Borgen - Il potere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Borgen - Il potere
Borgen.jpg
Immagine tratta dalla sigla originale della serie
Titolo originale Borgen
Paese Danimarca
Anno 2010-2013
Formato serie TV
Genere drammatico, politico
Stagioni 3
Episodi 30
Durata 60 min (episodio)
Lingua originale danese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Adam Price
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Camilla Hammerich
Casa di produzione DR Fiktion
Prima visione
Prima TV originale
Dal 26 settembre 2010
Al 10 marzo 2013
Rete televisiva DR1
Prima TV in italiano
Dall' 11 maggio 2013
Al 4 febbraio 2014
Rete televisiva LaEffe

Borgen - Il potere (Borgen) è una serie televisiva danese che racconta la storia di Birgitte Nyborg, una politica carismatica che inaspettatamente diventa il primo ministro donna di Danimarca. Borgen ("Il castello") è il soprannome di Palazzo Christiansborg, dove hanno sede i tre poteri più importanti dello Stato: il parlamento, l'ufficio del primo ministro e la Corte Suprema.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva, ideata e scritta da produttore Adam Price e i soui co-autori Jeppe Gjervig Gram e Tobias Lindholm, è stata trasmessa sulla rete televisiva nazionale danese DR1 dal 26 settembre 2010 al 10 marzo 2013, per un totale di tre stagioni di dieci episodi l'una[1]. In Italia le prime due stagioni sono in onda in prima visione assoluta su LaEffe dall'11 maggio 2013[2][3].

A settembre 2011 la NBC annunciò un remake statunitense della serie.[4] Il remake non fu mai creato, però nel novembre 2013, fu confermato da Adam Price, che HBO e BBC Worldwide stavano iniziando la produzione del remake americano.[5]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Danimarca Prima TV Italia
Prima stagione 10 2010 2013
Seconda stagione 10 2011 2013
Terza stagione 10 2013 2014

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2146284447315332507 · LCCN: (ENno2014008690
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione