Séamus Heaney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Séamus Heaney nel 2009
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la letteratura 1995

Séamus Heaney (IPA: [ˈʃeɪməs ˈhiːni]; Castledawson, 13 aprile 1939Dublino, 30 agosto 2013) è stato un poeta irlandese, Premio Nobel per la letteratura nel 1995, massimo rappresentante contemporaneo del rinascimento poetico irlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei più grandi poeti del Novecento, grande esponente della cultura irlandese.

Nacque nella fattoria "Mossbawn", tra Castledawson e Toomebridge, in Irlanda del Nord, nella Contea di Antrim, primo di nove figli. Nel 1953 la famiglia si trasferì a Bellaghy, a pochi chilometri, dove il poeta visse la giovinezza, turbata in modo rilevante quando aveva soli 14 anni a causa della scomparsa del fratellino Christopher, avvenuta in seguito ad un incidente automobilistico.[1]

La sua prima formazione scolastica avvenne ad Anahorish (in gaelico, "il luogo delle acque chiare"). Nel 1957 si iscrisse alla Queen's University Belfast; dopo la laurea in Lettere, insegnò a Belfast, e in seguito a Dublino.

L'Irlanda ricorre nella lirica del poeta attraverso paesaggi, ricordi giovanili e temi della rinascita irlandese (Celtic revival).

Ha vissuto tra l'Irlanda e gli Stati Uniti, dove dal 1984 ha insegnato all'Università di Harvard.

In tutte le opere di Heaney hanno rilievo le vicende legate al problema dell'indipendentismo irlandese. La sua poetica è legata alla sua terra, alla vita politica del paese. Come egli ha scritto nella poesia Digging, il poeta userà la penna come il nonno e il padre hanno usato la vanga.

Influenza[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante Bono, leader degli U2, ha dichiarato come le opere del poeta fossero molto importanti per lui, in particolare From the Republic of Conscience, che considera come un testo religioso. Dalla morte di Heaney, l'artista dona un'opera del premio Nobel a tutte le personalità che incontra durante la sua attività di filantropo.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue opere edite in italiano, ricordiamo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Menotti Lerro, Raccontarsi in versi. La poesia Autobiografica in Inghilterra e in Spagna (1950-1980), Carocci, Roma 2012.
  2. ^ (EN) www.theguardian.com Bono on Seamus Heaney: 'His words have kept me afloat', in The Observer, 1º settembre 2013. URL consultato il 2 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN109557338 · ISNI (EN0000 0001 2321 5547 · LCCN (ENn79099140 · GND (DE118547410 · BNF (FRcb120378139 (data) · NLA (EN36170680