
                • Shadows on the lake, Penguin, 2017
  • Omicidio alla stazione Centrale, Guanda, 2015 poi TEA, 2017 (ed. tascabile Mistery TEA), poi, col nuovo titolo di La ballata di un uomo solo, UE Marsilio/Feltrinelli, 2021)
    • Mort a Milano Centrale, Calmann-Levy, 2016
  • Morte a Bellagio, Marsilio, 2018.
  • La sposa nel lago, Marsilio, 2019.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia di Giovanni Cocco dal sito di Grandi & Associati [collegamento interrotto], su grandieassociati.it.
  2. ^ Il paesaggio delle Langhe nei romanzi di Fenoglio. L'ex studente racconta., su erbanotizie.com.
  3. ^ Giovanni Cocco, Guido Gerosa tra cronaca e reportage: gli anni a “Epoca” (1961-1967), 2018. URL consultato il 27 marzo 2021.
  4. ^ Autore - Giovanni Cocco - Marsilio Editori, su www.marsilioeditori.it. URL consultato il 27 marzo 2021.
  5. ^ BASILI&LIMM: BAnca dati Scrittori Immigrati in Lingua Italiana e della Letteratura Italiana della Migrazione Mondiale, su basili-limm.el-ghibli.it. URL consultato il 27 marzo 2021.
  6. ^ Intervista a RRaul Montanari, professione scrittore, su giovannituri.wordpress.com. URL consultato il 21 settembre 2019.
  7. ^ Estratto della quarta di copertina., su vibrisse.wordpress.com.
  8. ^ Giovanni Cocco alias Johnny 99, su casadeilibri.wordpress.com.
  9. ^ Cinquina Campiello 2013, su ilgiorno.it.
  10. ^ Premio Campiello 2013, biografia Giovanni Cocco., su premiocampiello.org.
  11. ^ Premio Asti d'Appello 2013., su lastampa.it.
  12. ^ Premio Viareggio 2016, long list., su adnkronos.com.
  13. ^ Articolo sul Corriere di Como del 1 giugno 2013, su corrieredicomo.it.
  14. ^ Alcuni articoli usciti per Il Giornale, su ilgiornale.it.
  15. ^ Testimonianza sulla genesi de "Il cappello del maresciallo", edito da Guanda., su araldodellospettacolo.it.
  16. ^ Testimonianza di Eugenio Raspi sulla genesi di "Inox", Baldini + Castoldi., su premiocalvino.it.
  17. ^ Ringraziamenti in "Tony Tormenta", Fanucci., su books.google.it.
  18. ^ Ringraziamenti in "Finchè dura la colpa", La Nave di Teseo., su books.google.it.
  19. ^ Istituto Comprensivo di Mozzate (CO). (PDF), su comprensivomozzate.it.
  20. ^ C'è posto per tutto nel mondo in Caduta (Ermanno Paccagnini, Corriere della Sera del 24/02/2013) (PDF), su nutrimenti.net.
  21. ^ Cadute postmoderne, di Vittorio Giacopini, Domenica del Sole 24 ore del 24/02/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  22. ^ La Caduta miracolosa che rialza il romanzo, di Fabrizio Ottaviani, su Il Giornale del 01/03/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  23. ^ Quadri ottocenteschi sulla crisi di oggi, di Fulvio Panzeri, su Avvenire del 02/03/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  24. ^ Requiem d'Occidente in chiave postmoderna, di Loredana Lipperini su Repubblica del 21/04/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  25. ^ Cronache dal mondo di catastrofi a scelta, di Michele De Mieri, su L'Unità del 26/04/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  26. ^ Un esordio felice tra l'Apocalisse e Spengler, di Roberto Pazzi, su QN del 07/04/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  27. ^ Quelli che 'vengo e ti spiego', di Pietrangelo Buttafuoco, su Il Foglio del 07/09/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  28. ^ Gian Paolo Serino su Satisfiction (PDF), su nutrimenti.net.
  29. ^ L'apocalisse di Cocco, di Raoul Bruni, su Alias-Il Manifesto del 19/05/2013. (PDF), su nutrimenti.net.
  30. ^ Articolo di Bruno Quaranta apparso su La Stampa e riportato nel sito dell'editore Feltrinelli., su feltrinellieditore.it.
  31. ^ Aggirarsi tra i resti dell'aereo precipitato, di Cristina Taglietti, su La Lettura del Corriere della Sera del 22/11/2015. (PDF), su nutrimenti.net.
  32. ^ Schiantarsi sulle Alpi come il folle pilota, di Piersandro Pallavicini, su La Stampa - Tuttolibri del 22/11/2015. (PDF), su nutrimenti.net.
  33. ^ Andrea Tarabbia su Books in Italy del 25/01/2016. (PDF), su nutrimenti.net.
  34. ^ Morte a Bellagio, storia di una famiglia decadente, di Paolo Bianchi, su Libero del 30 maggio 2018., su liberoquotidiano.it.
  35. ^ Scheda Autore catalogo Marsilio, su marsilioeditori.it.
  36. ^ Cocco-&-magella: Libri dell'autore in vendita online, su www.ibs.it. URL consultato il 27 marzo 2021.
  37. ^ Premio Camaiore Letteratura Gialla 2013., su versiliatoday.it.
  38. ^ Il Commissario Valenti diventa internazionale, di Severino Colombo su Corriere della Sera del 29 luglio 2016., su corriere.it.
  39. ^ Lo strano caso della donna che morì due volte, su visitcomo.eu. URL consultato il 21 settembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305849584 · LCCN (ENn2016024002 · BNE (ESXX5548981 (data) · CONOR.SI (SL236062307 · WorldCat Identities (ENlccn-n2016024002
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie