LaFeltrinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Giangiacomo Feltrinelli Editore)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Feltrinelli" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Feltrinelli (disambigua).
EFFE 2005 - Gruppo Feltrinelli SpA
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione2005 a Milano
Fondata daGiangiacomo Feltrinelli
Sede principaleMilano
Filialivedi sezione partecipazioni
Persone chiave
SettoreEditoria
Fatturato366,6 milioni di [2] (2016)
Utile netto3,3 milioni di [2] (2016)
Sito web

EFFE 2005 - Gruppo Feltrinelli S.p.A è una holding italiana fondata nel 2005, proprietaria di una delle principali case editrici e catena di librerie italiane.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

«Cambiare il mondo con i libri, combattere le ingiustizie con i libri»

(Giangiacomo Feltrinelli[4])

La casa editrice Giangiacomo Feltrinelli Editore nacque alla fine del 1954 a Milano. Ne è fondatore Giangiacomo Feltrinelli, che già nel 1949 aveva dato vita alla "Biblioteca G. Feltrinelli" per lo studio della storia contemporanea e i movimenti sociali, trasformata prima in istituto e successivamente nella Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.[5]

La casa editrice sorse sulle ceneri della "Colip" (Cooperativa del Libro Popolare, 1949-54)[3], che era stata promossa da Feltrinelli stesso. Feltrinelli fonda la collana "Universale Economica".[6]

Feltrinelli fece uscire libri controversi che gli causarono anche più di un processo[7][8]; pubblicò autori del terzo mondo, letteratura politica e romanzi che fecero scandalo, come quelli di Henry Miller e due capolavori letterari di rilievo internazionale: nel 1957 Il dottor Živago di Boris Pasternak - pubblicato tra mille difficoltà - [9] e, nel 1958, Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Giorgio Bassani ne è stato direttore editoriale.[10]

Il primo tentativo di commercio elettronico da parte del gruppo Feltrinelli risale all'ottobre 1999, quando in compartecipazione aziendale con Kataweb (gruppo l'Espresso) viene inaugurata la libreria virtuale Zivago.com[11], ma l'iniziativa fallisce due anni dopo, quando il 27 settembre del 2001 il sito viene chiuso e la società viene messa in liquidazione[12].

Nel 2005 viene costituita la Holding Effe 2005 - Gruppo Feltrinelli SpA che riporta sotto la sua ala sia la società Giangiacomo Feltrinelli S.r.l. sia le Librerie Feltrinelli.[13]

Nel 2007 Feltrinelli lancia l'e-commerce LaFeltrinelli.it.[13]

Nel 2008 il Gruppo Feltrinelli acquisisce la maggioranza di PDE (Promozione Distribuzione Editoria), che con i suoi 5.000 punti vendita è la seconda realtà distributiva italiana. Nel 2014 Messaggerie e il Gruppo Feltrinelli danno vita ad una joint venture creando un polo di distribuzione da 70 milioni di libri all'anno[14]. Nel gennaio 2017 entra con una quota del 37,5% nella SEM (Società Editoriale Milanese) fondata pochi mesi prima dall'ex responsabile della Mondadori Libri, Riccardo Cavallero.[15]. Nell'ottobre 2017 acquisisce il 40% della casa editrice Marsilio con l'impegno di arrivare al 55% dopo due anni.[16].

A marzo 2013, l'Antica Focacceria San Francesco S.p.A. è passata ad EFFE 2005 per il 95%. La holding dal gruppo Feltrinelli già possedeva il 49%. Antica Focacceria San Francesco gestirà gli spazi ristorativi all'interno dei punti vendita Feltrinelli e i tre ristoranti di proprietà: i RED di Roma, Firenze e Milano[17].

L'11 maggio 2013 viene lanciato il canale televisivo La EFFE, con la collaborazione del gruppo editoriale L'Espresso e di La7, sul canale 50 del digitale terrestre [18]e dall'aprile 2014 sul canale 139 di Sky.[19]

Nel 2019 il Gruppo Feltrinelli ha aumentato la sua partecipazione nel capitale sociale della Scuola Holden, la scuola di scrittura e storytelling fondata da Alessandro Baricco nel 1994, al 51,5%, diventandone così azionista di maggioranza. [20]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso la holding EFFE 2005 - Gruppo Feltrinelli SpA, il gruppo Feltrinelli possiede:[21]

  • Librerie Feltrinelli Srl (100%)
    • Feltrinelli Franchising Srl (100%)
    • Librerie delle Stazioni Srl (100%)
    • Finlibri Srl (100%)
    • FSR Feltrinelli Sviluppo Retail Srl (100%)
    • FC Retail SpA (50%)
    • Stereo Online Srl (50,1%), joint venture tra Feltrinelli, Emmelibri e Libraccio nata il 1º gennaio 2018 [22]
  • Companyia Central Llibretera S.L. (63,33%)
  • Giangiacomo Feltrinelli Editore Srl (100%)
  • PDE Srl
  • EFFE TV Srl (50%)
  • MF LIBRI SpA (30%), nata come joint venture tra Feltrinelli e Messaggerie Italiane[23]
  • Holden Srl (51,5%)
  • Feltrinelli Educational Srl
  • EDIGITA Srl
  • Donzelli editore Srl
  • EmmeEffe libri SpA

Inoltre, tramite Giangiacomo Feltrinelli Editore Srl, il gruppo Feltrinelli controlla: [24]:

Librerie La Feltrinelli[modifica | modifica wikitesto]

Con 124 punti vendita[25] in 58 città, La Feltrinelli è una delle principali catene italiane di librerie e negozi di musica. I punti vendita sono suddivisi in diverse tipologie, in base ai prodotti venduti e alla localizzazione:

  • La Feltrinelli librerie, il più tradizionale punto vendita Feltrinelli, il primo dei quali aprì a Pisa nel 1957[26]
  • La Feltrinelli Libri e Musica, in cui l'offerta libraria è integrata da dischi, DVD e videogiochi, con 30 punti vendita[27]
  • La Feltrinelli Village, 27 librerie situate all'interno di centri commerciali[28]
  • La Feltrinelli Express, 11 punti vendita situati all'interno di stazioni e aeroporti[29]
  • RED La Feltrinelli, RED è l'acronimo per "Read, Eat e Dream" (Leggi, Mangia e Sogna), poiché la libreria è anche un ristorante e un punto vendita di prodotti alimentari biologici e artigianali[30][31]. Al momento sono aperti 4 RED: a Milano, a Firenze, a Roma e a Parma.
  • La Feltrinelli Point, un franchising di 15 librerie aperte in piccole e medie città[32]
  • Ricordi Media Stores, catena italiana per la distribuzione di musica, dove si possono trovare CD, dischi, video, spartiti, partiture, prodotti multimediali, strumenti, libri, biglietti per concerti[33]. A seguito della chiusura del punto vendita di via Ugo Bassi a Bologna, ad aprile 2017 rimane solamente un punto vendita del marchio Ricordi Media Stores: quello di Milano all'interno della Galleria Vittorio Emanuele II[34], destinato peraltro a trasformarsi in un punto vendita La Feltrinelli in seguito all'accordo di riorganizzazione degli spazi all'interno della galleria intercorso tra Prada e Feltrinelli[35].

Delle cinque librerie La Feltrinelli International, specializzate in libri nelle principali lingue straniere e materiali per l'apprendimento linguistico[14], rimane solo quella di Roma.[36]

Collane[modifica | modifica wikitesto]

Le collane enciclopediche edite da Feltrinelli sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Governance, su Gruppo Feltrinelli.
  2. ^ a b Feltrinelli torna in utile e vede rosa anche per il 2017, su repubblica.it, 7 giugno 2017. URL consultato l'11 aprile 2018.
  3. ^ a b Feltrinelli, su Il Sole 24 Ore Argomenti.
  4. ^ Benvenuti al supermarket feltrinelli dove i gadget contano più dei libri, su temi.repubblica.it.
  5. ^ Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, su fondazionefeltrinelli.it.
  6. ^ Giangiacomo Feltrinelli, su Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.
  7. ^ Ferruccio Pinotti, Feltrinelli, le ombre 40 anni dopo, su Corriere della Sera, 12 marzo 2012. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  8. ^ Laura Ghiandoni, Chi era Giangiacomo Feltrinelli: editore, marito di Inge, morto nel mistero, su Fanpage. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  9. ^ Giangiacomo Feltrinelli: l’editore rivoluzionario che salvò Il Dottor Zivago, su AbeBooks.
  10. ^ Valentina Santarpia, Maturità 2018, tra le tracce della prima prova Giorgio Bassani: chi è, su corriere.it.
  11. ^ Zivago.com Traffic, Demographics and Competitors - Alexa, su www.alexa.com. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  12. ^ Siti che chiudono: Zivago | Webnews, su www.webnews.it. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  13. ^ a b il gruppo Feltrinelli, su laFeltrinelli.it.
  14. ^ a b Nozze tra Feltrinelli e Messaggerie un polo da 70 milioni di libri l'anno, su Corriere della Sera, 18 luglio 2014.
  15. ^ Al via l'avventura di SEM, su giornaledellalibreria.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  16. ^ Feltrinelli compra il 40% della Marsilio, su ilpost.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  17. ^ Fernanda Roggero, Nel piatto, 28 marzo 2013, [Non solo libri. Feltrinelli punta sul food e acquisisce il 95% di Antica Focacceria San Francesco Non solo libri. Feltrinelli punta sul food e acquisisce il 95% di Antica Focacceria San Francesco].
  18. ^ Simona Saviano, Fanpage, 10 maggio 2013, [LaEffe è il nuovo canale tv di Feltrinelli e La7, debutta sabato 11 maggio LaEffe è il nuovo canale tv di Feltrinelli e La7, debutta sabato 11 maggio].
  19. ^ Massimiliano Carbonaro, tvzap, 8 aprile 2014, [Su Sky debutta laeffe e dal gruppo Discovery sul satellite DMax, Giallo e Focus Su Sky debutta laeffe e dal gruppo Discovery sul satellite DMax, Giallo e Focus].
  20. ^ https://www.illibraio.it/scuola-holden-gruppo-feltrinelli-962523/, Il Libraio, 20/02/2019, [La Scuola Holden entra a far parte del gruppo Feltrinelli, che punta sulla formazione La Scuola Holden entra a far parte del gruppo Feltrinelli, che punta sulla formazione].
  21. ^ Organigramma, su Gruppo Feltrinelli.
  22. ^ Attività, su Emmelibri.
  23. ^ Storia, su Emmelibri.
  24. ^ https://www.ilpost.it/2015/09/22/case-editrici-italiane/, Il Post Libri, 22 settembre 2015, [Di chi sono le case editrici italiane? Di chi sono le case editrici italiane?].
  25. ^ "Librerie di proprietà", su mark-up.it. URL consultato il 2 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2014).
  26. ^ (32 librerie), su primaeffe.it. URL consultato il PrimaEffe.
  27. ^ La Feltrinelli Libri e Musica
  28. ^ La Feltrinelli Village
  29. ^ La Feltrinelli Express
  30. ^ La Feltrinelli RED
  31. ^ Archiviato il 20 ottobre 2012 in Internet Archive.
  32. ^ La Feltrinelli Point, su www.lafeltrinelli.it. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  33. ^ Ricordi Media Stores
  34. ^ Copia archiviata, su lafeltrinelli.it. URL consultato il 4 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2013).
  35. ^ Entra Versace, Prada si allarga e Feltrinelli si ridimensiona: così cambia il Salotto di Milano - Archivio - Il Ghirlandaio, su ilghirlandaio.com. URL consultato il 4 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2014).
  36. ^ Punti vendita La Feltrinelli International Roma, su lafeltrinelli.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168659212 · ISNI (EN0000 0001 2302 5911 · LCCN (ENn81048628 · BNF (FRcb12069173b (data) · WorldCat Identities (ENn81-048628