LaF (rete televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da La EFFE)
Jump to navigation Jump to search
LaF
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo semigeneralista
Target giovani, adulti
Slogan Ogni storia, un viaggio.
Versioni LaF 576i (SDTV)
(data di lancio: 11 maggio 2013)
Data chiusura 31 gennaio 2022
Sostituisce Repubblica TV
Gruppo Feltrinelli
Editore EFFE TV S.r.l.
Direttore Riccardo Chiattelli
Sito laeffe.tv

LaF è stato un canale televisivo italiano prodotto da EFFE TV S.r.l., società appartenente al gruppo Feltrinelli, visibile a pagamento via satellite sulla piattaforma televisiva Sky Italia.

Il direttore di LaF era Riccardo Chiattelli, precedentemente direttore di Cielo.

Lo speaker ufficiale del canale era il doppiatore Luigi Ferraro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le trasmissioni di LaF sono iniziate in chiaro sul digitale terrestre l'11 maggio 2013 alle ore 20:50 con il film Grillo Tsunami Tour - Un comico vi seppellirà. Dal 26 marzo 2014 il canale ha iniziato un partenariato con Fine Living, il canale lifestyle edito da Scripps Network Interactive. Dal 9 aprile 2014 approda sulla piattaforma Sky Italia alla posizione 139[1]. Il 18 aprile 2014 è entrato a far parte della piattaforma Tivùsat occupando la numerazione 50[2]. La raccolta pubblicitaria del canale era affidata a Sky Media.

Il 28 gennaio 2016, Sky Italia e il gruppo Feltrinelli firmano un accordo di scambio che rende il canale fruibile in esclusiva solo sulla piattaforma Sky Italia con il passaggio della gestione della raccolta pubblicitaria da Sky Media e, contemporaneamente, LaF cede il canale 50 a Sky Italia per inserirvi Sky TG24, passaggio avvenuto il 30 gennaio[3]. Contestualmente il canale abbandona anche la piattaforma Tivùsat.

Fino al 30 gennaio 2016 il canale si avvaleva della collaborazione con il Gruppo editoriale L'Espresso per gli spazi dedicati all'informazione, che venivano curati da Repubblica TV, collaborazione cessata con il passaggio a Sky Italia. Dal 4 giugno 2018 passa alla posizione numero 135.

Il 31 gennaio 2022 chiude i battenti, mentre i contenuti saranno resi disponibili gradualmente su altre piattaforme.[4]

Ascolti di LaF[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h di LaF[modifica | modifica wikitesto]

Dati Auditel relativi al giorno medio mensile sul target individui 4+[5].

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre Media anno
2014 - - - - - - - - 0,13% 0,14% 0,14% 0,16% 0,14%
2015 0,20% 0,18% 0,19% 0,19% 0,19% 0,25% 0,27% 0,26% 0,25% 0,21% 0,23% 0,24% 0,22%
2016 0,23% -

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Il palinsesto di LaF era caratterizzato da programmi di informazione, cultura e intrattenimento. Presenti alcune produzioni originali come Dalla A a laF condotto da Matteo Caccia, magazine di cultura e stili di vita nel quale si raccontava un punto di vista diverso su temi e personaggi del nostro tempo, a partire dagli incontri e dagli eventi del circuito delle librerie Feltrinelli in tutta Italia.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Due erano i cicli di cinema:

  • LaEffe film festival: appuntamento con il cinema d'autore dai festival d'Europa e del mondo;
  • Real cinema: ciclo di documentari su argomenti di attualità e cultura.

Produzioni originali[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono elencate le produzioni originali del canale:

Prime visioni[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV e miniserie[modifica | modifica wikitesto]

Informazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo dall'Archivio Storico - AGV, in AGV. URL consultato il 2 marzo 2018.
  2. ^ laeffe, da oggi al canale 50 di Tivùsat ma solo per decoder HD - Digital-News, in Digital News, 22 aprile 2014. URL consultato il 2 marzo 2018.
  3. ^ Accordo Sky-Feltrinelli: laeffe va sul satellite, spazio alla pay-tv nelle librerie, in Repubblica.it, 28 gennaio 2016. URL consultato il 2 marzo 2018.
  4. ^ Marco Salaris, Effe TV chiude “LaF” su Sky e diventa piattaforma on demand: le novità, su tvblog.it, TVBlog, 28 gennaio 2022. URL consultato il 2 febbraio 2022.
  5. ^ Dati Auditel, su auditel.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]