Borgen - Il potere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Borgen - Il potere
Borgen.jpg
Immagine tratta dalla sigla originale della serie
Titolo originaleBorgen
PaeseDanimarca
Anno2010 – in produzione
Formatoserie TV
Generedrammatico, politico
Stagioni3
Episodi30
Durata60 min (episodio)
Lingua originaledanese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreAdam Price
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreCamilla Hammerich
Casa di produzioneDR Fiktion
Prima visione
Prima TV originale
Dal26 settembre 2010
Al10 marzo 2013
Rete televisivaDR1
Prima TV in italiano
Dall'11 maggio 2013
Al4 febbraio 2014
Rete televisivaLaEffe

Borgen - Il potere (Borgen) è una serie televisiva danese che racconta la storia di Birgitte Nyborg, una politica carismatica che inaspettatamente diventa il primo ministro donna di Danimarca. Borgen ("Il castello") è il soprannome di Palazzo Christiansborg, dove hanno sede i tre poteri più importanti dello Stato: il parlamento, l'ufficio del primo ministro e la Corte Suprema.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un primo ministro che essendo donna affronta dei problemi sia della vita privata sia della politica per il Paese danese.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Danimarca Prima TV Italia
Prima stagione 10 2010 2013
Seconda stagione 10 2011 2013
Terza stagione 10 2013 2014

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Birgitte Nyborg, interpretata da Sidse Babett Knudsen, è la protagonista della serie; è Ministro di Stato della Danimarca nella prima e seconda stagione; dalla terza stagione fonda il partito Nuovi Democratici che di seguito è leader.
  • Phillip Christensen, interpretato da Mikael Birkkjær, è il marito del primo ministro danese.
  • Katrine Fønsmark, interpretata da Birgitte Hjort Sørensen, è la giornalista; della prima stagione era della televesione TV1, dalla seconda stagione è per il giornale Ekpresen.
  • Kasper Juul, interpretato da Pilou Asbæk, è lo spin doctor di Birgitte Nyborg dalla prima alla seconda stagione; è telecronista TV1 dalla terza stagione.
  • Torben Friis, interpretato da Søren Malling, è direttore della TV1.
  • Michael Laugesen, interpretato da Peter Mygind, politico e giornalista; fino alla prima stagione era leader del gruppo parlamentare e candidato per il seggio da Ministro di Stato e successivamente è nominato direttore della testata Ekpresen.
  • Ulrik Mørch, interpretato da Thomas Levin, un giornalista della rete TV1 ed ex collega di Katrine Fønsmark.
  • Hanne Holm, interpretata da Benedikte Hansen, una giornalista della rete TV1 nella prima stagione ed è collega di Katrine Fønsmark dalla seconda stagione.
  • Bent Sejrø, interpretato da Lars Knutzon, politico e mentore di Birgitte Nyborg; fino alla seconda stagione è stato ministro delle finanze.
  • Pia Munk, interpretata da Lisbeth Wulff, una giornalista della rete TV1.
  • Magnus Christensen, interpretato da Emil Poulsen, figlio di Birgitte Nyborg e di Phillip Christensen.
  • Laura Christensen, interpretata da Freja Riemann, figlia di Phillip Christensen e di Birgitte Nyborg.
  • Lars Hesselboe, interpretato da Søren Spanning, ex primo ministro e rivale politico di Birgitte Nyborg.
  • Jon Berthelsen, interpretato da Jens Albinus, politico che dalla terza stagione passa dal gruppo parlamentare dei Moderati Danesi a quella dei Nuovo Democratici.
  • Erik Hoffmann, interpretato da Kristian Halken, politico che dalla terza stagione passa dal gruppo parlamentare dei Moderati Danesi a quella dei Nuovo Democratici.
  • Nete Buch, interpretata da Julie Agnete Vang, politico che dalla terza stagione passa dal gruppo parlamentare della Nuova Destra a quella dei Nuovo Democratici.
  • Alexander Hjort, interpretato da Christian Tafdrup, nuovo manager della TV1 nella terza stagione.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva, ideata e scritta da produttore Adam Price e i suoi co-autori Jeppe Gjervig Gram e Tobias Lindholm, è stata trasmessa sulla rete televisiva nazionale danese DR1 dal 26 settembre 2010 al 10 marzo 2013, per un totale di tre stagioni di dieci episodi l'una[1]. In Italia le prime due stagioni sono in onda in prima visione assoluta su LaF dall'11 maggio 2013[2][3].

Il 29 aprile 2020 è stato annunciato che sono in corso le riprese della quarta stagione, che verrà pubblicata su Netflix nel 2022, e che le precedenti stagioni saranno pubblicate su Netflix durante quest'anno[4].

Nella serie viene nominata più volte l'Italia. In un paio di occasioni i protagonisti citano l'Italia come esempio di Stato caratterizzato da instabilità politica, mentre nella puntata che tratta dell'intervento occidentale in Afghanistan, sempre l'Italia, assieme alla Spagna, è definita "un alleato debole". In un altro episodio della serie, dovendo organizzare un rinfresco per la nomina del Commissario Europeo danese, cui è invitata la stampa estera, si dice "speriamo che gli italiani non mangino tutto".

Nel 2020 Netflix ha annunciato che ha rinnovato la serie per una 4° stagione.[5][6][7][8]

Il personaggio Birgitte Nyborg pare che s'ispira all'ex primo ministro Helle Thorning-Schmidt che nel 2011 è stata la prima donna a coprire l'incarico e da cui ha ispirato la serie televisiva.[9][10][11]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

A settembre 2011 la NBC annunciò un remake statunitense della serie.[12] Il remake non fu mai creato, però nel novembre 2013, fu confermato da Adam Price, che HBO e BBC Worldwide stavano iniziando la produzione del remake americano.[13]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2146284447315332507 · LCCN (ENno2014008690
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione